11 Ottobre 2021 News Commenti

Abbandono scolastico: in Italia ancora troppo alto

In Italia resta ancora troppo alta la percentuale di ragazzi che abbandonano la scuola prima di ottenere il diploma, rispetto alla media dei paesi UE. Così i dati dell'ultimo Rapport ISTAT sui Livelli di istruzione e partecipazione alla formazione, relativi all'anno 2020.

Il fenomeno dell' abbandono scolastico riguarda i ragazzi tra i 18 e i 24 anni che escono dal sistema di istruzione e formazione con al massimo un titolo di scuola secondaria inferiore. Indicati anche con l'acronimo ELET: Early Leavers from Education and Training.

La Strategia Europa 2020 aveva fissato il valore target europeo per gli ELET al 10%, con l'obiettivo di arrivare al 9% entro il 2030 ("Risoluzione del Consiglio 2021/C 66/01). In Italia, rileva il Rapporto ISTAT pubblicato pochi giorni fa, questo obiettivo non è stato raggiunto: la percentuale di ragazzi che hanno abbandonato gli studi nel 2020 infatti è pari al 13,1%, (per un totale di oltre 543 mila ragazzi). Evidentemente superiore al valore target del 10% indicato dalla strategia europea , anche se in calo rispetto all'anno precedente.
I dati mostrano che l'abbandono scolastico riguarda più i ragazzi (15,6%) che le ragazze (10,4%), più il Sud d'Italia (16,3%) che il Nord (11,0% ) e il centro (11,5%), più i ragazzi con cittadinanza non italiana (35,4%) che gli italiani.

Numeri e percentuali a parte, è interessante capire come il fenomeno si presenta in Italia rispetto agli altri pesi europei. La quota di ragazzi che abbandona gli studi prima di arrivare al diploma superiore in Italia è tra le più alte dell'Ue. La percentuale media nell'Unione è arrivata infatti al 9.9%, quindi al di sotto del valore che la strategia europea si prefissava di raggiungere proprio entro il 2020. Nel dettaglio: la Francia ha raggiunto il target già da molto tempo, mentre la Germania lo ha raggiunto nel corso del 2020. La percentuale di ELET resta invece molto alta in Spagna.


Per quanto riguarda le cause dell'abbandono scolastico, la condizione socio-economica della famiglia di origine sembra essere un fattore determinante: più basso il livello di istruzione o professione della famiglia, maggiore l'incidenza di abbandono. Per esempio, solo il 2,3% di ragazzi con genitori laureati abbandona la scuola prima del diploma superiore, contro il 22,7% di quelli i cui genitori hanno al massimo la licenza media.

Lascia un commento

Torna su