26 Ottobre 2021 News Commenti

Accredito stipendi per i supplenti brevi: esigibilità il 27 ottobre

Come comunicato da un avviso del MEF pubblicato sulla piattaforma NoiPA, sarà il 27 ottobre 2021 la data di esigibilità per l'accreditamento delle retribuzioni relative all'emissione speciale del 15 ottobre 2021.

Si tratta, nello specifico, degli stipendi dei contratti di supplenza breve e saltuaria che, al 15 ottobre:

  • hanno ricevuto l'autorizzazione delle segreterie scolastiche, con il caricamento dei dati sul SIDI;
  • rientrano nei fondi sui relativi capitoli di spesa approvati dalla Ragioneria Generale dello Stato.

Inoltre, vista la riapertura delle funzioni di NoiPA, con questa emissione verranno accreditati anche gli stipendi per tutti i contratti di supplenza. Sono quindi inclusi anche quelli che non erano rientrati nell'emissione speciale o che sono stati autorizzati dopo il 15 ottobre.

Secondo quanto previsto da SEPA, gli istituti di credito potranno disporre gli accrediti sui conti correnti degli interessati dalla mezzanotte alle ore 24 del 27 ottobre.

Stipendi arretrati dei supplenti brevi: a quando il pagamento?

Se per quanto riguarda l'emissione speciale del 15 ottobre c'è quindi la certezza di una data di esigibilità, rimane ancora aperto il nodo degli stipendi arretrati.

Su questo aspetto, il sindacato FLC CGIL ha inviato un nuovo sollecito al MEF per velocizzare un accreditamento dei fondi alle singole scuole. L'obiettivo è quello di liquidare nel minore tempo possibile gli stipendi arretrati per i supplenti brevi e saltuari.

Dal canto suo, il Ministero dell'Economia e della Finanza dovrà stanziare le risorse aggiuntive così da fornire una copertura al pagamento delle retribuzioni arretrate.

Bisogna infatti tenere conto che non tutti i supplenti sono al 30 giugno o al 31 agosto. Hanno al contrario contratti di supplenza anche molto brevi, che spesso devono rifiutare proprio a causa ritardi nei pagamenti.

Lascia un commento

Torna su