19 Novembre 2019 Personale Ata Commenti

Concorso personale ATA pulizie 2020: bando, requisiti, domanda, posti, immissione e graduatoria

Da marzo 2020 stop ai servizi di pulizia e ausiliari nelle scuole italiane. Tali compiti saranno affidati esclusivamente al personale ata dipendente con lo specifico profilo di collaboratore scolastico. Non sarà più possibile, pertanto, l'appalto dei servizi di pulizia dal momento che essi verrano internalizzati nei singoli istituti scolastici attraverso le assunzioni che toccheranno anche i lavoratori ex Lsu e appalti storici, da molti anni in attesa di una stabilizzazione. Il bando è disponibile sul sito del MIUR. Adesso analizziamo nel dettaglio tutte le informazioni che ci servono per capire come partecipare al concorso.

concorso ATA pulizie: BANDO

È stato pubblicato il bando che contiene tutte le informazione necessarie per partecipare al concorso. La procedura concorsuale, che si svolgerà su base provinciale, determinerà l'assunzione di ben 11.263 lavoratori totali che verranno internalizzati nelle scuole con lo specifico profilo di collaboratore scolastico.
Cosa studiare per il concorso? Niente, poiché la selezione terrà conto dei soli titoli in possesso dei candidati, non essendo previsti colloqui o prove finalizzate all'assunzione. Al termine della procedura i candidati saranno collocati in una graduatoria provinciale di merito formulata sulla base del punteggio complessivo conseguito. Il candidato che risulterà utilmente collocato in graduatoria di merito verrà assunto con un contratto a tempo indeterminato che potrà essere con orario pieno o part-time, in base alle risorse disponibili.

Visualizza il Bando


concorso ata pulizie: REQUISITI

Il bando prevede una procedura selettiva per soli titoli finalizzata alla costruzione di una graduatoria di merito articolata su base provinciale. Potranno partecipare al concorso tutti i candidati in possesso dei requisiti indicati all'art. 4 del bando:

  • diploma di scuola secondaria di primo grado (terza media), purché conseguito entro la data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione (31 dicembre);
  • esperienza nel settore delle pulizie svolto per almeno 10 anni anche non continuativi, inclusi il 2018 e il 2019, in servizi di pulizia e ausiliari presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità di dipendente a tempo indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento di tali servizi.

Per il raggiungimento dell'anzianità di servizio decennale, Il calcolo è effettuato sull'anno solare. In caso di mancata maturazione dell'anno, è valido il cumulo dei mesi e delle frazioni di mese superiori a 15 giorni riferiti ad anni solari diversi. Inoltre, i periodi di sospensione obbligatoria del servizio in corso d'anno saranno considerati come servizio effettivo. Verrano presi in considerazione gli anni di servizio prestati nelle scuole statali a partire dall'anno 2000, effettuati tramite contratti di appalto per i servizi di pulizia e altri servizi ausiliari, stipulati anche per lo svolgimento di funzioni corrispondenti a quelle di collaboratori scolastico.

concorso ata pulizie: DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

La domanda di partecipazione deve essere compilata in modalità telematica attraverso:

  • l'applicazione "Piattaforma Concorsi e Procedure selettive", previo possesso delle credenziali SPID o di un'utenza valida per l'accesso ai servizi presenti nell'area riservata MIUR;
  • il servizio "Istanze on Line (POLIS)", previo possesso di un'utenza valida per l'accesso ai servizi presenti sull'area riservata MIUR oltre al possesso dell'abilitazione.

La domanda deve essere presentata, entro le ore 14,00 del 31 dicembre 2019. Sarà indirizzata all'Ufficio scolastico regionale competente per territorio e, a pena di esclusione, può essere presentata esclusivamente per la provincia dove ha sede la scuola nella quale il candidato presta la propria attività lavorativa al momento della presentazione della domanda. Le domande presentate con modalità diverse non saranno prese in considerazione.

VEDI ANCHE: Istanze On line Miur: cos'è, come iscriversi e codice personale

concorso ATA PULIZIE: graduatoria di merito

Al termine del concorso i candidati saranno collocati in una graduatoria provinciale di merito formulata sulla base del punteggio complessivo conseguito. Le graduatorie saranno pubblicate nell'albo e sul sito dell' USR e degli ambiti territoriali e a partire da tale data decorrerà il termine per le eventuali impugnative. In caso di rinunce all'immissione in ruolo, l'USR competente si riserva di scorrere la graduatoria provinciale di merito, nei limiti dei posti disponibili.

concorso ATA PULIZIE: immissione in ruolo

il candidato collocato nella graduatoria finale di merito, in regola con la prescritta documentazione, potrà stipulare un:

  • contratto di lavoro a tempo indeterminato con orario pieno;
  • contratto di lavoro a tempo indeterminato con orario part-time.

Le assunzioni sono effettuate con riserva di accertamento dei requisiti ed i contratti sono condizionati all'esito della verifica dei titoli dichiarati. Se il candidato, senza giustificato motivo, non assume servizio entro il termine stabilito, o non presenta, entro 30 giorni, i documenti di rito richiesti per la stipula del contratto, decade dall'assunzione e in tal caso subentra il primo candidato in posizione utile secondo l'ordine di graduatoria.
I lavoratori che verranno assunti sono soggetti al periodo di prova disciplinato dal vigente Contratto collettivo nazionale del personale scolastico.

concorso ATA PULIZIE: POSTI DISPONIBILI

Nella tabella seguente sono riportati i posti disponibili per regione previsti nel bando.

REGIONE N. POSTI DISPONIBILI
Abruzzo 386
Basilicata 162
Calabria 612
Campania 2.536
Emilia Romagna 550
Friuli Venezia Giulia 40 (30 negli istituti in lingua italiana; 10 negli istituti in lingua solvena)
Lazio 1.728
Liguria 128
Lombardia 392
Marche 259
Molise 82
Piemonte 498
Puglia 1.611
Sardegna 205
Sicilia 952
Toscana 595
Umbria 179
Veneto 348

Per avere un quadro completo sui posti messi a disposizione nelle regioni e nelle singole province vi invitamo a prendere visione dell'apposita tabella insertita all'interno del bando. La tabella è articolata nel seguente modo:

  • numero dei posti provinciali disponibili per il profilo di collaboratore scolastico;
  • numero minimo di contratti a tempo pieno nella provincia di riferimento;
  • numero massimo di contratti a tempo parziale nella provincia di riferimento.

È dunque previsto un numero di posti disponibili a livello provinciale. Tale numero è suddiviso, a sua volta, in un numero minimo di posti a orario pieno e un numero massimo di posti a orario part-time.

Lascia un commento

Torna su