12 Settembre 2018 Normative Commenti

Come funziona il bonus cultura 2000 per diciottenni

La legge di Bilancio 2018, dopo un lungo tira e molla, ha permesso di ripristinare il bonus cultura 2000 per dare un incentivo economico ai giovani che compiono 18 anni nel 2018 e nel 2019, in pratica per tutti quelli nati nel 2000 e il 2001.
Ma come funziona questo bonus? come richiederlo? e soprattutto: come spenderlo?
Continuate a leggere ed avrete le risposte.

Cos'è il Bonus cultura 2000 e a chi spetta?

Per dare una definizione, il bonus cultura 2000 è un bonus di 500 € destinato ai giovani studenti appartenenti alle seguenti categorie:

  • nati nel 2000 che compiono 18 anni nel 2018;
  • nati nel 2001 che compiono 18 anni nel 2019;

Esso agevola e incentiva i giovani nell'acquisto di materiale, beni o servizi volti a incrementare il loro bagaglio culturale.
Tuttavia non viene spedito a casa o riconosciuto al giovane automaticamente una volta compiuti i 18 anni, esiste infatti una ben precisa procedura da seguire per richiederlo e attivarlo.

Bonus cultura per il 2018: ecco come richiederlo, ottenerlo ed attivarlo

Sarà possibile richiedere il bonus cultura 2018 per i nati nel 2000 una volta divenuti diciottenni, seguendo un iter specifico che descriveremo passo per passo.

  1. richiedere lo Spid iscrivendosi ad enti certificatori autorizzati o Provider una volta compiuti 18 anni;
  2. inserire i propri dati personali richiesti (indirizzo e-mail, cellulare, documento di identità e tessera sanitaria);
  3. ottenuto lo Spid procedere registrandosi sul sito www.18app.italia.it, indicando credenziali Spid e Provider di riferimento;
  4. seguire la procedura di registrazione e accettare la normativa;

Portati a compimento tutti questi passaggi sarà possibile visualizzare il proprio budget ed iniziare a fare i propri acquisti in cultura.
Ricordiamo che ci sono dei limiti di tempo entro cui effettuare la registrazione al sito 18app.italia.it e sono i seguenti:

  • entro il 30 giugno 2018 per i nati nel 1999;
  • entro il 30 giugno 2019 per i nati nel 2000;
  • entro 30 giugno 2020 per i nati nel 2001;

Bonus cultura di 500 €: cosa comprare

Veniamo ora al punto principale del discorso, quello che gli studenti interessati si stanno chiedendo da un pezzo, ovvero: cosa si può acquistare con i 500 € del bonus cultura?
Sembra abbastanza ovvio che questo budget non sarà utilizzabile senza criterio per acquisti totalmente scollegati dal mondo della cultura, ma è anche vero che rispetto all'anno passato il numero e la tipologia di "acquisto" sono cambiate.
Non solo sarà possibile acquistare materiale didattico o corsi di formazione, ma a saranno disponibili anche attività che ruotano attorno al mondo della cultura anche se non si svolgono strettamente tra le mura scolastiche.
In sintesi, ecco la lista di cosa comprare con i 500 euro del bonus cultura 2000:

  • abbonamento o biglietto di ingresso per il cinema;
  • abbonamento o biglietto di ingresso per i concerti;
  • abbonamento o biglietto di ingresso per musei e simili;
  • abbonamento o biglietto di ingresso per il teatro;
  • biglietti di ingresso per eventi culturali come festival, fiere ecc;
  • libri, che siano essi in formato cartaceo, audiolibri o ebook;
  • corsi di musica, teatro, lingua ecc;
  • dischi in vinile, album musicali, musica online;

Ogni altra spesa verrà ritenuta non attinente al benefit e costituirà un illecito punibile per legge con:

  • sanzione amministrativa;
  • sequestro dei beni;

Come spenderlo?

Dopo aver indicato quali acquisti è possibile effettuare con il bonus cultura per diciottenni, apriamo una piccola parentesi su come è possibile spenderlo, ovvero come effettuare il pagamento al momento Bisognerà:

  • accedere a 18app con Spid;
  • selezionare "CREA NUOVO BUONO" nel menù in alto a sinistra;
  • specificare se si tratta di acquisto online o in negozio;
  • specificare il tipo di bene da acquistare;
  • inserire l'importo nell'apposito riquadro selezionare la voce "CREA BUONO".

Portata a termine correttamente questa procedura si riceverà una comunicazione, si tratta del buono vero e proprio che potrà essere salvato in formato PDF e stampato.

Lascia un commento