17 Luglio 2018 Personale Ata Commenti

Concorso DSGA 2018: bando, requisiti di accesso e prove

Concorso DSGA 2018: bando, requisiti di accesso e prove

Ultime notizie sul Concorso DSGA assicurano che il Ministro Bussetti si è messo a lavoro per far si che il concorso per Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi inizi al più presto, dando così la possibilità ai candidati idonei di ricoprire circa 2.000 posti di DSGA vacanti.
Scopriamone di più.

Concorso DSGA 2018: il Bando

Il nuovo ministro dell'Istruzione ha comunicato che sono iniziati i lavori per la pubblicazione del bando di concorso per DSGA 2018, affermando che sarà "pubblicato il prima possibile".
D'altro canto la legge 205 del 27 dicembre 2017, detta legge di "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020" ha già previsto e stanziato i fondi per l'allestimento di tale concorso.
Il Ministro tuttavia è stato vago e non ha fatto il minimo cenno ad una possibile data di pubblicazione, anche se la suddetta legge prevede che il concorso sia bandito entro il 2018.
In attesa di sapere quando uscirà e quali sono le date, soffermiamoci su quali sono i requisiti per partecipare al concorso.

Chi può partecipare al Concorso DSGA: i Requisiti di accesso

Per quanto riguarda i requisiti, secondo la normativa vigente al corso potranno partecipare solo coloro che sono in possesso di una laurea nei seguenti indirizzi:

  • Giurisprudenza;
  • Economia e Commercio;
  • Scienze Politiche;
  • Scienze Sociali;
  • Scienze Amministrative;

Tuttavia tra i titoli e i requisiti di ammissione figurano anche alcuni diplomi di laurea specialistica, ovvero:

  • LS-22;
  • LS-64;
  • LS-71;
  • LS-84;
  • LS-90;
  • LS-91.

La normativa inoltre aggiunge che alle prove di esame saranno ammessi anche gli assistenti amministrativi, a patto che essi abbiano maturato 36 mesi di esperienza nello svolgimento delle funzioni di DSGA negli ultimi 8 anni, tuttavia non è stato specificato se ci sarà una quota di posti riservati a loro o meno.

Concorso DSGA 2018: Prove e Materie da Studiare

Plausibilmente il corso per Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi del 2018 sarà strutturato in tre prove:

  • Prova Preselettiva con 100 domande a risposta multipla;
  • Prova Scritta;
  • Prova Orale;

Nella prova scritta il candidato DSGA dovrà dimostrare la sua preparazione nelle discipline affini al ruolo che dovrà svolgere, dunque le materie da studiare sono le seguenti:

  • Organizzazione della Repubblica e organizzazione del sistema istruzione;
  • Diritto Amministrativo;
  • Contabilità di Stato;
  • Diritto Pubblico;

La prova orale, invece, avrà un carattere più specifico e si spazierà sugli argomenti, le materie da studiare qui saranno:

  • decentramento amministrativo;
  • autonomia scolastica;
  • regolamento di contabilità;
  • norme di sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • rapporto di lavoro nel comparto scuola;
  • codice della privacy.

I candidati dovranno inoltre dimostrare di avere delle competenze digitali nell'uso di hardware e software più diffusi nel settore e di conoscere una lingua straniera a scelta tra:

  • Inglese;
  • Francese;
  • Tedesco;
  • Spagnolo;

Posti vacanti disponibili per il Concorso di DSGA 2018

Anche se non ci sono ancora notizie ufficiali si vocifera che i posti disponibili da occupare con il concorso DSGA 2018 potrebbero essere circa 1.700, a cui bisognerebbe aggiungere altri 700 posti che saranno resi vacanti dai pensionamenti, per un totale di 2.400.
Si tratta tuttavia di dati ufficiosi, quindi non ci resta che attendere la pubblicazione del bando di concorso che confermerà o smentirà le nostre previsioni.

Lascia un commento