03 Ottobre 2019 Personale Ata Commenti

Prove Scritte del Concorso DSGA: Data, Modalità di Svolgimento, Durata, Punteggi, Nota MIUR

L'articolo 13 del bando del concorso per DSGA pubblicato in gazzetta ufficiale il 28 dicembre, fornisce agli aspiranti direttori dei servizi generali ed amminsitrativi delle specifiche direttive relative alle prove scritte. Sulla Gazzetta Ufficiale n. 75 del 20 settembre 2019 il MIUR ha pubblicato il diario delle prove scritte del concorso nel presente articolo riporteremo tutte le informazioni importanti che i candidati ammessi alle prove scritte devono sapere.

Prove Scritte DSGA: Quando

Il Calendario relativo allo svolgimento delle prove scritte è stato comunicato con avviso, che avrà valore di notifica, su:

  • Gazzetta Ufficiale;
  • Sito del Ministero;
  • Siti degli USR competenti;

Le prove si svolgeranno, dunque, nelle seguenti date:

  • Martedì 5 novembre 2019;
  • Mercoledì 6 novembre 2019;

Le Sedi della prova scritta

L'elenco delle sedi individuate dagli USR verrà comunicato al pubblico almeno 15 giorni prima dello svolgimento delle prove sui rispettivi siti e su quello del Ministero.
Anche questo avviso avrà valore di notifica a tutti gli effetti, ed esso conterrà:

  • Ubicazione esatta;
  • Destinazione dei candidati divisi in ordine alfabetico;
  • ulteriori istruzioni operative;

Nota MIUR n. 2462 - 02/10/2019

Il Miur, in data 2 ottobre 2019, ha inviato agli istituti scolastici la nota n. 2462, contenente indicazioni relative allo svolgimento delle prove scritte che si terranno in modalità cartacea.
Tale nota, nello specifico, riporta istruzioni relative a:

  • nomina dei referenti di sede delle istituzioni scolastiche;
  • modalità di funzionamento del Plico Telematico per l'invio delle tracce delle prove scritte;

Come si svolgeranno le prove scritte

Per lo svolgimento delle prove in modalità cartacea verrà adottato un sistema analogo a quello tipico degli esami di Stato di Scuola Secondaria di II Grado, i passaggi che ciascuna scuola dovrà adottare saranno i seguenti:

  1. comunicare al Miur, tramite SIDI, tanti referenti di sede o referenti del Plico telematico quante sono le sedi della scuola in cui gli esami hanno luogo.
  2. referente del Plico telematico ha tempo dal 30 ottobre al 4 novembre 2019 alle ore 14:00 per scaricare il Plico telematico che contiene le prove d'esame criptate, tramite SIDI;
  3. il 5 e il 6 novembre prima delle 10:00 (ora fissata per l'inizio delle prove), i presidenti dovranno recarsi nella postazione di lavoro dedicata al Plico Telematico;
  4. Il Referente del Plico attiverà l'applicazione utilizzando le credenziali comunicate durante il download della stessa (Codice Utente e Password)
  5. Il Presidente e il referente del Plico inseriranno l'apposita "Chiave Ministero" per decriptare le prove;
  6. Una volta decriptata la prova, si dovrà cliccare sul pulsante Apri o Salva per procedere a stampare il contenuto.
  7. inserita la Chiave Ministero, occorre cliccare il pulsante Apri o Salva per stampare la prova.

Ricordiamo che la Chiave Ministero che permette di decriptare il contenuto delle prove scritte sarà fornita dal MIUR nelle mattine del 5 e del 6 novembre, e che ogni prova avrà la sua chiave specifica.

Quali sono le prove

Le prove scritte che gli aspiranti DSGA saranno chiamati a sostenere per proseguire la procedura concorsuale sono le seguenti:

  • una prova costituita da 6 domande a risposta aperta;
  • una prova teorico-pratica;

Lo scopo della prova composta da 6 domande a risposta aperta sarà verificare le conoscenze del candidato in relazione alle materie di esame indicate nell'Allegato B del DM 863.
La prova teorico pratica invece si baserà sulla risoluzione di un caso concreto tramite la redazione di un atto su un argomento relativo alle medesime materie.

Durata

Da regolamento, ognuna delle due prove scritte avrà una durata massima di 180 minuti, verrà fatta eccezione solo per i candidati disabili.
Questi ultimi potranno, infatti, beneficiare di un ulteriore tempo aggiuntivo di svolgimento secondo quanto previsto ai sensi dell'art. 20 della legge 104 del 92.

Valutazione e punteggi

Il punteggio massimo che il candidato potrà conseguire in ciascuna delle prove è di 30 punti.
Nella prima fase, ciascuna delle 6 domande a risposta aperta verrà valutata con un punteggio che andrà da 0 a 5, mentre per la prova tecnico-pratica il punteggio assegnato sarà compreso tra 0 e 30.
Il punteggio minimo da conseguire in ciascuna delle prove è di 21/30.
La commissione dovrà procedere immediatamente alla correzione delle prove, dando priorità alle 6 domande a risposta multipla e nel caso in cui il candidato non raggiunga il punteggio di 21, la prova si considererà fallita e non si proseguirà con la correzione della prova tecnico-pratica.

Prove scritte DSGA: Materie da Studiare

Come prepararsi alla prova scritta del concorso DSGA?
Le Materie che i candidati dovranno studiare per affrontare le prove che si terranno il 5 e il 6 novembre, sono quelle contenute nell'Allegato B del DM 863, ovvero:

  • Diritto costituzionale e Diritto amministrativo con riferimento al diritto dell'Unione Europea;
  • Diritto civile;
  • Contabilità pubblica in riferimento alla gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche;
  • Diritto del lavoro con riferimento particolare al contratto del pubblico impiego;
  • Legislazione scolastica;
  • Ordinamento e gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche autonome e stato giuridico del personale scolastico;
  • Diritto penale con particolare riferimento ai delitti contro la Pubblica amministrazione;

Visualizza
Allegato B

Quali documenti occorrono per presentarsi alla prova?

I candidati dovranno presentarsi nelle sedi d'esame a cui sono stati assegnati, nel giorno e nell'ora stabiliti muniti di:

  • Documento di riconoscimento valido;
  • Codice Fiscale;

La mancata presentazione comporta l'esclusione dalla procedura concorsuale.

Cosa non si può utilizzare

Durante le prove ai candidati saranno vietati, pena l'esclusione dal concorso:

  • telefoni cellulari;
  • palmari;
  • calcolatrici;
  • strumenti idonei alla memorizzazione di informazioni;
  • strumenti idonei alla trasmissione di dati;
  • supporti cartacei;
  • pubblicazioni e stampe di qualsiasi tipologia;
  • comunicare tra loro;

Cosa si può utilizzare

Sarà invece possibile avvalersi e consultare:

  • leggi;
  • atti aventi forza di legge;
  • fonti di rango secondario;
  • contratti collettivi nazionali del lavoro;
  • codici o raccolte normative;

Tra questi atti tuttavia non sono comprese le note ministeriali di qualsiasi tipo.
VEDI ANCHE: Concorso Dsga - Bando, Requisiti, Prove, Materie e Domande

Lascia un commento

Torna su