10 Ottobre 2018 Docenti Commenti

Concorso Straordinario Infanzia e Primaria: Bando, Requisiti, Punteggi e Graduatorie

Il concorso scuola straordinario per insegnanti della scuola dell'infanzia e primaria è un provvedimento preso per assicurare la continuità didattica dei diplomati magistrale entro l'a.s. 2001/2002 e dei laureati in scienze della formazione primaria, i quali non possedento un titolo abilitante all'insegnamento, non possono diventare insegnanti di ruolo.
In attesa della pubblicazione del bando contenente il regolamento per il concorso vi forniremo informazioni sulle modalità, sulla valutazione dei titoli e sui requisiti.

Il Bando del Concorso Straordinario e La Legge Dignità

La pubblicazione del bando per il concorso straordinario Infanzia e Primaria è stato previsto dalla Legge di Dignità, la quale afferma che:
Il contenuto del bando, i termini e le modalità di presentazione delle domande, i titoli valutabili, le modalità di espletamento della prova orale, i criteri di valutazione dei titoli e della prova orale, nonché la composizione delle commissioni di valutazione e la misura del contributo idonea sono disciplinati con decreto del Ministero , dell'istruzione, dell'università e della ricerca, da adottare entro sessanta giorni dall'entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto. L'entità del contributo è determinata in misura tale da consentire la copertura integrale, unitamente alle risorse a tal fine iscritte nello stato di previsione del Ministero, degli oneri per l'espletamento della proceduri concorsuali.
Secondo quanto detto nel Decreto Dignità il concorso straordinario sarà composto da due fasi:

  • la prova orale non selettiva;
  • la valutazione dei titoli;

Quando sarà pubblicato il bando del Concorso Straordinario Infanzia e Primaria?

Il concorso dovrà svolgersi necessariamente nell'anno scolastico 2018/2019 e dunque il MIUR ha già avviato le procedure per la sua pubblicazione.
Stando alla Legge Dignità i 60 giorni entro cui pubblicare il decreto scadono in data 10 ottobre, quindi a breve l'attesa potrebbe terminare.
il MIUR probabilmente bandirà il concorso straordinario in tutte le regioni, dato che da esso deriverà una graduatoria ad esaurimento.

Quanti sono i posti disponibili?

In attesa di conferme dal MIUR possiamo anticiparvi che i posti disponibili dovrebbero essere circa 12.000.

I requisiti di accesso al concorso straordinario

Al concorso straordinario per la scuola dell'infanzia e per la scuola primaria potranno partecipare i candidati in possesso dei seguenti requisiti d'accesso:

  • Diploma Magistrale acquisito entro l'a.s. 2001/02;
  • Laurea in Scienze della Formazione Primaria con due anni di servizio nella scuola statale per il posto rischiesto;

Tuttavia essere soltanto in possesso di uno di questi due titoli di studio non basterà: per poter prendere parte al concorso bisognerà aver effettuato 2 anni di servizio specifico nelle scuole statali negli ultimi 8 anni.
Il MIUR ha specificato, nell' articolo 11 al comma 14 della legge 124/1999 che per "2 anni di servizio" si intendono 180 giorni per a.s. o servizio continuativo dal 1° febbraio agli scrutini finali.

Il concorso sarà valido anche per i posti di insegnante di sostegno, per i quali potranno concorrere i docenti in possesso del requisito del titolo di specializzazione.

Concorso Straordinario Infanzia e Primaria: Punteggi

Ai candidati al concorso straordinario verranno assegnati dei punteggi secondo il seguente schema:

Fase del Concorso Punteggio Assegnabile
Prova Orale Non Selettiva fino a 30 punti
Valutazione dei Titoli fino a 70 punti

Per la valutazione dei titoli pare che non ci sarà nessun punteggio aggiuntivo per i docenti che hanno superato l'anno di prova nè agevolazioni per gli quelli assunti con riserva.
Particolare peso si darà invece all'anzianità di servizio.

Concorso Straordinario: Graduatoria ed Assunzione

Completato il concorso verrà formata un graduatoria nazionale dalla quale i dirigenti scolastici potranno attingere per le assunzioni di insegnanti della scuola dell'infanzia e primaria.
Tuttavia nell'assegnazione dei posti per le immissioni in ruolo, le GAE avranno ancora una volta la precedenza e si attingerà ad esse per l'assegnazione del 50% dei posti disponibili.
Per il restante 50% dei posti si darà priorità alle graduatorie di merito del Concorso 2016.
Alle Graduatorie del concorso straordinario per l'infanzia e la primaria sarà possibile attingere solo nel caso in cui le graduatorie di merito del concorso 2016 risultassero esaurite.

Lascia un commento