31 Marzo 2020 News Commenti

Coronavirus e Scuola: la nota operativa per l'attuazione del Decreto "Cura Italia" è stata inviata

Ormai è chiaro a tutti di come il Coronavirus abbia cambiato il volto del nostro paese prima e del mondo poi, investendo tutti i settori dell'operato umano e stravolgendone gli equilibri.
L'Italia, tra elogi e critiche, sta cercando la forza di reagire e di rimettersi in piedi, promuovendo iniziative e emanando decreti volti a contenere il diffondersi del contagio da Covid-19.

Naturalmente, il mondo della scuola non è immune da tutto ciò, infatti, in data 28 marzo 2020 è stata inviata agli istituti scolastici la nota operativa "prot.n. 562" per l'attuazione del Decreto Legge "Cura Italia".
Il Decreto, approvato dal governo, ha previsto lo stanziamento di 85 milioni di euro per la didattica a distanza, e di 43,5 milioni di euro per le pulizie straordinarie delle scuole.

La nota operativa è conseguente alla firma di due appositi decreti di riparto delle risorse stanziate alle singole istituzioni scolastiche, firmati entrambi dalla Ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina.
Tali decreti sono:

La nota, al fine di supportare le Istituzioni scolastiche nella gestione delle attività in un momento di estrema contingenza, fornisce alcune prime indicazioni essenziali rispetto all'applicazione del Decreto "Cura Italia", in particolare, sulle seguenti disposizioni afferenti al sistema scolastico:

  • pulizia straordinaria degli ambienti scolastici (art. 77);
  • differimento dei termini amministrativo-contabili (art. 107);
  • strumenti per la didattica a distanza (art. 120)

Di seguito alleghiamo il testo integrale della nota operativa pubblicato sul sito del Ministero dell'Istruzione.

Leggi la Nota prot.n. 562 del 28 marzo 2020

Lascia un commento

Torna su