16 Febbraio 2021 News Commenti

Covid 19 a Scuola: la variante inglese e l’appello dei presidi “indossare la doppia mascherina”

Da giorni la variante inglese comincia ad impensierire seriamente l'Italia, vuoi per le parole del consulente scientifico del Ministro Speranza, vuoi per la paura che questo nuovo ceppo possa colpire anche le fasce più giovani e rendere inefficaci i vaccini. Sta di fatto che la dichiarazione di Ricciardi che ha chiesto un lockdown nazionale con chiusura delle scuole, ha avuto l'effetto di un sasso gettato in uno specchio d'acqua: le increspature da esso generate si sono allargate a dismisura sfociando in polemiche che hanno spaccato in due l'opinione pubblica e la classe politica.

Si teme un aumento dei contagi del 50% entro la prima metà del prossimo mese ma, anche in questo caso, non si ricorrerebbe ad un lockdown generalizzato ma piuttosto ad una nuova divisione in zone rosse su base sub-regionale. Tuttavia sul fronte scuola non si è giunti ad una soluzione altrettanto concreta.

Le scuole chiuderanno a causa della variante inglese?

Si tratta di una domanda che preoccupa tanto i cittadini italiani quanto ISS, CTS e Ministero della Salute, in quanto:

  1. si sostiene che 1 caso di contagio su 5 sia attribuibile alla variante inglese;
  2. il nuovo ceppo britannico può colpire anche i più piccoli;
  3. le scuole in quarantena a causa di varianti covid-19 aumentano giornalmente.

La soluzione proposta è un attento monitoraggio da svolgersi nelle prossime settimane per poter intervenire, dati alla mano, con tutti i mezzi necessari, anche con una chiusura delle scuole e l'interruzione generalizzata della didattica in presenza.

Doppia mascherina a scuola: preoccupazione anche tra i presidi

La preoccupazione arriva dalle parole del Presidente dell'Associazione Nazionale dei Presidi, Antonello Giannelli, rilasciate a Sky tg 24,
bisogna stare attenti, soprattutto nelle aule dove ci sono ragazzi e docenti, ci vuole una rinnovata attenzione che deve essere monitorata
La preoccupazione sfocia in un appello disperato trasmesso tramite lettera a tutti di Dirigenti Scolastici dall'ANP
Si raccomanda di valutare l'utilizzo per docenti e studenti della doppia mascherina, facendo riferimento alla struttura commissariale dell'emergenza, con l'obiettivo di limitare ulteriormente i rischi e assicurare le lezioni in presenza nella massima sicurezza
La raccomandazione è, dunque, indossare la doppia mascherina a scuola ed è rivolta indistintamente a docenti, studenti e personale ATA. Nell'attesa di misure di arginamento più concrete, la diffusione del ceppo britannico potrebbe essere contrastata in questo modo. Secondo test condotti in suolo americano dal Centers for Disease Control and Prevention, usare la doppia mascherina a scopo preventivo riduce il rischio di trasmissione del virus fino al 95,5%. L'ANP, poi, sottolinea ancora una volta la qualità scadente di alcune forniture di mascherine messe a disposizione dall'ufficio del Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, (le mascherine Miranda/mutanda...ricordate?). A fronte della velocità a cui si diffonde tra i più giovani il virus e all'inadeguatezza dei DPI messi a disposizione fino ad ora, la richiesta di indossare la doppia mascherina a scuola non sembra così irragionevole.

Lascia un commento

Torna su