13 Ottobre 2020 News Commenti

Il Decreto Agosto è stato approvato in via definitiva! Ecco i provvedimenti per la scuola

La Camera dei Deputati ha approvato la legge di conversione del Decreto Legge n° 104/2020, meglio conosciuto come Decreto "Agosto". Il testo di legge è stato varato in estate con lo scopo di far fronte alla crisi costituita dalla pandemia da Covid 19, ma solo adesso ha ottenuto il via libera dal Parlamento con voto di fiducia alla camera. Il provvedimento, inizialmente di 115 articoli, è stato ampliato e adesso ne conta ben 165. Si parla di una cifra di 25 miliardi stanziata per risollevare le sorti dell'Italia e sanare un'economia messa a dura prova dall'emergenza sanitaria. di cui 1,5 miliardi saranno finalizzati alla ripresa delle attività scolastica. Scopriamo quali sono le misure introdotte.

Personale di Emergenza o "Organico Covid"

Con il decreto Rilancio prima e il decreto Agosto poi, è stato effettuato lo stanziamento di risorse finalizzate a dotare la scuola di personale aggiuntivo per far fronte alla situazione di emergenza. Si tratta di un gran numero di contratti destinati a membri del Personale Docente e del Personale ATA, noti come "organico covid" che con il testo approvato in via definitiva, hanno ottenuto un notevole supporto dal Governo: in caso di sospensione delle attività per lockdown, i contratti in questione non cesseranno.

Lavoratori Fragili e Congedi per Quarantena dei Figli

Un altro provvedimento degno di nota è lo stanziamento di54 milioni di euro per la sostituzione dei lavoratori fragili nelle istituzioni scolastiche, ciò conferma quanto previsto dalla nota emanata in data 11 settembre dal Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione del Ministero dell'Istruzione.
Verranno stanziati anche 1,5 milioni di euro per la sostituzione del personale che richiede congedo straordinario in occasione della quarantena dei figli.

Fondi per l'edilizia scolastica

Grazie al decreto avverrà un'anticipazione di spesa di oltre 1,1 miliardi di euro per il periodo che va dal 2021 al 2024. Un intervento del genere era, inizialmente, previsto per un periodo successivo, ovvero dal 2030 al 2034. Tale capitale verrà destinato agli interventi di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico nelle scuole secondarie di secondo grado. In questo provvedimento rientrano anche degli incrementi per il fondo della ricostruzione e la messa in sicurezza delle scuole delle Regioni colpite dagli eventi sismici. Si tratta di 10 milioni in più per il 2020 e di altri 10 milioni per il 2021.

Assunzione DSGA

Un'ulteriore misura è finalizzata ad assicurare l'operatività delle scuole tramite l'assunzione dei DSGA. Nelle regioni in cui la graduatoria di merito del Concorso 2018 non è intervenuta entro il 31 agosto 2020, i vincitori potranno essere immessi in ruolo anche successivamente, benché entro il limite del 31 dicembre 2020. Il Ministero afferma che in questo modo verranno salvaguardati sia i diritti dei vincitori che il buon funzionamento delle scuole. Inoltre la quota degli idonei all'assunzione viene estesa dal 30% al 50%. In fine, dal prossimo anno scolastico, i vincitori del concorso DSGA potranno servirsi di un meccanismo simile a quello della chiamata veloce utilizzata per i docenti.

Alla primaria: no al voto numerico

Chiudiamo con dei provvedimenti relativi al sistema di valutazione degli alunni della scuola primaria, che potrà avvenire solamente tramite giudizio descrittivo e non più con voti numerici. Si conclude così il percorso per il superamento dei voti numerici cui aveva dato inizio il Decreto "Scuola".

Lascia un commento

Torna su