22 Dicembre 2020 News Commenti

Emendamento Approvato: Ecco come sarà l’esame di stato 2021

La Commissione di Bilancio della Camera dei Deputati ha approvato l'emendamento numero 86.14 che prevede anche delle disposizioni relative alle modalità di svolgimento degli esami di stato per l'anno 2021. Se ricordate, l'esame di stato 2020, a causa della pandemia da Covid 19, è stato stravolto e rimodulato per adattarsi meglio alle esigenze, ora all'esame di stato previsto per l'anno venturo potrebbe toccare la stessa sorte. Ma vediamo, nello specifico, quali sono le direttive dell'emendamento in questione.

Esame di Stato 2021: Stanziamento di 30 milioni di euro

In primo luogo si parla di una cifra di 30 milioni di euro da stanziare per l'anno 2021, somma che sarà destinata ad agevolare lo svolgimento degli esami di stato sia nelle scuole statali che in quelle paritarie.
I fondi dovranno assicurare alle istituzioni scolastiche la possibilità di organizzare e gestire le procedure relative agli esami di stato 2021 nel rispetto degli standard di sicurezza previsti dalla normativa in vigore.

Esame di stato 2021: Svolgimento e Valutazione

La scelta delle modalità di svolgimento dell'esame e la relativa valutazione sarà il Ministero dell'Istruzione che avrà il potere di emanare delle ordinanze specifiche in materia. Tra queste modalità possono rientrare anche quelle individuate per l'esame di stato 2020.

Modalità di svolgimento dell'esame di Stato 2020

Per quanto riguarda le modalità di svolgimento era previsto il maxi-orale articolato in 5 fasi durante le quali il candidato doveva:

  1. Discutere un elaborato relativo alle discipline di indirizzo oggetto della seconda prova;
  2. Discutere un breve testo oggetto di studio in lingua/letteratura italiana;
  3. Analizzare materiale scelto per lui dalla commissione;
  4. Relazionare sull'esperienza di PCTO svolta;
  5. Dimostrare conoscenze e competenze nell'ambito di "cittadinanza e costituzione";

Modalità di valutazione dell'esame di Stato 2020

Per quanto riguarda la valutazione, invece, il voto massimo raggiungibile era di 100 punti composti nel seguente modo:

  1. 40 punti derivati dalla valutazione del maxi-orale;
  2. 60 punti guadagnati durante il percorso scolastico con i crediti formativi.

Dovevano essere guadagnati nell'ultimo triennio formativo secondo il seguente schema:

Numero di punti Classe di assegnazione
18 punti classe terza
20 punti classe quarta
22 punti classe quinta

Conclusioni

Per quanto riguarda l'esame di stato 2021 tutto è, in realtà, ancora da stabilire. Possiamo dire che "chi" dovrà decidere è già stato individuato e, nella fattispecie, sarà il Ministero tramite specifiche ordinanze. Il resto dipende da come si evolverà la situazione epidemiologica nei mesi che ci separano dal giorno dell'esame (anche questo ancora da stabilire). Ci impegnamo a tenervi informati non appena saranno disponibili nuovi aggiornamenti in materia.

Lascia un commento

Torna su