28 Dicembre 2018 Docenti Commenti

Graduatorie MAE per le Supplenze all'estero: Requisiti, Domanda, Supplenze

Abbiamo visto in alcuni nostri articoli quali sono i modi, i ruoli e i requisiti per insegnare all'estero, citando puntualmente l'inserimento nelle graduatorie MAE, ma che cosa sono per l'esattezza? quanto dura una supplenza assegnata servendosi di esse?
Oggi risponderemo a queste e molte altre domande sulle graduatorie mae per le supplenze all'estero.

Cosa sono le Graduatorie MAE

Sono apposite graduatorie, indette tramite un'apposita circolare del Ministero degli Affari Esteri, utilizzate per raccogliere i nomi e i dati sui candidati supplenti da destinare all'estero.
Esse sono costituite per:

  • titoli culturali;
  • titoli didattici;

e una volta costituite, hanno una validità di 3 anni.
Sono divise in 3 fasce, in ciascuna delle quali i residenti nel Paese in questione hanno la precedenza sui non residenti.

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA: REQUISITI

Possono fare la domanda di inserimento nelle graduatorie tutti coloro che risultano in possesso di:

  • titolo idoneo all'insegnamento per il posto o la classe di concorso per cui si fa richiesta;
  • conoscenza della lingua dell'area geografica in cui si trova l'istituzione per cui si fa richiesta;

Tuttavia vi sono dei requisiti preferenziali che avvantaggiano il posizionamento in graduatoria, essi sono:

  • l'abilitazione all'insegnamento;
  • l'inclusione nelle GAE in Italia;
  • la residenza nel paese in cui si fa richiesta di supplenza;

Per l'assegnazione delle supplenze, dunque, i residenti avranno la precedenza rispetto ai non residenti, così come gli abilitati rispetto i non abilitati.
Per quanto riguarda i docenti di ruolo che vogliono inserirsi nelle graduatorie MAE, essi devono risultare decaduti dall'impiego di ruolo entro lo scadere della presentazione della domanda.
I docenti in pensione entro i 65 anni di età, possono chiedere l'inserimento nelle graduatorie, ma non potrà essere riconosciuto loro, come titolo valutabile, il servizio che ha dato luogo al trattamento di quiescenza.

Domanda di inserimento nelle Graduatorie MAE

L'inserimento in graduatoria avviene tenendo conto deititoli dichiarati dal candidato, che vengono valutati secondo le tabelle allegate alle disposizioni.
Per quanto riguarda l'inclusione nella prima fascia l'aspirante deve solo dichiarare il punteggio assegnatogli dall'Ufficio Scolastico Provinciale.
Per capire in quale paese è possibile fare domanda di inserimento è necessario consultare l'elenco dei posti di contingente statale all'interno dei quali sono indicati gli insegnamenti attivati per ogni istituzione scolastica.
Per quanto riguarda le tempistiche invece la domanda va presentata entro 30 giorni dalla pubblicazione delle disposizioni.
Le domande vanno inviate ad enti diversi a seconda dei casi:

  • Agli indirizzi delle scuole, nel caso delle circoscrizioni consolari in cui sono presenti solo scuole statali;
  • All'indirizzo della scuola statale e/o all'indirizzo dell'Ufficio scuola presso la Rappresentanza Diplomatica, nel caso delle circoscrizioni consolari in cui sono presenti sia scuole statali che altri tipi di istituzioni scolastiche;
  • All'indirizzo dell'Ufficio scuola presso il Consolato o l'Ambasciata nel caso delle circoscrizioni consolari in cui non sono presenti scuole statali;

Per conoscere l'esito della domanda di inserimento bisognerà consultare le graduatorie redatte dai Dirigenti Scolastici o dalle Rappresentanze diplomatico-consolari e pubblicate su siti delle scuole statali e dei Consolati o Ambasciate.
Le scuole e gli uffici scuola presso cui si è presentata la domanda diventeranno poi i primi referenti da consultare in caso in cui si avesse bisogno di ulteriori informazioni.

Quanto durano le supplenze da graduatorie MAE?

Il periodo di durata delle supplenze varia a seconda del caso.
Per corsi di lingua e cultura italiana potrebbero essere assegnate supplenze di un singolo giorno, mentre in caso di sostituzione di un docente titolare di cattedra assente per malattia la supplenza potrebbe durare mesi.
Le supplenze possono essere conferite anche:

  • in attesa dell'arrivo in sede del titolare;
  • per coprire ore non costituenti cattedra (cosiddetti spezzoni) dall'inizio al termine delle attività didattiche;
  • su posti vacanti per mancanza del relativo docente di ruolo, fino al termine delle attività didattiche;

VEDI ANCHE: Personale scolastico da destinare all'estero - requisiti e formazione Come insegnare all'estero Certificazioni di lingua straniera riconosciute dal MIUR Selezione personale scolastico da destinare all'estero

Commenti

  • Francesca 29/01/2019 - 22:32

    Non trovo il bando ...è uscito per l'anno scolastico 2019/2020?grazie

    Rispondi
    Redazione Universo Scuola 01/02/2019 - 09:51

    Salve, il bando per la selezione per titoli per il personale da destinare all'estero è stato pubblicato, ma purtroppo il termine per la presentazione della domanda è scaduto il 28 gennaio.

Lascia un commento

Torna su