06 Aprile 2021 News Commenti

Inizio scuola dopo Pasqua 2021: cos’è previsto per le zone rosse e arancioni

La divisione in colori prevista dal Decreto Covid per dopo le festività pasquali entra in vigore oggi, 6 aprile 2021 e si protrarrà fino al 30 aprile. Un ritorno a scuola dopo le vacanze che vedrà l'Italia senza Zone Gialle per circa un mese in quanto, ai sensi del Decreto approntato dal Governo Draghi, per tutto aprile le regioni italiane saranno divise in aree rosse ed aree arancioni. Di seguito elencheremo le disposizioni applicate per le relative zone e le regioni interessate.

Scuole in Zona Rossa fino al 30 aprile 2021: cos'è previsto?

Le aree rosse, come ormai ben sappiamo, sono quelle in cui l'indice di contagio è maggiore e le misure sono più restrittive, dove ci si potrà muovere solo per motivi di lavoro, salute o di necessità a patto che si abbia l'autocertificazione. Tra le strutture chiuse ci sono i bar e i ristoranti (a cui però è concesso servizio a domicilio e d'asporto), i cinema, i teatri, le palestre e tutti i negozi ad eccezione dei servizi essenziali. Tuttavia, la scuola rimane aperta anche in zona rossa. Si ricorrerà alla DaD sono per le classi che vanno dalla seconda media in poi, mentre dalla prima media in giù si dovranno garantire le lezioni in presenza. In ogni caso, anche per le seconde e le terze classi delle scuole medie e per le superiori, le lezioni in presenza saranno garantite per:

  1. attività che prevedono l'utilizzo dei laboratori
  2. alunni disabili o BES;
  3. altri alunni appartenenti alla sezione/classe degli alunni BES necessari ad attuare l'inclusione.

Quali sono le regioni in Zona Rossa?

Le regioni che sono state classificate come aree rosse sono le seguenti:

  1. Calabria;
  2. Campania;
  3. Emilia Romagna;
  4. Friuli Venezia Giulia;
  5. Lombardia;
  6. Piemonte;
  7. Puglia;
  8. Toscana;
  9. Val d'Aosta.

Scuole in Zona Arancione fino al 30 aprile 2021: cos'è previsto?

Meno pesanti le misure previste per le regioni arancioni nelle quali ci si potrà spostare all'interno del comune dalle 5 alle 22, ulteriori spostamenti sono concessi solo per motivi di lavoro, studio, salute o altre motivazioni di necessità dimostrabile. Anche qui non sono aperti al pubblico cinema, teatri, palestre, ristoranti e bar, e le visite ad amici e parenti sono limitate a 2 persone e verso una sola casa nel comune. Le scuole rimangono aperte per assicurare le lezioni in presenza. Forme di didattica integrata verranno applicate nelle scuole superiori dove si ricorrerà alla Didattica a Distanza per quote dal 25% al 50% degli alunni della classe. Anche in area arancione valgono le eccezioni per:

  1. attività che prevedono l'utilizzo dei laboratori
  2. alunni disabili o BES;
  3. altri alunni appartenenti alla sezione/classe degli alunni BES necessari ad attuare l'inclusione.

Quali sono le regioni in Zona Arancione?

Le regioni collocate in area arancione sono le seguenti:

  1. Abruzzo;
  2. Basilicata;
  3. Lazio;
  4. Liguria;
  5. Marche;
  6. Molise;
  7. Sardegna;
  8. Sicilia;
  9. Trentino-Alto Adige;
  10. Umbria;
  11. Veneto.

Lascia un commento

Torna su