17 Febbraio 2021 News Commenti

Maturità 2021: come sarà l'esame di stato con il nuovo Ministro dell'Istruzione Bianchi?

Patrizio Bianchi, il nuovo Ministro dell'Istruzione incaricato dal Presidente Mario Draghi, si prefigge come primo impegno quello di risolvere la questione Maturità 2021 lasciata irrisolta, per cause di forza maggiore, dalla precedente ministra. Bianchi si dice ottimista e, come dichiara a La Repubblica, prevede di portare a compimento il suo obiettivo entro la settimana. Vediamo, nello specifico, cosa potrebbe cambiare nello svolgimento dell'esame di stato.

Esame di maturità 2021: come sarà?

Il progetto di Bianchi per l'Esame di Maturità di quest'anno è semplice: niente prima e seconda prova, ovvero niente scritti, si terrà un Maxi Orale e si potrebbe verificare la reintroduzione della tesina multidisciplinare.

Il PCTO, una volta chiamato Alternanza Scuola-Lavoro, potrebbe avere una funzione di rilievo nello nello svolgimento del maxi orale, e sembrano confermati anche prove Invalsi e scrutini. L'ammissione all'esame, infatti, sarà subordinata al raggiungimento da parte dello studente di una media dei voti sufficiente. Tra le riconferme potrebbe esserci la formula per la composizione della commissione d'esame, con tutti i membri interni eccetto il presidente.

A differenza dell'anno precedente, all'esame di maturità 2021 potrebbe essere prevista la possibilità di bocciatura in caso di esito negativo.

Bianchi continuerà il lavoro di Lucia Azzolina

La linea del Ministro Bianchi per l'esame di stato segue, chiaramente, il percorso tracciato dalla predecente Ministra Lucia Azzolina, di cui lo stesso Bianchi loda il lavoro definendolo "massiccio e importante", aggiungendo di aver l'impressione che non sia stato messo abbastanza in evidenza tutto quello che la scuola italiana ha fatto e sta ancora facendo (effettivamente i riflettori sono stati puntati solo sui banchi a rotelle!). Il Ministro afferma che continuerà il lavoro di Azzolina cercando di trovare un modo per risolvere i problemi specifici del settore dell'istruzione.

La reintroduzione della tesina per la maturità 2021 fa discutere

L'opzione di una tesina multidisciplinare come "supporto" alla prova orale dell'esame di maturità ha dato origine ad una discussione che è sfociata in una vera e propria spaccatura su due fronti:

  • gli studenti sembrano favorevoli in quanto vedono la tesina come una sorta di "assist" da sfruttare per far bene al maxi orale;
  • i docenti, alcuni almeno, sono contrari poichè ritengono che dia adito al "copia-incolla" contro cui si sono battuti per anni.

Bianchi e Maturità 2021: News entro la fine della settimana

Ricordiamo che quelle trattate nell'articolo sono notizie non ufficiali trapelate dal Ministero, ipotesi verosimili ma ancora non concrete. Tuttavia, prendiamo per buone le parole del Ministro Patrizio Bianchi e scegliamo di condividere il suo ottimismo riguardo alla velocità di risoluzione dell'enigma "Maturità 2021". Entro questa settimana, quindi, dovrebbero arrivare le disposizioni definitive per l'organizzazione della prova d'esame. Vi aggiorneremo non appena avremo nuove news a riguardo.

VEDI ANCHE: Maturità 2021 - novità su modalità di svolgimento, elaborato, valutazione, ammissione e date

Lascia un commento

Torna su