20 Febbraio 2021 News Commenti

Ordinanza Ministeriale esami di stato 2021: lunedì verranno inviate al Consiglio superiore della Pubblica Istruzione

Il Ministro Patrizio Bianchi ha mantenuto la parola data per quanto riguarda l'emanazione delle Ordinanze ministeriali per gli esami di stato 2021 per il primo e il secondo ciclo di istruzione. Entrambi i documenti, infatti, sono pronti e lunedì verranno inviati al Consiglio superiore della Pubblica Istruzione per chiedere il parere necessario prima dell'emanazione ufficiale. Gli esami si terranno a giugno e verranno organizzati tenendo conto dell'impatto dell'emergenza sanitaria. Bianchi sottolinea che:
"L'Esame consentirà alle studentesse e agli studenti di esprimere quanto maturato nel corso dei loro anni di studio".
Invitando a concepire l'esame come un'occasione per studentesse e studenti di dimostrare la loro capacità di espressione, di elaborazione e di comprensione.

Ordinanza ministeriale esame di stato 2021: primo ciclo

L'esame per il primo ciclo prevede una prova orale che partirà dalla discussione di un elaborato su un argomento assegnato dai Consigli di classe in base alle caratteristiche individuali di ciascun alunno. L'elaborato dovrà essere assegnato entro il prossimo 7 maggio e trasmesso alla commissione entro il 7 giugno. I docenti dovranno seguire gli alunni indicando loro la forma di elaborato più idonea e assistendoli durante la sua realizzazione che potrà avvenire sia su supporto cartaceo che multimediale. Vario sarà anche il genere e la tipologia di elaborato che potrà essere, ad esempio:

  • produzione artistica;
  • produzione tecnico-pratica;
  • produzione multidisciplinare.

Il voto verrà espresso in decimi e si potrà ottenere la lode e, infine, si optato per non rendere gli Invalsi requisito di partecipazione.

Ordinanza Ministeriale Esame di stato 2021: secondo ciclo

L'esame per il secondo ciclo avrà inizio il 16 giugno e anche questo sarà composto da un colloquio orale basato un un elaborato assegnato dai consigli di classe che riguarderà le discipline di indirizzo che potranno essere integrate con l'esperienza di PCTO. L'ammissione all'esame sarà valutata dal CdC e la partecipazione agli Invalsi non sarà requisito di accesso. La valutazione verrà effettuata in centesimi di cui:

  • max 60 punti deriveranno dal credito scolastico;
  • max 40 punti deriveranno dall'orale.

L'argomento dell'elaborato dovrà essere assegnato entro il prossimo 30 aprile dal CdC e dovrà essere consegnato dagli studenti entro il 31 maggio. Dopo la discussione dell'elaborato la prova orale proseguirà con l'analisi di un testo oggetto di studio nell'ambito dell'insegnamento della lingua e della letteratura italiana. In maniera analoga all'anno precedente il materiale analizzato verrà predisposto dalla commissione e potrà essere:

  • un testo;
  • un documento;
  • un problema;
  • un progetto.

Il colloquio verrà condotto tenendo conto delle informazioni presenti nel curriculum dello studente che, oltre alle competenze didattiche, comprende le esperienze extrascoalstiche svolte in ambiti come lo sport o le attività culturali.
VEDI ANCHE: Maturità 2021 - novità su modalità di svolgimento, elaborato, valutazione, ammissione e date

Lascia un commento

Torna su