27 Luglio 2020 News Commenti

Scuola, Azzolina firma l’Ordinanza: lezioni al via il 14 settembre. 20 e 21 election day

Sarà un settembre ricco di impegni per la scuola. Dopo la riapertura delle scuole e l'avvio dei percorsi di recupero degli apprendimenti le lezioni subiranno uno stop a causa delle elezioni amministrative e del referendum, che trasformeranno le aule in seggi elettorali.

Scuola: riapertura 14 settembre

La Ministra Lucia Azzolina ha firmato l'ordinanza che stabilisce l'avvio delle lezioni per l'anno scolastico 2020/21 dal giorno 14 settembre 2020. La data prevista dall'ordinanza vale per tutte le scuole dell'infanzia, del primo ciclo e del secondo ciclo di istruzione appartenenti al sistema nazionale di istruzione, compresi i Centri provinciali per l'Istruzione degli adulti, su tutto il territorio nazionale.

Le Regioni adotteranno, poi, le determinazioni di propria competenza in materia di calendario scolastico, ferma restando la necessità di effettuare almeno 200 giorni di lezione, secondo quanto stabilito dalla normativa vigente.

Confermato lo svolgimento, a partire dal 1° settembre 2020, delle attività di integrazione e recupero degli apprendimenti relativi all'anno scolastico 2019/2020.

Elezioni amministrative e Referendum

L'inizio del nuovo anno scolastico subirà un stop causa election day. Domenica 20 settembre e lunedì 21 settembre 2020 si svolgerà il referendum popolare confermativo relativo all'approvazione della legge costituzionale in materia di riduzione del numero dei parlamentari.

Sempre domenica 20 e lunedì 21 settembre, si svolgeranno le prossime elezioni amministrative per rinnovo delle cariche di oltre 1000 comuni chiamati al voto, tra cui 14 capoluoghi di provincia e 4 di regione. Gli eventuali ballottaggi si terranno 15 giorni dopo: domenica 4 e lunedì 5 ottobre.

Le operazioni di voto per le consultazioni elettorali e referendarie dell'anno 2020 si svolgono nella giornata di domenica, dalle ore 7 alle ore 23, e nella giornata di lunedì dalle ore 7 alle ore 15. Saranno interessate solo le scuole seggio elettorale.

Le polemiche sulla questione elezioni

Sulla questione elezioni e stop lezioni a scuola si è aperto un ampio dibattito. La ministra Azzolina ha chiesto ad Enti locali e al Ministro dell'Interno Lamorgese di valutare sedi alternative alle scuole. L'obiettivo è quello di evitare che le scuole possano chiudere nuovamente solo dopo pochi giorni di didattica, perdendo almeno 3 giorni di lezione: sabato 19 settembre (laddove si svolgano lezioni in quel giorno), lunedì 21 e martedì 22.

Intanto quasi tutte le Regioni hanno deliberato per l'inizio delle lezioni il 14 settembre. Anche la Campania che si era inizialmente opposta proprio per lo stop in alcune scuole dovuto ai seggi elettorali. In Puglia si partirà invece il 24 settembre.

Lascia un commento

Torna su