23 Aprile 2021 News Commenti

Scuola dal 26 aprile 2021: si ritorna in presenza grazie al Decreto Riaperture

Grazie al decreto riaperture l'Italia intravede uno spiraglio, un barlume di speranza di tornare alla normalità. Si tratta del Decreto Legge approvato dal consiglio dei Ministri in data 21 aprile 2021 che detta nuove misure per la ripresa delle attività socio-economiche, a patto che queste si svolgano nel rispetto delle esigenze imposte dall'emergenza sanitaria dovuta al Covid. Il Decreto contiene anche importanti novità per quanto riguarda la Scuola e le Università che saranno valide dal 26 aprile fino a fine luglio, ed è proprio su queste novità che ci soffermeremo oggi.

Scuola dal 26 aprile 2021: cosa cambia?

Il decreto riaperture, concede dal 26 aprile alla conclusione dell'anno scolastico, di tornare alla didattica in presenza in tutta Italia. Il rientro in classe riguarderà:

  • i servizi educativi per l'infanzia;
  • la scuola dell'infanzia;
  • la scuola primaria;
  • la scuola secondaria di primo grado;
  • la scuola secondaria di secondo grado (almeno al 50%).

Scuola dal 26 aprile 2021: Zona Rossa

Il decreto riaperture riflette la linea di pensiero già manifestata dal Governo Draghi, ovvero: scuole aperte anche in zona rossa, dove l'attività didattica potrà essere garantita in presenza anche nelle scuole secondarie di II grado dal 50% e fino ad un massimo del 75%. Agli studenti sarà comunque garantita la possibilità di fare uso dei laboratori per le attività che lo richiedono, così come verrà garantito il mantenimento delle relazioni educative per gli alunni disabili o bes in funzione della loro inclusione scolastica.

Scuola dal 26 aprile 2021: Zona Gialla e Zona Arancione

Nella zona gialla ed arancione valgono le stesse regole generali per i gradi scolastici che vanno dall'infanzia alla secondaria di primo grado. Per quanto riguarda la secondaria di secondo grado cambiano le percentuali degli alunni che possono svolgere attività in presenza, che variano dal 70% ad un massimo del 100%.

Università dal 26 aprile 2021: cosa cambia?

Per quanto riguarda le università, dal 26 aprile al 31 luglio si potranno svolgere attività prioritariamente in presenza nelle zone arancioni e gialle, mentre si consiglia di favorire l'attività in presenza, specie per gli studenti del primo anno, in tutte le zone rosse.

Lascia un commento

Torna su