28 Aprile 2021 News Commenti

Scuole aperte a luglio e agosto: il piano scuola estate 2021 di Bianchi

Già dall'arrivo di Mario Draghi al Governo, ha fatto la sua comparsa sulla "scena pubblica" l'ipotesi di tenere le scuole aperte anche in estate e, nel corso del tempo, l'idea ha preso piede fino a concretizzarsi in un vero e proprio Piano a firma del Ministro Bianchi. Di seguito scopriremo cosa prevede il cosiddetto Piano Scuola Estate 2021 e come funziona.

Piano scuola estate 2021: in cosa consiste?

Il piano per l'estate stilato dal Ministero dell'Istruzione si basa su una strategia messa in atto per colmare le lacune e i deficit formativi che l'infelice connubio di pandemia e didattica a distanza ha causato negli studenti. Il piano prevede principalmente tre fasi:

  1. rafforzamento degli insegnamenti dell'anno scolastico passato a giugno;
  2. attività di recupero della socialità a luglio e agosto;
  3. accoglienza e inizio del nuovo anno scolastico a settembre.

Le attività previste sono molteplici e puntano proprio a far sviluppare nei giovani la sfera relazionale che in questo periodo è stata penalizzata forse più dell'apprendimento vero e proprio. Nello specifico ci saranno:

  • laboratori artistici;
  • laboratori di canto;
  • attività di educazione alla sostenibilità;
  • attività di educazione motoria;
  • attività ludiche;
  • scrittura creativa;
  • potenziamento delle competenze digitali.

Tutte attività che si prevede verranno svolte in spazi aperti attinenti alla scuola o in aree extrascolastiche come teatri, parchi, centri sportivi, musei con la collaborazione attiva di educatori e di esperti dei vari settori

Con quali fondi verrà finanziato il Piano scuola per l'estate?

Il Piano per tenere le scuole aperte nell'estate del 2021 si basa su risorse e fondi stanziati per una cifra complessiva di 510 milioni di euro provenienti rispettivamente:

  1. 150 milioni provengono dal decreto Sostegni;
  2. 320 milioni dal PON per la scuola;
  3. 40 milioni dai finanziamenti per il contrasto delle povertà educative.


Il 70% di questi fondi è destinato per le scuole delle regioni del Sud, e dovranno essere spesi entro il termine dell'anno scolastico 2021/2022. Per l'assegnazione dei fondi le scuole potranno fare domanda a partire dal 21 maggio 2021.

Piano Scuola Estate 2021: quali sono le opinioni?

Partiamo dall'opinione a cui viene dato più risalto, quella del Ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi, che ha definito questo progetto:
un Piano di accompagnamento, un ponte tra quest'anno e il prossimo [...] un'occasione che consenta a bambini e ragazzi di rafforzare gli apprendimenti e recuperare la socialità [...] creando spazi di potenziamento delle competenze e di recupero delle relazioniSecondo il sottosegretario all'istruzione, Rossano Sasso, il piano è la soluzione ideale per scongiurare quello che, a detta sua, è uno dei più grandi timori di studenti e famiglie, ovvero quello di essere abbandonati dopo il periodo complicato trascorso in stato di emergenza sanitaria.

Opinioni positive arrivano anche da Maddalena Gissi, segretaria generale del sindacato Cisl Scuola, che vede il piano recupero estivo come una proposta diversa dalle altre, come un passo avanti rispetto alle tesi semplicistiche dell'allungamento del calendario scolastico.

Dalla Uil Scuola arriva, invece una critica che parte da Pino Turi, che definisce il piano come una pagina di un libro molto più grande e ribadisce la necessità di un progetto culturale unitario ed efficace, e non di "tanti pezzetti che si incollano a piacere"

In fine, la Federazione Lavoratori della Conoscenza, in un suo comunicato stampa, afferma di condividere le finalità del piano per la scuola estiva, tuttavia sostiene che il piano estivo:
presenta ad oggi alcuni limiti oggettivi per la sua realizzazione concreta. Infatti è tutto contenuto per ora in una nota ministeriale, uscita senza quell'approfondito e necessario confronto con il mondo della scuola.

Lascia un commento

Torna su