05 Marzo 2021 News Commenti

Scuole chiuse in Lombardia dal 5 marzo. La regione passa in arancione scuro, ecco l’ordinanza

Dopo il Piemonte anche in Lombardia arriva un'ordinanza che rafforza le direttive previste dal nuovo DPCM emanato dal Governo Draghi per il contenimento del Covid 19. La regione era stata posta in Zona Arancione, colorazione che avrebbe permesso alle scuole di rimanere aperte, tuttavia anche qui la situazione è drasticamente cambiata e il Governatore Attilio Fontana ha dovuto prendere provvedimenti in materia. Secondo la nuova normativa, i presidenti delle regioni arancioni possono disporre la chiusura delle scuole al verificarsi di:

  1. aumento della diffusione dei contagiati da varianti del covid 19;
  2. incidenza di contagi di 250 ogni 100.000 abitanti in 7 giorni;
  3. peggioramento eccezionale del quadro epidemiologico.

In Lombardia, in effetti, la situazione non è delle migliori, nella regione è in corso la terza ondata di contagi da Covid 19 che ha causato un drastico aumento dei contagi e dei ricoveri nelle terapie intensive. Il Governatore Fontana, ha quindi firmato l'Ordinanza Regionale n.714 del 04/03/2021 che pone la regione in Zona Arancione Scuro o Rafforzato da oggi, venerdì 5 marzo, a domenica 14 marzo, questo comporta l'adozione di drastiche misure di contenimento tra le quali figura la chiusura delle scuole.

Scuole chiuse in Lombardia: la nota dell'USR

L'USR Lombardia ha provveduto a comunicare repentinamente gli effetti dell'ordinanza tramite una nota che indica le misure urgenti per la prevenzione e la gestione dell'emergenza sanitaria relative al comparto scuola, che abbiamo riassunto di seguito:

  • Scuole chiuse dal 5 al 14 marzo dall'infanzia fino alle secondarie di II grado statali e paritarie;
  • Chiusi anche IeFP, ITS e IFTS;
  • Sospensione delle attività formative e curriculari in presenza in università e istituti AFAM.
  • Concessa l'attività in presenza per nidi e micro nidi;
  • Garantita la frequenza scolastica per i figli del personale sanitario o di categorie di lavoratori essenziali;
  • Consentita l'attività didattica in presenza per cui è necessario l'uso dei laboratori.
  • Consentita l'attività didattica in presenza per le necessità degli alunni disabili o BES.

Lombardia in Arancione Scuro: L'ordinanza non riguarda solo le scuole

L'ordinanza del Governatore Attilio Fontana non riguarda solo la scuola, le restrizioni infatti investono diversi settori. Di seguito elencheremo le principali disposizioni:

  • non è consentito ai residenti in Lombardia di recarsi presso le seconde case;
  • non è consentito ai non residenti nella regione di recarsi presso eventuali seconde case ubicate in Lombardia;
  • non sono consentiti spostamenti verso le abitazioni private;
  • l'accesso alle attività commerciali al dettaglio è consentito solo ad un componente per nucleo familiare;
  • non è consentito usufruire delle aree attrezzate pubbliche per gioco e sport;
  • è obbligatorio indossare le mascherine sui mezzi di trasporto pubblici.

Le disposizioni, come di consueto, prevedono delle eccezioni in caso di comprovate necessità.

Lascia un commento

Torna su