04 Marzo 2021 News Commenti

Scuole chiuse in Piemonte dal 6 marzo: qual è la situazione nella Regione

Secondo le indicazioni del Ministro Speranza, la Regione Piemonte è stata posta in Zona Arancione per 15 giorni a partire da lunedì 1 marzo tuttavia, le disposizioni del Nuovo DPCM relative alla chiusura eccezionale delle scuole anche in zona arancione hanno subito avuto l'occasione di essere applicate. Il Decreto conferisce ai presidenti delle regioni il potere di introdurre ulteriori misure restrittive al verificarsi di uno di questi 3 casi:

  • diffusione delle varianti del covid;
  • incidenza dei contagi è di 250 ogni 100.000 abitanti nell'arco di 7 giorni;
  • drastico peggioramento del quadro epidemiologico.

A verificarsi è stato proprio il primo dei tre casi, ovvero l'aumento della diffusione della variante inglese del covid 19 che, in data 1 marzo 2021 aveva una diffusione attestata del 48,2% dei casi. Su 85 campioni analizzati il 18 febbraio da un'indagine condotta dall'ISS in coordinazione con i laboratori della regione, ben 41 sono stati quelli individuati come casi di variante inglese. Questo ha indotto il governatore della Regione, Alberto Cirio, ad emanare un'ordinanza per disporre l'inasprimento delle misure di sicurezza, soprattutto per quanto riguarda la scuola, visto che questo nuovo ceppo non si fa scrupoli a colpire anche i più giovani. Vediamo qual è la situazione nella Regione.

Piemonte: Zone Rosse nella Val Vigezzo nel VCO

In questa zona era stato posto in zona rossa il come di Re, già a partire dal 20 febbraio a causa della variante inglese, ma recenti sviluppi, a distanza di una settimana, hanno fatto si che a tingersi dello stesso colore fossero anche i comuni della Val Vigezzo nel VCO. Dalle ore 18:00 del 27 febbraio, dunque, sono classificati in zona rossa i seguenti comuni:

  1. Malesco;
  2. Santa Maria Maggiore;
  3. Craveggia;
  4. Druogno;
  5. Toceno;
  6. Villette.

Piemonte: Zone rosse in Val di Po e nel territorio Cavourese

In provincia di Torino, nel comune di Cavour, la zona rossa è stata disposta giàa dal 27 febbraio e fino al 5 marzo per via di un sospetto focolaio di variante inglese. Purtroppo, la minaccia di contagio sembra essersi allargata e, dalle 19:00 di ieri 3 marzo 2021, la nuova ordinanza del Presidente Alberto Cirio ha esteso la zona rossa a ben 14 comuni siti nel territorio collegato al comune di Cavour, ovvero:

  1. Bagnolo Piemonte;
  2. Barge;
  3. Bricherasio
  4. Crissolo;
  5. Envie;
  6. Gambasca;
  7. Martiniana Po;
  8. Oncino;
  9. Ostana;
  10. Paesana;
  11. Revello;
  12. Rifreddo;
  13. Sanfront in Valle Po;
  14. Scalenghe.

Per questi paesi è stata disposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado con il ricorso alla DAD 100%, provvedimento che verrà applicato anche agli studenti che vivono in questi territori ma frequentano scuole poste in zona arancione.

Scuole chiuse in piemonte dal 6 marzo: è possibile?

Si tratta di un'ipotesi che da ore circola sui social e nel mondo dell'informazione legato alla scuola: tutte le scuole della regione piemonte sono a rischio. Le disposizioni restrittive in vigore nel VCO e nel Cavourese potrebbero essere estese a tutta la regione, questo vorrebbe dire: scuole chiuse in piemonte dal 6 marzo, per almeno 15 giorni. Le teorie sono ancora discordanti, c'è chi parla di una chiusura generalizzata a prescindere dalla situazione epidemiologica territoriale. Intanto il Governatore Cirio ha commissionato uno studio che ha lo scopo di verificare la sussistenza dei 3 criteri indicati dal DPCM per la chiusura. L'indagine verrà svolta comune per comune e le scuole chiuderanno anche se sarà rilevato uno solo dei 3 presupposti.

Lascia un commento

Torna su