10 Luglio 2020 News Commenti

Scuola, test sierologici per il personale docente e ATA prima della riapertura a settembre

In attesa della riapertura delle aule a settembre, il Comitato Tecnico Scientifico ha avanzato la possibilità di applicare test sierologici a tutto il comparto degli insegnanti e degli amministrativi attivi nelle scuole. Una proposta condivisa dal Governo il quale si è già attivato con la pubblicazione di un bando per l'acquisto dei kit sierologici.

Test sierologici: la proposta del Comitato Tecnico Scientifico

Il Cts ha dato delle precise indicazioni in merito alla riapertura delle scuole a settembre: test sierologici a tutti i docenti e al personale ATA prima dell'inizio dell'anno scolastico. Due settimane prima dell'avvio delle lezioni ci si dovrà sottoporre al test e nel caso di positività ci si dovrà sottoporre al tampone.

Per quanto riguarda gli studenti, invece, il comitato suggerisce esami a campione durante tutto l'arco dell'anno scolastico. Molta responsabilità cadrà sulle famiglie, alle quali si chiede di non mandare gli studenti a scuola se mostrano sintomi quali febbre o difficoltà di carattere respiratorio. Sarà poi cura della famiglia segnalare il caso alle autorità sanitarie per effettuare un tampone ed escludere l'eventuale contagio.

Test obbligatorio o volontari?

Il test non potrà essere obbligatorio, ma appare scontato che alla fine tutti decideranno di sottoporsi al test proprio nell'interesse della collettività e dei ragazzi.

Azzolina: sì al test

La ministra Azzolina ha accolto con favore la possibilità di svolgere test sierologici su tutto il personale scolastico, in vista dell'inizio delle lezioni del nuovo anno scolastico, previsto per il 14 settembre.Queste le sue parole: "Accolgo con favore la possibilità di svolgere test sierologici su tutto il personale scolastico, in vista dell'inizio delle lezioni del nuovo anno scolastico". "La misura - ha spiegato la ministra in audizione in Commissione Istruzione al Senato- garantirebbe maggior sicurezza sul rientro a settembre e sulla quale sta lavorando il Ministero della salute, per definire modalità e tempistiche".

Presidi favorevoli ai test

Anche l'Associazione nazionale presidi si dice favorevole ai test purché vengano effettuati prima dell'avvio dell'anno scolastico o comunque il prima possibile, così che si possa "rientrare a scuola in un quadro sicuro". Il presidente Antonello Giannelli sottolinea l'importanza di farli anche sugli studenti, visto che "tra i bambini e i ragazzi si trovano più alte percentuali di asintomatici e quindi possono essere veicoli del contagio".

Test sierologici: quando?

La proposta avanzata dal Comitato tecnico scientifico prevede la somministrazone dei test sierologici 15 giorni prima dell'avvio dell'anno scolastico. Tuttavia, considerando che già dal 1 settembre si rientrerà a scuola per i percorsi di recupero, docenti e personale ATA dovranno sottoporsi agli esami nel mese di agosto. Se si considera la data di inizio delle lezioni fissata al 14 settembre, i test andranno effettuati tra fine agosto e inizio settembre.

Pubblicato il bando per l'acquisto dei kit sierologici

Il nuovo commissario per la scuola Domenico Arcuri ha già bandito la "procedura semplificata e di massima urgenza" per l'acquisto e la distribuzione di 2 milioni di kit sierologici destinati al personale docente e non docente delle scuole italiane. Il bando pubblicato sul sito della presidenza del consiglio, prevede come data ultima per la presentazione delle offerte il 16 luglio prossimo e come ultimo giorno utile per la sottoscrizione del contratto di fornitura il 28 luglio. I kit dovranno essere disponibili entro il 10 agosto prossimo, in modo da essere somministrati a tutto il personale docente e non docente prima dell'avvio del nuovo anno scolastico.

Lascia un commento

Torna su