02 Dicembre 2019 Docenti Commenti

Corso TFA sostegno 2020: Bando, requisiti, prove e graduatorie

È previsto nei primi mesi del 2020 il nuovo bando per diventare insegnanti di sostegno. Lo ha annunciato il sottosegretario all'istruzione Azzolina sottolineando che il nuovo corso di specializzazione TFA sarà bandito per un totale di 14.000 posti. I futuri corsi, che verranno attivati dalle Università nei limiti dei posti previsti, terranno conto anche dei soggetti idonei al TFA 2019 che si stima siano più di 7000.

In attesa del bando, ecco tutte le informazioni utili sul corso di specializzazione TFA previste dal decreto n.92/2019 e dal DM n.30/2011 contenenti disposizioni relative alle procedure di specializzazione sul sostegno nella scuola dell'infanzia, primaria e secondaria.

TFA SOSTEGNO 2020: BANDO

Il bando per i corsi di sostegno TFA uscirà nei primi mesi del 2020. Al momento della sua pubblicazione, sapremo con certezza il numero dei posti disponibili regione per regione, le date dei test d'ammissione e tutte le informazioni per il corso di specializzazione.
Ricordiamo che sarà compito delle Università organizzare il TFA, e a pubblicare il bando relativo al proprio Ateneo, di conseguenza i diversi bandi potrebbero avere caratteristiche diverse, così com'è successo per il TFA 2019.

Nell'attesa che avvengano le pubblicazioni, possiamo indicarvi adesso i requisiti, le prove e gli argomenti da studiare per prepararsi al corso TFA, in base alla normativa attuale che sarà utilizzata anche per il TFA 2020.

TFA SOSTEGNO 2020: REQUISITI

Il Miur ha inviato una nota alle Università, chiarendo chi può partecipare chi può partecipare al corso TFA 2020.
Rispetto al TFA 2019, infatti, il ministero ha affermato che i requisiti di accesso per la scuola secondaria di I e II grado sono quelli
previsti dall'art. 5 comma 1 e 2 del d. lgs. 59/2017, così come indicato nell' art. 3 comma 1 lett. b, del D.M. 92/2019, attualmente in vigore.Ciò significa che per la scuola primaria i requisiti rimangono uguali all'anno precedente, ma ci sono dei sostanziali cambiamenti per la scuola secondaria e ciò influenza particolarmente la categoria ITP.
Di seguito faremo chiarezza elencando tutti i requisiti per ciascun ordine scolastico e tipologia di insegnamento.

Requisiti di accesso per la Scuola dell'Infanzia e Primaria

Gli aspiranti insegnanti di sostegno della Primaria e dell'Infanzia che vogliono ottenere la specializzazione tramite il TFA 2020 dovranno essere in possesso degli stessi requisiti previsti per l'anno precedente, ovvero:

  • abilitazione all'insegnamento conseguita con i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o titolo equipollente conseguito all'estero e riconosciuto in Italia;
  • diploma magistrale o sperimentale a indirizzo psicopedagogico, con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico da conseguire entro l'a.s. 2001/2002 o titolo di abilitazione conseguito all'estero e riconosciuto in Italia;

Requisiti di accesso per la Scuola Secondaria

L'Art. 5 comma 1 e 2 del Decreto L.vo 59/2017, cui fa riferimento la nota del MIUR sopracitata, prevede i seguenti requisiti per gli insegnanti di sostegno della Scuola Secondaria:

  • abilitazione specifica per la classe di concorso;
  • laurea magistrale o a ciclo unico coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso + 24 CFU;
  • diploma di II livello dell'alta formazione artistica,musicale e coreutica, oppure titolo equipollente ed equiparato + 24 CFU;

Per quanto riguarda il requisito previsto in precedenza, ovvero Laurea + 3 anni di servizio, non costituisce più titolo di accesso, in quanto il Ministero ha specificato che si trattava di un requisito transitorio per l'a.a. 2018/2019.

Requisiti di accesso per gli ITP

Cambiamenti sostanziali riguardano gli Insegnanti Tecnico Pratici, in quanto per essi costituirà titolo di accesso uno dei seguenti requiti:

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso;
  • Laurea o titolo equipollente o equiparato coerente con le classi di concorso + 24 CFU;
  • Diploma AFAM + 24 CFU;

Il Miur ha specificato che per il TFA sostegno 2020, l'art. 5 del dm 92/2019 applicato per l'anno precedente, debba essere considerato solo come misura transitoria.
VEDI ANCHE: Nuovi Requisiti ITP per TFA Sostegno 2020: Abilitazione o Laurea + 24 CFU

TFA SOSTEGNO 2020: ISCRIZIONE ANCHE PER GLI IDONEI AL TFA 2019

Coloro i quali sono risultati idonei nel TFA sostegno 2019 si potranno iscrivere in soprannumero al prossimo TFA di sostegno, secondo quanto stabilito dal DM 92/2019.

Chi sono gli idonei al TFA?
L'art. 4 del decreto indica tre tipologie di soggetti che possono essere definiti idonei per il nuovo corso. In dettaglio, essi sono coloro che:

  • abbiano sospeso il percorso ovvero, pur in posizione utile, non si siano iscritti al percorso
  • siano risultati vincitori di più procedure e abbiano esercitato le relative opzioni
  • siano risultati inseriti nelle rispettive graduatorie di merito, ma non in posizione utile

Tali aspiranti docenti di sostegno, dunque, non sosterranno le prove preselettive, ma verranno inseriti direttamente al corso. Gli idonei dovranno essere ammessi allo stesso Ateneo in cui hanno superato le prove, tranne motivata deroga che sarà gestita tra le istituzioni universitarie.

TFA SOSTEGNO 2020: PROVE

Le prove di accesso al corso TFA sono:

  1. test preliminare
  2. prova scritta
  3. prova orale

TEST PRELIMINARE

Il test preselettivo per accedere al corso è costituito da 60 quesiti formulati con cinque opzioni di risposta. Di questi quesiti, 20 sono volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana. Il test avrà una durata di 2 ore e verrà valutato nel seguente modo:

  • 0,5 punti per ogni risposta esatta
  • 0 punti per mancata risposta o risposta errata

Sono ammessi alle prove successive un numero di candidati pari al doppio dei posti disponibili nell' ateneo per cui si vuole accedere. Inoltre, saranno ammessi alla prova scritta coloro che, all'esito della prova preselettiva, avranno conseguito il medesimo punteggio dell'ultimo degli ammessi.

PROVA SCRITTA E ORALE

Per la prova scritta e orale saranno le singole università ad organizzare le modalità d'esame.

TFA SOSTEGNO 2020: COSA STUDIARE

Tutte le prove per l'accesso al concorso sono disciplinate dal DM 30 Settembre 2011 e verteranno sui seguenti argomenti:

  • Competenze socio-psico-pedagogiche diversificate secondo i quattro gradi di scuola
  • Competenze su intelligenza emotiva, riferite ai seguenti aspetti: riconoscimento e comprensione di emozioni, stati d'animo e sentimenti nell'alunno; aiuto all'alunno per un'espressione e regolazione adeguata dei principali stati affettivi; capacità di autoanalisi delle proprie dimensioni emotive nella relazione educativa e didattica
  • Competenze su creatività e su pensiero divergente, riferite cioè al saper generare strategie innovative ed originali tanto in ambito verbale linguistico e logico matematico quanto attraverso i linguaggi visivo, motorio e non verbale
  • Competenze organizzative in riferimento all'organizzazione e agli aspetti giuridici concernenti l'autonomia scolastica

TFA SOSTEGNO 2020: GRADUATORIA

Nel momento in cui termineranno le prove d'accesso verrà stilata una graduatoria di merito. Nel caso in cui la graduatoria dei candidati ammessi risulti composta da un numero di candidati inferiore al numero di posti messi a bando, si può intervenire ad integrarla con soggetti collocati in posizione non utile nelle graduatorie di merito di altri atenei, ma solo su espressa richiesta di costoro. Quest'ultimi verranno poi graduati e ammessi dagli atenei sino ad esaurimento dei posti disponibili.

Lascia un commento

Torna su