08 Aprile 2020 News Commenti

Vacanze di Pasqua: sospesa la didattica a distanza

L'arrivo delle festività pasquali porterà la sospensione delle attività didattiche "a distanza". Un periodo che sicuramente aiuterà (per quanto possibile) scuole, famiglie e studenti a riprendersi da un periodo molto duro e stressante contraddistinto da paura, incertezza e confusione. Sarebbe stata un'occasione perfetta per organizzare viaggi, gite fuori porta o classiche scampagnate ma, per via dell'emergenza coronavirus, sarà obbligatorio rimanere a casa e osservare, pedissequamente, le indicazioni del governo.

STOP ALLA DIDATTICA A DISTANZA

In tutte le regioni d'Italia le vacanze di Pasqua inizieranno giovedi 9 e si concluderanno martedì 14 aprile. Non c'è stata nessuna disposizione differente da parte del Ministero dell'istruzione e dunque si seguirà il normale calendario scolastico 2019/2020.

RECUPERO lezioni

Le scuole, nella loro autonomia, possono tuttavia decidere di recuperare le ore di lezione perse. Per ore di lezione perse sono intesi quei giorni in cui la scuola è stata chiusa o le lezioni sono state sospese e non è stata attivata la didattica a distanza. Si fa riferimento soprattutto alla prima fase emergenziale avvenuta a cavallo tra il mese di febbraio e marzo che ha interessato maggiormente i territori e le scuole del Nord.

Il recupero di eventuali giorni persi deve essere comunque deliberato dal consiglio di Istituto, su istanza del Collegio docenti, organo deputato ad occuparsi della didattica. Alcune scuole si sono attivate in tal senso, modificando il calendario delle vacanze pasquali e riducendo i giorni di vacanza.

Lascia un commento

Torna su