13 Dicembre 2020 News Commenti

Vaccino Covid: sarà obbligatorio a scuola?

Il binomio Scuola-Covid, quest'anno è stato fonte di discussioni su più fronti che hanno visto scontrarsi pareri accreditati ma spesso discordanti. Una delle dispute più accese riguarda proprio i vaccini anti-covid. Quando arriveranno in Italia? Avrà un costo? Chi avrà priorità? E, soprattutto, sarà obbligatorio?

Vaccino Covid: quando in Italia?

Il benestare dell'Agenzia Europea dei Medicinali che darà il via alla distribuzione è atteso per la data del 29 dicembre 2020. Dopo, passerà al vaglio della Commisione Europea che dovrebbe pronunciarsi in materia entro i primi di gennaio.
Stando a queste premesse, l'avvio della campagna di vaccinazione di prevede per il primo trimestre del 2021, periodo per il quale il ministro della Salute Roberto Speranza annuncia la partenza del Piano Vaccini per assicurare all'Italia 202.000.000 di unità di vaccino. Intanto, il Commissario straordinario per l'emergenza coronavirus Domenico Arcuri si dichiara pronto all'azione e si augura che la vaccinazione possa partire simultaneamente in tutta Europa.

Chi si occuperà di fare le vaccinazioni?

Nelle ultime sono state avanzate diverse ipotesi sui soggetti su cui ricadrà il compito di somministrare i vaccini agli italiani. Si pensa che siano necessari almeno 20.000 operatori da individuare tra:

  • medici;
  • infermieri;
  • operatori socio-sanitari;
  • assistenti sanitari;
  • specializzandi;
  • farmacisti;
  • medici in pensione.

Questi saranno i profili del possibile entourage chiamato a fare la sua parte per alleggerire il fardello che grava sulle spalle degli enti locali.

Arcuri spiega che lo stoccaggio avverrà, inizialmente, all'aeroporto militare di Pratica di Mare, nei pressi di Pomezia, sarà lì che verranno fatte confluire le dosi previste per l'Italia, per poi essere smistate, con l'aiuto dell'esercito, in ben 300 centri ospedalieri nella prima fase, e in più di 1500 punti di somministrazione. Per quanto riguarda persone anziane o impossibilitate a muoversi, sono già previste delle unità di trasporto mobile che faranno pervenire il vaccino direttamente a casa loro.

Il Vaccino sarà obbligatorio?

Veniamo ora al vero nocciolo della questione, il punto che da mesi ormai divide l'opinione pubblica e terrorizza i diffidenti e i sostenitori delle teorie del complotto: il vaccino sarà obbligatorio?
Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, dichiara che la somministrazione dei vaccini contro il SARS-CoV-2 verrà effettuata su base volontaria e che sarà gratuita per tutti i cittadini.

Com'è visto il Vaccino contro il Covid dal mondo della scuola?

Come spesso si è detto nell'ultimo periodo, probabilmente i medici e gli insegnanti saranno tra le categorie a cui verrà concessa priorità nella somministrazione dei vaccini, ma non tutto il mondo della scuola sembra avere un'opinione unitaria al riguardo. Diversi sondaggi indicano che in tutta Italia, almeno il 40% dei soggetti intervistati dichiarano che sono contrari alla vaccinazione, ben 4 persone su 10, dunque. Numeri analoghi, a quanto pare, anche nel mondo della scuola dove la stessa percentuale si riscontra tra gli insegnanti.

A tal proposito, citiamo quanto detto dalla sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa, che ha affermato che ci sono delle categorie che "non possono non sottoporsi al vaccino", ovvero i profili professionali che lavorano a contatto con i giovani e i soggetti fragili. I docenti vengono, in questo caso, messi sullo stesso piano dei medici. Così la sottosegretaria lascia intendere che, pur non essendoci un obbligo normativo, vaccinarsi sarà un obbligo morale e fa appello sia ai politici che ai testimonial e agli influencer più ascoltati per spiegare alla popolazione che il vaccino non è fonte di pericolo, ma di sicurezza per la collettività.

Lascia un commento

Torna su