07 Aprile 2022 Personale Ata Commenti

27 aprile 2022: al via le Graduatorie Ata 24 mesi. La nota ministeriale contenente tutte le indicazioni

È stata pubblicata la nota ministeriale numero 13671 del 5 aprile 2022 con la quale si avviano le domande per l'aggiornamento delle graduatorie ATA 24 mesi a.s. 2022/23. Le istanze potranno essere prodotte a partire dal 27 aprile e fino al 18 maggio. Elemento principale per poter partecipare al concorso è l'aver maturato 24 mesi (23 mesi e 16 giorni) di servizio. Dalle graduatorie di prima fascia verrà attinto personale tanto sul ruolo che sulla supplenza.

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE: COME PRODURLA

Le istanze di partecipazione alla procedura concorsale potranno essere inoltrate - a partire dalle ore 8.00 del giorno 27 aprile 2022 e fino alle ore 23.59 del giorno 18 maggio 2022 - unicamente in modalità telematica mediante la piattaforma "Istanze on Line (POLIS)". Per potervi accedere, ogni candidato deve essere in possesso di una utenza SPID in corso di validità.

I rispettivi bandi saranno resi noti ufficialmente dagli Uffici scolastici regionali entro il 26 aprile.

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

Circa i requisiti di ammissione alle procedure concorsuali, il Ministero ha ribadito quanto espresso con la nota 8151 del 13 marzo 2015 (art. 38 del decreto legislativo n. 165/2001, come modificato dall'art. 7 della legge n. 97/2013). Secondo quanto disciplinato, per poter partecipare i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Essere in servizio, a tempo determinato, come personale Ata nella scuola statale della stessa provincia e dello stesso ruolo per il quale si concorre.
  • Coloro che, invece, non sono in servizio non perderanno comunque il titolo di "personale Ata a tempo determinato della scuola statale", qualora inseriti però nelle graduatorie provinciali ad esaurimento nella stessa provincia e per lo stesso profilo, nonché negli elenchi provinciali per le supplenze.
  • Anche il personale che non si trovi né nell'una né nell'altra posizione, conserverà la qualifica, purché inserito nella terza fascia delle graduatorie di circolo o di istituto nella stessa provincia e profilo per i quali si intende concorrere.

SERIVIZIO RICONOSCITO: ALCUNE INTEGRAZIONI

Nella nota numero 13671 del 05-04-2022, diramata dal ministero, si è posta attenzione anche su di alcune caratteristiche che si riferiscono ai requisiti generali di ammissione al concorso per i profili professionali del personale ATA dell'area A e B. L'obiettivo è quello di suggerire l'inserimento di ulteriori, specifiche caratteristiche, da parte degli Uffici Scolastici Regionali all'atto di redazione dei bandi. Tra questi, la nota menziona:

  • Il servizio civile volontario svolto dopo l'abolizione dell'obbligo di leva. Questi verrà considerato come servizio prestato alle dipendenze di amministrazione statale, e dunque effettivamente riconosciuto ai sensi dell'art. 13, comma 2, del decreto legislativo 77/2002. Al servizio saranno attributi gli stessi punteggi contenuti nella tabella di valutazione dei titoli per il servizio prestato alle dipendenze di amministrazioni statali.
  • Il servizio prestato dagli AA in qualità di DSGA. Si prospetta la possibilità, per gli assistenti amministrativi non di ruolo, di dichiarare la prestazione effettuata in qualità di Dsga nel corso dell'a.s. 2019-20. Tale servizio verrà considerato alla stregua del servizio svolto nel profilo professionale di assistente amministrativo.

Lascia un commento

Torna su