30 Luglio 2018 Personale Ata Commenti

Cosa sono e come funzionano le graduatorie provinciali permanenti ATA

Le graduatorie per il reclutamento del personale ata sono divise essenzialmente in due gruppi principali:

  • Graduatorie di circolo e d'Istituto;
  • Graduatorie ed Elenchi provinciali;

di quest'ultimo gruppo fanno parte le graduatorie provinciali permanenti.
Volete sapere cosa sono e come funzionano? Siete nel posto giusto, in questo articolo lo scoprirete.

Graduatorie Provinciali Permanenti per il personale ATA: Cosa sono?

Le Graduatorie Provinciali Permanenti per il reclutamento del personale ATA sono elenchi di candidati di cui gli istituti scolastici possono avvalersi quando cercano personale per ricoprire posti vacanti.
Sono anche dette graduatorie ATA dei 24 mesi e, ai sensi dell'articolo 554 del D.Lgs 297/94, vengono utilizzate, prevalentemente, per effettuare le assunzioni a tempo indeterminato per il personale amministrativo, tecnico e ausiliario.
Essere iscritto e inserito nelle graduatorie permanenti è, infatti, uno dei requisiti fondamentali per ricevere la nomina in ruolo, tuttavia vengono anche utilizzate per effettuare alcune assunzioni a tempo determinato.

Graduatorie 24 mesi ATA: a quali profili si può accedere?

Chi opta per effettuare l'iscrizione e l'inserimento nelle graduatorie permanenti, si candida per ricoprire uno dei profili relativi al personale ATA di Area A, AS e B, ovvero:

  • Assistente Amministrativo (AA);
  • Assistente Tecnico (AT);
  • Collaboratore Scolastico (CS);
  • Addetto alle aziende agrarie (CR);
  • Cuoco (CO);
  • Guardarobiere (GA);
  • Infermiere (IF);

Anche se a ognuno dei seguenti profili competono mansioni e responsabilità diverse, sono tutti inseriti nella medesima graduatoria a patto che, ovviamente, siano in possesso di certi requisiti fondamentali.
Vediamo quali sono.

Requisiti per l'iscrizione alle graduatorie provinciali permanenti

Per iscriversi alle graduatorie permanenti dei 24 mesi, il candidato dovrà avere requisiti specifici chiariti di volta in volta nel Bando di concorso pubblicato dalle Direzioni Scolastiche Regionali ovvero:

  • Essere in possesso di almeno 23 mesi e 16 giorni di servizio, relativo al profilo per cui si concorre, in scuole statali entro la data di scadenza del bando;
  • Aver conseguito il titolo di studio richiesto per l'accesso al profilo per cui ci si candida;

Trattandosi di un assunzione nella Pubblica Amministrazione ogni candidato dovrà avere anche dei requisiti non professionali, ma ugualmente fondamentali come:

  • Cittadinanza italiana o europea;
  • idoneità fisica;
  • godimento dei diritti politici;
  • non avere carichi pendenti;
  • non essere interdetti o inabili;
  • essere incensurati;

Ma non finisce qui, per essere inseriti nelle graduatorie permanenti i candidati devono trovarsi in almeno una delle seguenti posizioni:

  • Essere in servizio a tempo determinato in una scuola statale;
  • Essere iscritti alla graduatoria provinciale ad esaurimento o negli elenchi provinciali per supplenza;
  • Essere iscritti alle Graduatorie di Istituto di terza fascia;

La caratteristica fondamentale di questi tre requisiti è che devono essere maturati nella medesima Provincia e nel medesimo profilo per cui si concorre.

Come iscriversi alle graduatorie provinciali permanenti

Il come e il quando iscriversi alle graduatorie vengono ribaditi annualmente dal MIUR all'interno del bando di concorso relativo.
Le domande di inserimento dovranno essere inoltrate entro e non oltre i 30 giorni dalla pubblicazione del bando, compilando il cosiddetto Modello B1 e consegnandolo all'Ambito Territoriale della provincia di interesse nelle seguenti modalità:

  • Recandosi di persona presso gli uffici e consegnandolo a mano;
  • Tramite posta elettronica certificata o PEC

Lascia un commento