30 Luglio 2020 Docenti Commenti

Certificazioni informatiche GPS: tutto quello che c'è da sapere

In quest'articolo affrontiamo il tema delle certificazioni informatiche che possono essere dichiarate nella domanda per l'inserimento nelle graduatorie provinciali. L'argomento ha generato molti dubbi tra gli aspiranti supplenti ai quali, in parte, ha risposto il Ministero dell'Istruzione con delle apposite FAQ.

certificazioni informatiche gps: quali sono

Le vecchie tabelle dei titoli valutabili utilizzate per l'aggiornamento delle graduatorie d'istituto del 2017 distinguevano diverse certificazioni informatiche, ognuna con un proprio punteggio. I principali titoli informatici riconosciuti dal MIUR elencati nelle precedenti tabelle di valutazione erano:

  • ECDL (Patente Europea per l'uso del computer);
  • EIPASS (European Informatic Passport);
  • EUCIP (European Certification of Informatics Professionals);
  • Microsoft;
  • Tablet (Corso sull'uso didattico dei Tablets);
  • Lim (Corso sull'uso didattico delle Lim)

Le nuove tabelle di valutazione dei titoli per le graduatorie provinciali non fanno nessuna distinzione tra le varie certificazioni informatiche riconoscendo a tutti i titoli informatici lo stesso punteggio in graduatoria.

Non essendoci un elenco come nelle ex tabelle del 2017, non sappiamo ancora quali certificazioni saranno valutate e quali no. Si spera che il MIUR possa rispondere al più presto a questa domanda.

certificazioni informatiche gps: punteggio in graduatoria

Le nuove Tabelle allegate all'ordinanza ministeriale n. 60 del 10 luglio 2020 prevedono l'attribuzione di 0,5 punti per le Certificazioni informatiche, per ogni titolo presentato e sino a un massimo di 4 titoli per complessivi 2 punti.

Il punti assegnati dalle certificazioni informatiche sono uguali sia per la prima che per la seconda fascia GPs, per qualsiasi grado d'istruzione e tipologia di posto.

CERTIFICAZIONI INFORMATICHE E DIGITALI: FAQ MIUR

Diversamente da quanto previsto in precedenza, con le nuove tabelle dei titoli valutabili non è prevista una distinzione tra certificazioni informatiche e certificazioni digitali. Il MIUR ha chiarito questo dubbio con un'apposita FAQ:

"Le nuove Tabelle allegate all'OM 60/2020 prevedono l'attribuzione di 0,5 punti per le "Certificazioni informatiche, per ogni titolo presentato e sino a un massimo di quattro titoli per complessivi 2 punti" e non è prevista una distinzione tra certificazioni informatiche e certificazioni digitali. Sono valutabili entrambe le tipologie?"
.

Dunque la distinzione presente nella tabella dei titoli del 2017 è superata e anche le certificazioni digitali LIM e TABLET verranno ricompresi per il biennio 2020/21 e 2021/22 nelle certificazioni informatiche.

ATTESTATI: SI POSSONO DICHIARARE NELLA DOMANDA GPS?

Molti aspiranti supplenti ci hanno chiesto se il titolo recante la dicitura "Attestato" e non "Certificazione" sia oggetto di valutazione. Il MIUR ha chiarito anche questo dubbio. Saranno titoli valutabli le certificazioni e anche gli attestati.

Come inserire le Certificazioni informatiche nella domanda GPS

Come aggiungere i titoli informatici durante la compilazione della domanda? Il percorso è piuttosto semplice. Ecco come fare:

  1. Innanzitutto bisogna accedere a Istanze Online e trovare la sezione "Titoli ulteriori rispetto al titolo di servizio - Sezione B", cliccare su "Azioni Disponibili" e poi su Accedi.
  2. Successivamente occorre cercare la voce TAB4-B17, cliccare su "Azioni Disponibili" e poi su "Inserisci".
  3. Nella schermata successiva bisogna aggiungere la certificazione compilando i seguenti campi: Titolo di Certificazione; Data di conseguimento; Istituzione che ha rilasciato il titolo.Per i titoli conseguiti all'estero occorre dichiarare l'ente che ha riconosciuto il titolo
  4. Infine, dopo aver inserito il titolo, basta semplicemente cliccare su "Inserisci"

Commenti

  • Rita 05/08/2020 - 19:39

    Buongiorno continuo ad essere dubbiosa sul fatto se devo inserire le certificazioni informatiche sia per la primaria che per la secondaria di primo gradi

    Rispondi

Lascia un commento

Torna su