11 Febbraio 2020 Docenti Commenti

Concorso ordinario scuola secondaria 2020: Bando, Requisiti, Prove, Cosa studiare

Manca ormai poco alla pubblicazione del bando per il concorso ordinario della scuola secondaria di I e II grado. Nell'attesa, vi offriamo tutte le informazioni necessarie sui requisiti per accedere al concorso, sulle prove che saranno sottoposte agli aspiranti insegnanti e sulle successive immissioni in ruolo. Infine vi mostreremo come prepararsi al meglio per affrontare le diverse prove previste dalla procedura concorsuale.

Concorso ordinario scuola 2020: Quando il Bando?

La pubblicazione del bando era prevista inizialmente per la fine del 2019 ma successivamente il termine fu prorogato di altri due mesi fino a fine febbraio 2020. Di recente, grazie al Decreto Milleproroghe,viene nuovamente spostato il termine entro cui bandire il concorso che nello specifico non dovrà superare la data del 30 aprile 2020
IIl futuro concorso sarà rivolto ai docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado, con riserva di posti del 10% per i docenti con 3 anni di servizio negli ultimi 8 di cui uno nella classe richiesta.
VEDI ANCHE: Concorso straordinario secondaria 2020 Concorso ordinario infanzia e primaria 2020

Abilitazione

Possiamo tuttavia anticiparvi che il concorso sarà abilitante e che sostituirà il FIT, ormai abolito. Chi risulterà vincitori del concorso avrà abilitazione + ruolo. Inoltre, chi supererà le prove ma non rientrerà nel numero dei posti banditi per la sua classe di concorso nella regione prescelta, avrà comunque l'abilitazione. Viceversa, chi non supererà le prove dovrà procedere con percorsi differenti per acquisire l'abilitazione all'insegnamento.

Posti disponibili

I posti disponibili per il concorso ordinario per la scuola secondaria 2020 saranno circa 24.000 da suddividere tra:

  • posti comuni;
  • posti di sostegno;

Concorso ordinario scuola 2020: Requisiti

I requisiti di accesso al concorso sono quelli contenuti nel Decreto legislativo n. 59 del 2017, secondo le modifiche introdotte dalla recente legge di bilancio 2019, e si differenziano in base alle tipologia di posto per la quale si concorre, ovvero:

  • posti comuni;
  • posti per ITP;
  • Posti per il sostegno;

proseguiremo analizzandoli nel dettaglio.

Posti comuni

Per concorrere per i posti comuni bisogna avere uno dei seguenti requisiti:

  • abilitazione specifica per la classe di concorso;
  • laurea + 24 CFU;
  • abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione + titolo di accesso alla classe di concorso richiesta (anche senza 24 CFU);

Posti ITP

Per concorrere per i posti di insegnante tecnico pratico i requisiti sono:

  • diploma valido per l'accesso alla classe di concorso richiesta fino al 2024/15 (senza i 24 CFU);
  • abilitazione;

Ribadiamo che per i posti di ITP il diploma costituisce titolo di accesso fino all' a.a. 2024/25 e, altresì, non è richiesto il possesso dei 24 CFU.

Posti per insegnante di sostegno

In fine, ecco i requisiti per i posti di insegnante di sostegno:

  • requisiti di chi concorre per i posti comuni o per quelli da ITP;
  • titolo di specializzazione per il sostegno;

VEDI ANCHE: Concorso ITP 2020: Bando, requisiti, come partecipare, cosa studiare 24 CFU concorso ordinario 2020

Concorso ordinario scuola 2020: numero massimo di procedure

Tra le novità introdotte dalla legge di bilancio, che ha modificato il D.lgs. 59/2017, ricordiamo quella relativa al numero di procedure per la quali si può partecipare che, rispetto al passato, viene limitato, scopriamo quante classi di concorso
Ogni candidato potrà dunque fare domanda in una sola regione per un massimo di 4 procedure, ovvero:

  • per la scuola secondaria di I grado e per una sola classe di concorso;
  • per la scuola secondaria di II grado e per una sola classe di concorso;
  • per i posti di sostegno della scuola secondaria di I grado;
  • per i posti di sostegno della scuola secondaria di I grado;

Le prove del concorso Ordinario scuola

Anche il numero delle prove si differenzia a seconda della tipologia del posto per il quale si concorre.

Prova preselettiva

L'eventuale preselettiva verrà svolta qualora a livello regionale e per ciascuna procedura concorsuale, il numero dei candidati sia superiore a 4 volte il numero dei posti messi a concorso e, in ogni caso, non inferiore a 250. Sarà computer based e verterà sui seguenti argomenti:

  • capacità logiche;
  • comprensione del testo;
  • conoscenza della normativa scolastica;
  • conoscenza della lingua inglese almeno al livello B2;

Verrà ammesso alla prova scritta un numero di candidati pari a 3 volte il numero dei posti messi a concorso nella singola regione per ciascuna procedura e, altresì, coloro che all'esito della prova preselettiva abbiano conseguito il medesimo punteggio dell'ultimo degli ammessi.

Prove per i posti comuni

Le prove per i posti comuni messi a concorso per il personale docenti della scuola secondaria si divideranno in:

  • 2 prove scritte;
  • 1 prova orale;

La prima prova scritta valuterà il grado di conoscenze e competenze del candidato sulle discipline relative alla classe di concorso e verrà considerata superata se il candidato conseguirà il punteggio minimo di 7/10 o un punteggio equivalente. I candidati che concorrono per le lingue e le culture straniere devono produrre la prova nella lingua prescelta.

La seconda prova scritta valuterà la conoscenza e la competenza relative alle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche. Anche questa prova verrà considerata superata con il raggiungimento del punteggio di 7/10 o equivalente.

La prova orale sarà costituita da un colloquio con lo scopo di verificare:

  • le conoscenze e competenze del candidato nelle discipline della classe di concorso;
  • la conoscenza di una lingua straniera europea almeno al livello B2 del QCER;
  • il possesso di adeguate competenze didattiche nelle tecnologie dell'informazione e della comunicazione;

per il superamento di questa prova è previsto il raggiungimento di un punteggio di 7/10 o equivalente.

Prove per i Posti di sostegno

Per quanto riguarda i posti di sostegno ci saranno due prove:

  • una scritta a carattere nazionale;
  • una orale;

La prova scritta avrà l'obiettivo di valutare il grado di conoscenza e competenza del candidato su:

  • pedagogia sociale;
  • didattica dell'inclusione scolastiche;
  • tecniche e metodologie di applicazione della didattica inclusiva;

Il punteggio per superare la prova sarà di 7/10 o equivalente.
Per quanto riguarda la prova orale invece, le modalità saranno le stesse di quelle della prova per i posti comuni.

Immissione in Ruolo e Graduatorie

I candidati che supereranno tutte le prove verranno inseriti in una graduatorie composta valutando:

  • il punteggio ottenuto nelle prove;
  • la valutazione dei titoli;

I vincitori in ordine di punteggio sceglieranno poi una delle scuole disponibili nella regione per cui hanno fatto domanda, nella quale trascorreranno il periodo di formazione iniziale e prova della durata di un anno.

Se l'esito di tale percorso annuale è positivo il docente verrà cancellato da ogni altra graduatoria alla quale risulti iscritto e verrà confermato in ruolo nella stessa istituzione scolastica, nello stesso tipo di posto e classe di concorso.

La novità di quest'anno è il vincolo di permanenza di 5 anni, che prevede che il docente assunto in ruolo non possa fare richiesta di mobilità per almeno un quinquennio, che include l'anno di prova + altri 4 anni.

Concorso ordinario scuola: cosa studiare

Nell'attesa che arrivi il bando, è opportuno cominciare la preparazione al concorso così da non trovarsi nella spiacevole posizione di studiare tutto all'ultimo momento. Abbiamo specificato nella sezione dedicata alle prove quali sono gli argomenti da studiare per il superamento delle prove. In sintesi riguardano:

  • Prima prova scritta: discipline relative alla classe di concorso;
  • Seconda prova scritta: discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche;
  • Prova orale: conoscenza di una lingua straniera di livello B2, competenze didattico-tecnologiche e discipline riguardanti la classe di concorso.

Per aiutarvi ai fini della preparazione può essere utile allegarvi le tracce d'esame relative al precedente concorso del 2016. Vi ricordiamo, tuttavia, che per una maggiore certezza bisognerà attendere la pubblicazione del bando ufficiale e che tali tracce hanno solamente lo scopo di chiarire quali potrebbero essere gli argomenti che troverete nelle diverse prove del concorso.

Programma Prove di Esame e Materie 2016

Commenti

  • Alessandro 03/03/2020 - 21:36

    Buonasera, vorrei delle informazioni sull'abilitazione all'insegnamento, ho letto del requisito di "abilitazione specifica per la classe di concorso", come si prende questa abilitazione? sono necessari comunque i 24cfu oppure è sufficiente la laurea magistrale idonea alla classe di concorso? specifico che sono laureato in scienze politiche, qualifica magistrale in scienze delle amministrazioni e delle politiche pubbliche

    Rispondi
    Redazione Universo Scuola 05/03/2020 - 16:41

    Salve. l'abilitazione per accedere alla classe di concorso richiede un numero minimo di crediti nei settori scientifico-disciplinari. questi crediti possono essere aggiuntivi rispetto al piano di studi della sua magistrale. oltre a questi crediti, deve comunque avere i 24 cfu nei settori antropo-psico-pedagogici e nelle metodologie didattiche.

  • Jacopo 03/09/2019 - 11:47

    Buongiorno io sono diplomato in ragioneria e programmazione, dovrei rientrare nella categoria b16, mi confermate? per questo tipo di concorso è necessario solo il diploma o è necessaria anche l'abilitazione? avete aggiornamenti su quando uscirà il bando? grazie

    Rispondi
    Redazione Universo Scuola 04/09/2019 - 17:23

    Si, le confermo sulla validità del diploma, inoltre per partecipare l'unico requisito è proprio il suo titolo di studio, agli itp non servono ulteriori requisiti.

  • Giulia 22/08/2019 - 21:42

    Buonasera, ho laurea magistrale vecchio ordinamento ordinamento in scienze naturali più 24 cfu, vorrei concorrere per la classe a50. posso farlo o devo iscrivermi prima alla graduatoria g. i. ? grazie

    Rispondi
    Redazione Universo Scuola 04/09/2019 - 17:09

    Non è necessario essere iscritti in graduatoria per partecipare al concorso, basta avere i requisiti e lei, essendo in possesso di laurea e 24 cfu, li ha.

  • Cristina 12/06/2019 - 16:11

    Buongiorno,sto frequentando il serale del liceo economico-sociale. potrò accedere ai concorsi per insegnare nelle scuole secondarie, anche solo con il mio diploma?? dovrò abilitarlo all"insegnamento?? saluti , cristina

    Rispondi
    Redazione Universo Scuola 26/06/2019 - 15:28

    Purtroppo i diplomi di cui si parla in questo articolo sono i diplomi di itp, ovvero quelli conseguiti presso istituti tecnici.

  • Andrea Costa 19/05/2019 - 07:17

    Buongiorno, sono laureato in lingue e culture moderne ( lm-37). oltre ad accedere alconcorso con le classi a-24 e a-25, posso partecipare anche al concorso sostegno senza aver acquisito la specializzazione? saluti. andrea costa.

    Rispondi
    Redazione Universo Scuola 27/05/2019 - 15:07

    Per concorrere per i posti relativi al sostegno la specializzazione è un requisito obbligatorio

  • Francesca 16/04/2019 - 10:58

    Buongiorno, sono diplomata ragioneria, se ho capito bene, con il mio titolo di studio posso partecipare solo al concorso itp b32 per " esercitazioni di pratica professionale, giusto?

    Rispondi
    Redazione Universo Scuola 16/04/2019 - 15:10

    In teoria si, ma la classe di concorso b32 è ad esaurimento quindi non verranno effettuati inserimenti per quella classe di concorso

  • Giuseppina Montenegro 22/03/2019 - 13:45

    Salve vorrei sapere se al concorso 2019 possono accedere i laureati in giurisprudenza ed eventualmente per quale classe di concorso grazie

    Rispondi
    Redazione Universo Scuola 01/04/2019 - 17:17

    Per la laurea in giurisprudenza la classe di concorso è a46- scienze giuridico-economiche. tuttavia la laurea sola non basta, ci vuole uno degli altri requisiti aggiuntivi indicati nell'elenco presente nell'articolo

  • Marco 22/03/2019 - 12:50

    Buongiorno, come trovare domanda di partecipazione per itp. ho diploma di abilitazione di ottico e laurea triennale

    Rispondi
    Redazione Universo Scuola 22/03/2019 - 13:05

    Per modalità, tempistiche e info sulla presentazione delle domande si attende la pubblicazione del bando.

  • Giusy 02/03/2019 - 13:08

    Sono diplomata "geometra" vorrei sapere queste prove scritte ed orali dove si terranno ? vorrei maggiori informazioni in merito.

    Rispondi
    Redazione Universo Scuola 04/03/2019 - 15:45

    Purtroppo per informazioni del genere si attende il bando del miur

  • Milena Catullo 03/03/2019 - 19:22

    I diplomati in ottica e contatologia possono partecipare al concorso anche se non hanno mai insegnato??

    Rispondi
    Redazione Universo Scuola 04/03/2019 - 11:58

    Si, il diploma di maturità professionale per ottico rientra tra i diplomi itp e da accesso alla classe di concorso b-07 - laboratorio di ottica. fino all'a.s. 2024/15 il diploma sarà sufficiente per concorrere come itp, anche senza 24 cfu, laurea o anni di insegnamento.

Lascia un commento

Torna su