04 Maggio 2022 News Commenti

Controllo del materiale per le prove Invalsi Primaria 2022: un'operazione che è necessario svolgere correttamente

Le prove Invalsi sono ormai imminenti: la prima data è prevista proprio per la giornata del 5 maggio, che interesserà le scuole primarie. Per tale motivo, è necessario svolgere correttamente un'operazione fondamentale, che ha a che vedere con il materiale recapitato presso ogni istituto scolastico e che consente un corretto svolgimento delle stesse. Ogni dirigente scolastico, pertanto, è invitato a vagliare accuratamente il materiale indirizzatogli così da dare tempestiva comunicazione, qualora se ne ravvisasse la necessità, al soggetto incaricato dei servizi di stampa, allestimento e spedizioni perché provveda eventualmente alle debite integrazioni.

CONTENUTO DEL PACCO E OPERAZIONI CONSENTITE

I pacchi indirizzati ad ogni scuola contengono:

  • plichi edue reggette di plastica, ambedue perfettamente sigillati, contenente i fascicoli delle prove;
  • una busta trasparente contenente le etichette degli studenti per ciascuna classe.

Ogni dirigente scolastico è chiamato ad esaminare scrupolosamente il materiale di cui il pacco indirizzato alla scuola si compone e dare, eventualmente, relativo avviso di incompletezza così da ovviare per tempo con le dovute integrazioni.

Di seguito riportiamo le indicazioni necessarie per consentire lo svolgimento delle corrette operazioni di vaglio.

Quando e come aprire i plichi

I plichi, contenenti le prove di inglese, italiano e matematica, dovranno essere custoditi dal Dirigente scolastico (o da chi per lui è stato delegato), sigillati, fino al giorno stabilito per la loro apertura. Ogni plico va aperto separatamente e nel giorno interessato. Nella fattispecie, nella scuola primaria:

  • giorno 5 maggio verrà aperto il primo plico contenente la prova di inglese;
  • giorno 6 maggio verrà aperto il secondo plico contenente la prova di italiano;
  • giorno 9 maggio verrà aperto il terzo plico contenente la prova di matematica;

Per le classi che, invece, abbiano richiesto e ottenuto il posticipo dei termini delle prove, la rimozione dei sigilli dovrà avvenire, nelle date previste per le sessioni straordinarie, con le medesime modalità di quelle previste per le ordinarie.

Rimuovere i sigilli nelle scuole campione

Nelle scuole così designate, la rimozione dei sigilli deve avvenire per tutte le classi alla presenza di uno o più osservatori esterni. I plichi - che contengono i fascicoli delle prove - sono due per ogni classe seconda e tre per ogni classe quinta. Per quanto concerne la II primaria, un plico contiene i fascicoli della prova di lettura e di italiano; l'altro i fascicoli della prova di matematica. Rispetto alla V primaria, invece, un primo plico conterrà la prova di inglese; un secondo quella di italiano; la terza di matematica. Specifichiamo che l'apertura del plico contenente la prova di lettura per le classi campioni avverrà il 6 maggio, contestualmente all'apertura del plico della prova di italiano.

Controllare i fascicoli senza la rimozione del sigillo

Ogni plico è rilegato in maniera tale da consentire il conteggio dei fascicoli contenuti all'interno senza la rimozione dei sigilli. Le operazioni di controllo, infatti, vengono facilitate dal colore diverso che ogni costa di copertina di ogni fascicolo presenta.
Nella fattispecie per la classe II primaria, la costa di copertina è colorata per tutta la lunghezza di colore:

  • blu scuro per la prova di lettura delle classi campione;
  • giallo per la prova di italiano;
  • fucsia per la prova di matematica.

Per quanto concerne la classe V primaria, invece, la costa di copertina è colorata solo nella parte centrale e i colori saranno i seguenti:

  • rosso per la prova di inglese;
  • celeste per la prova di italiano;
  • verde scuro per la prova di matematica.

I fascicoli contenuti in un plico sono conservati all'interno di cinque bustine trasparenti. Per ogni classe, in ogni plico sono contenuti un numero di fascicoli pari al numero di studenti, arrotondato al multiplo di cinque più vicino.

Le etichette degli studenti, infine, sono uguali al numero dei fascicoli e si trovano disposte in buste di plastica trasparenti contrassegnate da una etichetta con il codice classe. In ciascuna delle buste, per ogni allievo, ci sarà un'etichetta per materia con lo stesso codice dello studente.

Lascia un commento

Torna su