29 Giugno 2018 Personale Ata Commenti

Chi è il DSGA? Significato, mansioni, requisiti, stipendio.

Chi è il DSGA? Significato, mansioni, requisiti, stipendio.

Tra le fila del personale ATA vi è una particolare figura che spicca tra tutti per le sue doti organizzative ed amministrative, è noto con la sigla di DSGA, scopriamo chi è, quali requisiti deve avere quali sono le mansioni che è chiamato a svolgere, a quanto ammonta il suo stipendio.
Lo scopo del seguente articolo è proprio questo, dipingere un quadro chiaro del DSGA partendo proprio dal significato.

Cosa significa DSGA? ecco la definizione

Per comprendere il significato di DSGA il primo passo da fare è spiegare cosa significa tale acronimo, ovvero Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi.
Il DSGA è una figura presente in ogni istituzione scolastica e rientra nell'Area D del personale ATA.
Nella gerarchia della scuola è la figura più importante dopo il Dirigente stesso, e certamente si può affermare che le sue responsabilità sono direttamente proporzionali alla sua importanza.
Si tratta di un pubblico ufficiale che svolge la sua complessa attività di funzionario spesso al di fuori dei confini fisici dell'istituto scolastico. Scopriamo quali sono i suoi compiti e le sue mansioni.

Compiti e mansioni del DSGA all'interno della scuola

Affrontiamo ora l'argomento da un punto di vista più pragmatico: Cosa fa il DSGA all'interno della scuola?
Svolge in prevalenza attività di tipo amministrativo, contabile e direttivo come

  • Svolgere attività lavorative di rilevante complessità e con rilevanza esterna;
  • sovrintendere, organizzare attività amministrativo-contabili, predisponendo e formalizzando anche gli atti;
  • coordinare, promuovere e verificare i risultati ottenuti dal personale ATA alle sue dipendenze;
  • Formulare all'inizio di ogni anno un piano per lo svolgimento delle prestazioni del personale ATA;
  • Essere il funzionario delegato e l'ufficiale rogante e consegnatario dei beni mobili;
  • Svolgere attività di Tutoring, aggiornamento e formazione nei confronti del personale;
  • Ricoprire, talvolta,incarichi ispettivi nell'ambito delle istituzioni scolastiche;

Ha anche altri compiti inerenti alla contrattazione interna d'istituto, il DSGA infatti effettua il controllo sul contratto di istituto e predispone una relazione sulla compatibilità finanziaria occupandosi anche di:

  • Redigere e aggiornare le schede illustrative finanziarie dei singoli progetti scolastici;
  • Predisporre una relazione ai fini della verifica che il consiglio deve eseguire entro il 30/06;
  • Firmare con il Dirigente le reversali di incasso e i mandati di pagamento;
  • Provvedere alla liquidazione delle spese;
  • Provvedere alla Gestione del fondo delle minute spese;
  • Predisporre il Conto Consuntivo entro il 15/03;
  • Tenere e Curare l'inventario in veste di Consegnatario;
  • Svolgere le eventuali attività negoziali delegategli dal Dirigente e provvedere a documentarle;
  • Espletare funzioni di ufficiale rogante stipulando atti che richiedono forma pubblica;
  • Redigere certificati di regolare prestazione per i contratti di fornitura di servizi periodici;
  • Custodire il registro dei verbali dei Revisori dei conti;

Quali sono i Requisiti per poter diventare DSGA?

Come possiamo facilmente dedurre dal gran numero di mansioni che il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi è chiamato a svolgere, per ricoprire tale ruolo bisogna partecipare un concorso specifico al quale sono ammessi soltanto i possessori di uno dei seguenti titoli:

  • Laurea in Giurisprudenza;
  • Laurea in Scienze politiche, sociali o amministrative;
  • Laurea in Economia e commercio;
  • Diploma di Laurea specialistica (LS 22, 64, 71, 84, 90 e 91);
  • Laurea Magistrale;

Il concorso è costituito da una prova selettiva, una prova scritta e una orale su temi prettamente economici, amministrativi e giuridici inerenti l'organizzazione della scuola.

Stipendio: quanto guadagna il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi

Concludiamo il nostro articolo soffermandoci sul lato più "venale" della figura del DSGA analizzando quanto guadagna.
Il suo stipendio si compone di due parti:

  • Retribuzione Fondamentale;
  • Retribuzione Accessoria;

Stipendio DSGA: a quanto ammonta la Retribuzione Fondamentale

Per un orario di lavoro di 36 ore settimanali, da gestire in piena autonomia, il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi ha una retribuzione fondamentale mensile base di 1.853,23 € la quale però può crescere in base alla progressione ordinaria di carriera, o anzianità di servizio, secondo il seguente schema:

Progressione ordinaria di Carriera Stipendio DSGA Mensile Stipendio DSGA Annuale
da 0 a 8 anni 1.853,23 € 22.238,70 €
da 9 a 14 anni 2.065,23 € 24.872,77 €
da 15 a 20 anni 2.266,40 € 27.196,77 €
da 21 a 27 anni 2.473,58 € 29.682,94 €
da 28 a 34 2.686,47 € 32.237,58 €
da 35 anni in poi 2.893,54 € 34.722,43 €

Ricordiamo che tutti passaggi stipendiali, oltre che all'avanzamento di età di servizio, sono connessi e subordinati all'assolvimento di tutti gli obblighi che ricoprire questo ruolo comporta.

Stipendio DSGA: a quanto ammonta la retribuzione accessoria

Per quanto riguarda la retribuzione accessoria essa si compone di tutti i compensi accessori che possono essere attribuiti alla figura del Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi per prestazioni legate al profilo professionale e per il trattamento connesso allo sviluppo della professione, abbinato allo svolgimento di incarichi e di attività particolari o subordinato a valutazioni o selezioni.

Lascia un commento