24 Giugno 2022 News Commenti

Maturità 2022 e seconda prova "partecipata": tra aiuti dei professori e collaborazione tra studenti, risulta una mera formalità

Mai seconda prova fu così tanto "scopiazzata". Questo è quanto emerge dalle dichiarazioni degli studenti che, dopo aver consegnato il foglio e abbandonato l'istituto, hanno ammesso di aver collaborato tra loro e di aver usufruito di un piccolo aiutino anche da parte dei professori.

In poche parole,la seconda prova della maturità 2022 può definirsi una mera formalità, alla faccia delle imprese epiche proposte negli anni precedenti. A prescindere dalla collaborazione, infatti, pare che il contenuto della prova fosse abbastanza semplice e comprensibile, forse per aiutare gli studenti a fronte dei due anni di pandemia che hanno decisamente ostacolato il loro percorso didattico.

Secondo i dati rilevati, 1 studente su 3 è riuscito a copiare. Ecco come:

  • il 16% ha scelto il metodo tradizionale, basandosi quindi su fogliettini e appunti;
  • il 10% si è avvalso dell'aiuto dei compagni;
  • il 6% è riuscito addirittura a spulciare le risposte su Internet.

Ma non solo: in alcuni casi, anche i professori hanno giocato un ruolo fondamentale, dando attivamente il loro contributo.
Gli studenti, infatti, hanno ammesso di aver ricevuto un grande aiuto da parte loro e in modalità diversa:

  • chi ha spoilerato il contenuto della prova anticipatamente;
  • chi ha dato suggerimenti in corso d'opera;
  • chi si è seduto accanto agli studenti guidandoli passo per passo.

Insomma, alla fine dei conti, si può tranquillamente affermare che la sofferenza e il disagio vissuti dagli studenti negli ultimi anni sono stati ampiamente ripagati da un esame di Stato decisamente leggero.

Gli studenti concordano: seconda prova esperienza positiva

Grazie agli aiuti ricevuti e al clima informale venutosi a creare nelle varie scuole, gli studenti si sono dichiarati ampiamente soddisfatti dalla seconda prova: 8 maturandi su 10, infatti, l'hanno definita un'esperienza positiva. Nello specifico:

  • per il 16% è stata ottima;
  • per il 22% si è rivelata molto buona;
  • per il 44% si è dimostrata abbastanza buona.

Altro motivo che ha messo a proprio agio ogni singolo studente è stata la scelta di argomenti trattati nel corso dell'anno scolastico, il che ha evitato ai maturandi spiacevoli sorprese.

L'aiuto da parte dei docenti, quindi, è precedente la prova stessa: considerando che i contenuti della seconda prova sono stati scelti arbitrariamente e autonomamente dai singoli istituti, appare chiaro come il corpo insegnanti abbia voluto agevolare e semplificare un momento così importante della formazione degli studenti.

Adesso non resta che affrontare il colloquio orale per poter finalmente andare incontro all'estate.

Lascia un commento

Torna su