23 Giugno 2022 Docenti Commenti

DL 36 e docenti scuola secondaria: il percorso formativo per partecipare al concorso

Sono numerose le riforme e le modifiche introdotte dal DL 36 del 30 aprile 2022 che, in particolare, interessano i docenti e la loro formazione. A tal proposito, infatti, sono stati effettuati dei cambiamenti in merito alla formazione universitaria prevista per i docenti che intendono insegnare alla scuola secondaria di I e II grado.

Formazione universitaria e competenze

In primis, la normativa prevede un percorso universitario specifico che permetta ai docenti di posto comune e tecnico-pratici di ottenere l'abilitazione, così da promuovere una tipologia di scuola partecipata e soprattutto inclusiva.

Ogni docente dovrà acquisire non solo competenze pedagogiche, culturali, didattiche, psicologiche e metodologiche, ma anche conoscenze prettamente legate all'esercizio della professione di natura relazionale ed emotiva, oltre che didattica e tecnologica.

Tra gli obiettivi principali, infatti, rientra la volontà di rendere i docenti perfettamente in grado di gestire al meglio gli studenti, coinvolgendoli e facendo nascere in loro la curiosità necessaria per imparare attraverso l'organizzazione di attività istruttive e, al tempo stesso, divertenti.

Requisiti di accesso, svolgimento e valutazione finale

Il percorso universitario è aperto a tutti i docenti in possesso dei seguenti requisiti:

  • laurea magistrale o a ciclo unico;
  • diploma di alta formazione artistica, musicale e coreutica di II livello;
  • titolo equiparato o equipollente.

Alla fine, ogni aspirante docente dovrà sostenere due prove per dimostrare l'acquisizione di determinate competenze:

  • una prova scritta, cioè un'analisi critica relativa al tirocinio scolastico svolto durante la formazione iniziale;
  • la simulazione di una lezione.

Entrambe le prove saranno valutate da una commissione composta da:

  • un membro dell'ufficio scolastico regionale;
  • un membro esterno esperto nelle materie caratterizzanti il percorso abilitante;
  • il tutor che ha seguito il docente durante il tirocinio.

La formazione universitaria si svolge totalmente in presenza, soprattutto le attività di laboratorio e tirocinio, ma è concesso un20% del totale delle ore di lezione in via telematica.

Il costo del percorso universitario e dell'iscrizione agli esami finali sono a carico dei partecipanti, ma al momento non sono state specificate fasce di prezzo.

Abilitazione e concorso pubblico

Una volta concluso il percorso universitario e aver superato positivamente la valutazione finale, verrà concessa l'abilitazione che, a sua volta, permetterà ai docenti di poter partecipare al concorso pubblico nazionale su base regionale per ottenere l'immissione in ruolo.

Lascia un commento

Torna su