19 Settembre 2018 Docenti Commenti

Rinuncia alle supplenze: ecco le Sanzioni

Le supplenze e le assunzioni nel mondo della scuola sono regolate da meccanismi ben precisi che come abbiamo visto si basano su graduatorie, nomine, deleghe e quant'altro.
Oggi affronteremo uno degli argomenti più "scottanti" che orbitano attorno alle supplenze, le sanzioni per la rinuncia.
Ovviamente non è prevista sempre la stessa sanzione, ogni rinuncia ha cause diverse che producono diversi effetti, ma in generale possiamo raggrupparle in 3 categorie:

Rinuncia alla Supplenza: le sanzioni da GAE

Per quello che concerne la rinuncia a supplenze da parte di candidati selezionati tramite Graduatorie ad Esaurimento, sono previste le seguenti sanzioni:

Tipo di Rinuncia Sanzione
Rinuncia alla proposta di assunzione perdita della possibilità di effettuare supplenze GAE per lo stesso insegnamento
Assenza alla convocazione perdita della possibilità di effettuare supplenze GAE per lo stesso insegnamento
Mancata assunzione di servizio dopo accettazione perdita della possibilità di effettuare supplenze GAE e GI per lo stesso insegnamento
Abbandono del servizio perdita della possibilità di effettuare supplenze GAE e GI per tutte le graduatorie di insegnamento

Rinuncia alla supplenza: le sanzioni da GI

Le sanzioni per la rinuncia alle supplenze nelle graduatorie d'istituto e di circolo, sono definite dall'art. 8 del Regolamento che stabilisce i seguenti provvedimenti:

Tipo di Rinuncia Sanzione
rinuncia a proposta contrattuale/proroga/conferma per 2 volte nella stessa scuola collocazione in coda alla terza fascia GI
mancata assunzione in servizio dopo accettazione perdita della possibilità di effettuare supplenze per lo stesso insegnamento in tutte le scuole in cui si è inseriti nelle GI
abbandono del servizio perdita della possibilità di effettuare supplenze GI per tutte le graduatorie di insegnamento

Ricordiamo che per quanto riguarda la rinuncia alla proposta contrattuale, alla proroga o alla conferma ripetuta per due volte nella stessa scuola, la sanzione della collocazione in coda alla terza fascia GI si applica solo ed esclusivamente agli aspiranti totalmente inoccupati al momento dell'offerta.

Sanzioni per rinuncia a supplenze brevi fino a 10 giorni

Per gli aspiranti che rinunciano a supplenze brevi della durata massima di 10 giorni, il regolamento stabilisce che vengano applicati i seguenti provvedimenti.

Tipo di Rinuncia Sanzione
mancata accettazione di assunzione formulata secondo il provvedimento ministeriale cancellazione dall'elenco di coloro che hanno priorità per tale tipologia di supplenze (relativamente alla scuola interessata)
mancata assunzione in servizio dopo accettazione perdita della possibilità di effettuare supplenze per lo stesso insegnamento in tutte le scuole in cui si è inseriti nelle GI
abbandono del servizio perdita della possibilità di effettuare supplenze GI per tutte le graduatorie di insegnamento

per quanto riguarda la prima voce della tabella, la sanzione si applica solo agli aspiranti che risultino inoccupati che rifiutano la supplenza pur avendone richiesto l'attribuzione in precedenza.

Si può rinunciare a una supplenza senza incorrere in sanzioni?

Secondo quanto stabilito dal relativo regolamento, la risposta a questa domanda è affermativa.
Si può effettuare una rinuncia alla supplenza senza sanzioni nei seguenti casi:

  • rinuncia ad una supplenza temporanea già accettata fino al 30 giugno per accettarne una annuale fino al 31 di agosto;
  • rinunciare ad uno spezzone orario per accettare una supplenza temporanea fino al 30 giugno;
  • rinunciare ad uno spezzone orario per accettare una supplenza annuale fino al 31 agosto;

Lascia un commento