29 Aprile 2022 Normative Commenti

Scuola e Mascherine: Ministro Speranza conferma l'obbligo fino al 15 giugno

Mascherine al chiuso: tutto rimane per com'è. Nonostante la decisione abbia generato opinioni contrastanti tra gli esperti, il ministro della Salute Speranza conferma la normativa vigente. Una decisione che lascia di fatto immutato il regolamento per le scuole almeno fino alla conclusione dell'anno scolastico, nonostante lo stato di emergenza sia ormai definitivamente alle spalle.

Approvato l'emendamento che conferma l'obbligo di mascherina al chiuso fino al 15 giugno

Nella giornata di ieri 28 aprile è stato approvato un emendamento al decreto legge del 24 marzo 2022 riguardo la fine dello stato di emergenza e conseguentemente è stata firmata un'ordinanza ponte per la ricezione del testo dell'emendamento stesso.

Questo afferma in sostanza che, nonostante la fine dello stato di emergenza, è necessario continuare a indossare le mascherine in determinati contesti quali:

  • Mezzi pubblici
  • Spettacoli aperti al pubblico che si tengono al chiuso (cinema, teatri, sale concerti, locali di intrattenimento)
  • Manifestazioni o eventi che ospitano competizioni sportive al chiuso
  • Lavoratori e visitatori di strutture sanitarie, socio-sanitarie, socio-assistenziali, di ospitalità e riabilitazione.

Il precedente termine del 30 aprile 2022 è dunque stato spostato in avanti, precisamente al 15 giugno dello stesso anno.

Mascherine a scuola: cosa bisogna sapere

La situazione a scuola rimane come da normativa già in vigore. Il decreto approvato a marzo prevede per studenti, docenti e personale ATA l'obbligo di indossare le mascherine nelle aule, di tipo chirurgico o FFP2. Dispensati dall'obbligo i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'utilizzo della mascherina stessa. Rimane la possibilità di togliere le mascherine durante lo svolgimento di attività sportive.

Mascherine e scuole materne: regolamento uniformato

Grazie a un emendamento proposto da Gabriele Lorenzoni del Movimento 5 Stelle, viene inoltre uniformata la situazione dell'obbligo di mascherina alle scuole materne.

Dal 1° maggio infatti i bambini che hanno appena compiuto sei anni non dovranno più indossare necessariamente la mascherina. Questo emendamento risolve così una precedente disparità. Poteva infatti accadere che all'interno della stessa classe, alcuni bambini dovessero indossare la mascherina, mentre altri fossero esentati dal provvedimento, a causa di motivi puramente anagrafici, cosa che adesso non accadrà più.

Lascia un commento

Torna su