04 Settembre 2018 Personale Ata Commenti

A chi spetta la Sostituzione del DSGA: normativa

L'intero universo della scuola è regolato da un'enorme quantità di norme e leggi che disciplinano regolamenti e contratti, una di questa stabilisce che occorre procedere con la sostituzione quando un membro del personale è:

  • mancante;
  • assente per tutte l'anno scolastico;
  • assente per periodi non coincidenti con l'anno scolastico;

Tuttavia per la sostituzione del DSGA non esiste una vera e propria normativa che disciplini il tutto in modo chiaro e preciso.
Vista l'importanza di questa figura di spicco del personale ATA e il numero elevato di posti vacanti, Universo Scuola cercherà di fare chiarezza su questo argomento.

Sostituzione del DSGA: Normativa

Anche se criticata da molti e accusata di incompletezza, esiste una normativa a cui è possibile rifarsi per determinare a chi spetta sostituire il direttore dei servizi generali e amministrativi.
Nello specifico si tratta di due norme in "combinato disposto" e sono:

  • l'art. 56 del CNNL 29/11/2007, ai commi 4 e 5;
  • l'art. 47 del CNNL 29/11/2007, integrato dalla sequenza contrattuale per il personale ATA del 25/07/2008;

Entrambe sono norme di tipo contrattuale e vengono annualmente integrate ed aggiornate dal CCNI per le tematiche relative alle assegnazioni provvisorie e sostituzioni su posti disponibili per tutto l'anno scolastico.
Di recente tuttavia si tenta di dare una maggiore definizione normativa al procedimento da seguire per sostituire il DSGA e, attingendo all'art.14 del CCNI per le Assegnazioni provvisorie del personale ATA e all'accordo Regionale del 26/07/2017 per creare delle Graduatorie per la Sostituzione del DSGA, anche se ancora sono provvisorie.

Graduatoria per la Sostituzione del DSGA

Fino a poco tempo fa quando il posto di DSGA era vacante per la mancanza di un titolare, il sostituto era da cercarsi nelle graduatorie provinciali permanenti del personale ATA, anche se quegli elenchi non erano fatti a posta per i Direttori dei servizi generali e amministrativi.
Alcune province avevano il "vantaggio" di poter attingere a quello che rimaneva delle graduatorie provinciali del profilo professionale che è stato il predecessore del DSGA: il Responsabile Amministrativo.
Quando non si riusciva a trovare un sostituto in questo modo, si assegnava il ruolo all'Assistente Amministrativo di seconda posizione economica che ai sensi della sequenza contrattuale del 25/07/08 ha l'obbligo di assumere le funzioni del Direttore dei servizi generali e amminsitrativi.

Oggi tuttavia sono state approntate delle Graduatorie provvisorie per la Sostituzione del DSGA composte dagli Assistenti Amministrativi che hanno avanzato la candidatura per questo ruolo tanto importante.
Queste Graduatorie sono divise nel seguente modo:

  • Fascia A,
    composta dagli A.A. in possesso della seconda posizione economica, che hanno già prestato servizio come DSGA;
  • Fascia B,
    composta dagli A.A. in possesso della seconda posizione economica, che ambiscono a prestare servizio come DSGA per la prima volta;
  • Fascia C,
    composta dagli A.A. non in possesso della seconda posizione economica;

Graduatoria Sostituzione DSGA: la valutazione e Punteggio

Come in ogni graduatoria che si rispetti la posizione dei candidati viene stabilita dal loro punteggio che si calcola in modo diverso a seconda della fascia in cui si è inseriti.

Nella fascia A della graduatoria di sostituzione del DSGA la valutazione si effettua attribuendo ai candidati un punto per ogni mese di servizio effettivo come DSGA, o per ogni periodo di servizio superiore ai 15 giorni.

Nelle Fasce B e C la valutazione tiene conto dei titoli culturali di cui i candidati sono in possesso attribuendo punti secondo il seguente schema:

Titoli di Studio Punti Graduatoria DSGA
Diploma di maturità 2
Laurea Triennale Generica 3
Laurea Triennale Specifica 4
Laurea magistrale Generica (vecchio ordinamento) 5
Laurea magistrale Specifica in: giurisprudenza, scienze politiche sociali e amministrative, economia e commercio e titoli equipollenti 8

Sostituzione DSGA: Compenso

Passiamo ora a parlare della retribuzione che spetta all'assistente amministrativo per la sostituzione del DSGA.
Il compenso viene calcolato ed assegnato tenendo conto della parte fissa e di quella variabile dell'indennità di direzione del DSGA assente.
All'assistente amministrativo dunque verrà assegnata l'indennità di direzione per le giornate di effettiva sostituzione del DSGA.

Lascia un commento