18 Luglio 2018 Personale Ata Commenti

Cos’è l’Assistente Tecnico ATA? Mansioni, requisiti e stipendio

Il personale ATA è la categoria professionale più variegata tra quelle che operano nella scuola.
In essa si raggruppano diversi profili professionali che in base ai requisiti e ai titoli di accesso si occupano di svolgere mansioni diverse.
Tra i profili che figurano nell'AREA B del personale amministrativo, tecnico e ausiliario troviamo l'Assistente Tecnico.
In questo articolo ci occuperemo di offrivi un quadro chiaro su quelle che sono le sue mansioni, i requisiti necessari per fare domanda e, perchè no, anche di quanto guadagna.

Cos'è l'Assistente Tecnico ATA?

L'Assistente Tecnico di laboratorio è uno dei profili professionali del personale ata che opera principalmente all'interno di scuole secondarie di II grado.
Si tratta di una delle figure che è esiste da sempre all'interno degli istituti scolastici e, anche se inizialmente il suo ruolo era piuttosto marginale, con il passare del tempo e con l'aumento dell'utilizzo di tecnologie avanzate e di applicazioni innovative nel campo della didattica, la sua rilevanza è cambiata radicalmente.
Oggi l'Assistente Tecnico, abbreviato spesso con la sigla AT, è un individuo in possesso di competenze sempre più specifiche, in grado di assistere egregiamente i docenti in veste di figura professionale qualificata all'interno dei laboratori scolastici.

Cosa fa un Assistente Tecnico: Mansioni

Il classico ruolo per cui viene ricordato l'Assistente Tecnico è operare fianco a fianco con i docenti assisterli e supportarli durante lo svolgimento di attività tecnico-pratiche e di laboratorio, ma scopriamo di preciso cosa fa e quali sono le sue mansioni specifiche.
In qualità di addetto alla conduzione tecnica dei laboratori i suoi compiti sono i seguenti:

  • Attendere alla preparazione delle esperienze ed alla messa in ordine dei laboratori;
  • Svolgere attività di supporto tecnico ai docenti dei laboratori
  • Avanzare proposte e consulenza per il piano acquisti;
  • Collaborare con docenti e ufficio tecnico preposto per manutenzione e acquisti;
  • Preparare il materiale per le esercitazioni;
  • Prelevare il materiale dal magazzino;
  • Consegnare in magazzino il materiale non funzionante;
  • Effettuare vigilanza nei laboratori nei limiti delle loro responsabilità;
  • Garantire la funzionalità e l'efficienza di laboratori, officine e reparti di lavorazione;
  • Occuparsi della conduzione e della manutenzione ordinaria delle attrezzature utilizzate;
  • Partecipare a iniziative formative per aggiornarsi sull'utilizzo delle attrezzature più innovative.
  • Controllare eventuali rifiuti speciali;

Ovviamente in base all'area di laboratorio a cui l'AT ha accesso queste possono diversificarsi e assumere aspetti specifici e settorializzati, rappresentando un vero e proprio valore aggiunto nel processo didattico.
L'orario lavorativo dell'AT è di 36 ore settimanali, di cui massimo 24 devono essere svolte in compresenza con un docente, e le restanti 12 svolgendo mansioni di manutenzione delle strumentazioni.

I requisiti dell'assistente tecnico di laboratorio: titoli di studio e codici

Dopo aver visto cosa fa, scopriamo Chi può fare l'assistente tecnico parlando delle qualifiche necessarie per operare all'interno dei laboratori delle scuole secondarie di secondo grado.
Secondo quanto stabilito dal Miur, l'unico requisito per fare domanda come AT è un diploma che dia accesso ad aree di laboratorio.
Si tratta di diplomi elencati nell'Allegato C, identificati da un codice titolo da cui deriva l'accesso ad una specifica area professionale.
Cercheremo di riassumere nella seguente tabella la corrispondenza alcuni dei titoli di studio validi per l'AT e dei codici titolo che danno accesso alle aree di laboratorio.

Diploma/Titolo di Accesso Codice titolo
Maturità Scientifico PS00
Ragioniere programmatore TD05
Perito Informatico TF21
Geometra TD03
Maturità Artistica SL0X
Perito in elettronica e telecomunicazioni RR87
Perito industriale con specializzazione in elettrotecnica RR86
Tecnico chimico biologico RRC8
Tecnico della Gestione Aziendale Informatica RR45
Tecnico dei servizi turistici RR2E
Perito industriale specializzazione Meccanica TF24
Tecnico dell'abbigliamento e della moda RR68
Tecnico delle industrie meccaniche TF24
Tecnico delle industrie elettroniche RRC1
Perito Tecnico Elettronico e delle telecomunicazioni RR87
Perito industriale capotecnico indirizzo: chimica TF04
Perito/tecnico Agrario TA03
Diploma alberghiero indirizzo servizi di ristorazione RR29

Allegato C: corrispondenza tra titoli e aree laboratori

Quelli della tabella precedente sono solo alcuni dei diplomi validi per essere reclutati all'interno del personale ATA in veste di assistente tecnico.
Tuttavia l'Allegato C non contiene soltanto un elenco di titoli e di relativi codici, ma per ognuno di essi stabilisce delle corrispondenze con le aree professionali e i laboratori fornendo indicazioni ben precise all'interno di una lista lunga e dettagliata.
Per agevolare gli aspiranti AT nel capire a quale area di laboratorio hanno accesso, il MIUR ha creato un'apposita applicazione in cui basta inserire il proprio titolo per scoprirlo.
Per chi ne avesse bisogno, l'applicazione del Miur è disponibile a questo indirizzo: http://www.istruzione.it/graduatoriedistituto_ata/public/index.html

Quanto guadagna un assistente tecnico?

In maniera analoga all'assistente amministrativo, l'assistente tecnico di laboratorio percepisce una retribuzione annuale base di 16.696,06 €, che sarebbero circa 1.200 € mensili.
Tuttavia il suo stipendio netto varia con il progredire degli anni di servizio secondo il seguente schema:

Anzianità di Servizio Stipendio Annuale
da 0 a 8 anni 16.696,06 €
da 9 a 14 anni 18.411,10 €
da 15 a 20 anni 19.680,15 €
da 21 a 27 anni 20.956,80 €
da 28 a 34 anni 21.856,96 €
da 35 anni in poi 22.562,63 €

Commenti

  • Efisio 11/12/2018 - 19:15

    Confermo quanto detto da federico sono due figure quasi doppie con stesso diploma ma con mansioni di pseudo docente per instecprat. e di esecutivo at. ma ritengo che at sia più completo e che stipendio più basso.

    Rispondi
  • Maria Luisa 06/12/2018 - 06:20

    Una domanda: l'assistente tecnico è sotto le direttive del dsga come gli ausiliari e gli amministrativi? oppure il loro piano e assegnazione di lavoro dipendono esclusivamente dal preside?

    Rispondi
    Redazione Universo Scuola 06/12/2018 - 09:16

    Salve; gerarchicamente l'assistente tecnico dipende dal preside.

  • Mario 28/11/2018 - 09:44

    è in assoluto la figura più deprezzata nel panorama scolastico, un solo dato, nonostante sia dilagante l'utilizzo della tecnologia nella scuola moderna, il numero di assistenti tecnici varia esclusivamente in base alla volontà della giunta esecutiva di chiederne un numero adeguato e non in base a parametri oggettivi come per qualsiasi docente o ata. vergognoso!

    Rispondi
  • Federico 12/09/2018 - 00:00

    E' un doppione dell'insegnante tecnico pratico, con molte piu' responsabilita' e lo stipendio piu' basso

    Rispondi
    Enrico 05/11/2018 - 17:10

    L'itp insegna, fa lezione con la classe in laboratorio, e ovviamente deve anche spiegare ciò che fa... e' equiparato ad un docente di teoria, solo con lo stipendio più basso. l'assistente tecnico è, invece, un ata e si occupa della manutenzione di tutti i laboratori, dei pc nelle classi, delle lim, della rete internet della scuola, degli acquisti da fare (pc nuovi, cavi di rete, mouse, tastiere, monitor, cartucce per stampanti e fotocopiatrice, ecc...). in quale scuola insegni? o dove hai sentito queste cose?

Lascia un commento