17 Ottobre 2019 Docenti Commenti

Concorso Straordinario Secondaria 2020: Info su bando, requisiti, prova scritta, cosa studiare, graduatoria e immissione in ruolo

A breve finalmente sarà pubblicato il bando per il concorso straordinario della scuola secondaria. Il Decreto Scuola recentemente approvato ha reso ufficiale la previsione del concorso finalizzato alla copertura di 24.000 posti da suddividere tra posto comune e sostegno. In attesa della pubblicazione del bando, vi offriamo tutte le informazioni utili relative al concorso: chi può partecipare, come si svolge, come avverrà l'immissione in ruolo e come preparsi al meglio per affrontare la prova scritta.

Concorso Straordinario Secondaria: quando il Bando

Secondo gli ultimi notizie provenienti dal MIUR, entrambi i concorsi per la scuola secondaria dovranno essere banditi entro il mese di aprile 2020. Slitta dunque la data di pubblicazione dei bandi, inizialmente prevista a fine 2019, poi febbraio e adesso prorogata di altri due mesi. In ogni caso, la tempistica dovrà permettere lo svolgimento delle procedure entro i primi 6 mesi dell'anno e provvedere in questo modo alle assunzioni già a partire dal 1/09/2020

Occorre specificare che il bando del concorso straordinario verrà bandito contestualmene a quello del concorso ordinario e si prevede una procedura straordinaria per il ruolo e un'altra specifica per i docenti che partecipano ai fini abilitanti. A livello territoriale, il concorso straordinario sarà bandito su scala nazionale ma organizzato su base regionale e interessa tutte le classi concorso per cui si prevede che vi siano posti vacanti e disponibili nei seguenti anni scolastici:

  • 2020/2021;
  • 2021/2022;
  • 2022/2023;

La graduatoria di merito, formata dai candidati collocati in posizione utile, sarà ad esaurimento e potrà essere utilizzata anche dopo i suddetti anni scolastici per le assunzioni a tempo indeterminato.
VEDI ANCHE: Concorso ordinario secondaria 2020 Concorso ordinario infanzia e primaria 2020

Concorso Straordinario Secondaria: Requisiti

Vediamo adesso chi può partecipare al concorso straordinario. Secondo il Decreto scuola, possono partecipare tutti i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  • 3 annualità di servizio nella scuola secondaria statale tra l'a.s.2008/09 e l'a.s.2019/20, anche non consecutive, sia nei posti comune o di sostegno;
  • un anno di servizio nella specifica classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale si fa richiesta;
  • titolo di studio previsto per l'accesso alla classe di concorso (per gli ITP il requisito rimane il diploma tecnico pratico).

Questi sono dunque i 3 requisiti generali richiesti per la partecipazione al concorso straordinario. Con riferimento a questi, il testo del Decreto specifica che:

*Per coloro che hanno solo 2 annualità e che sono attualmente impiegati con contratto a tempo determinato potranno far valere anche l'anno scolastico in corso (2019/2020) come requisito d'accesso, ma in questo caso saranno ammessi con riserva.

*Il servizio svolto su posto di sostegno in assenza di specializzazione è considerato requisito valido per la partecipazione alla procedura straordinaria, fermo restando il requisito dell'anno di servizio specifico

*Per accedere al concorso per i posti di sostegno è necessario essere in possesso della relativa specializzazione.

Si può partecipare a più procedure?

Ciascun docente può partecipare al concorso straordinario sia per il sostegno che per il posto comune, ma all'interno di una sola regione. Inoltre, il Decreto specifica che il docente può partecipare sia al concorso ordinario che al concorso straordinario, anche per la medesima classe di concorso e tipologia di posto, se in possesso dei requisiti previsti per entrambi.

Partecipazione ai fini abilitanti

Il Decreto scuola ha previsto che alcune particolari categorie di docenti potranno partecipare al concorso straordinario. Tuttavia, diversamente dai docenti in servizio nelle scuole statali, che parteciperanno al concorso per avere sia il ruolo che l'abilitazione, quest'ultimi possono concorrere per ottenere esclusivamente l'abilitazione. Vediamo di quali categorie stiamo parlando:

  • docenti di ruolo delle scuole statali: possono partecipare solo a fini abilitanti, anche senza l'anno di servizio specifico;
  • specializzandi TFA sostegno IV ciclo: ammessi con riserva;
  • docenti con servizio misto nella scuola statale e paritaria: non possono far valere le annualità svolte in altre scuole che non siano quelle statali;
  • docenti con servizio nei percorsi di IeFP - Istruzione e formazione professionale: possono partecipare solo a fini abilitanti;

L'abilitazione consentirà inoltre l'accesso alla II fascia delle graduatorie di istituto delle scuole statali.

CONCORSO STRAORDINARIO SECONDARIA: PROVa

Il concorso prevede una prova scritta computer-based che verterà sugli argomenti afferenti alle classi di concorso e alle metodologie didattiche. Il programma di esame è uguale a quello del concorso ordinario per titoli ed esami per la scuola secondaria bandito nell'anno 2016. Verranno utilizzate domande a risposta multipla con 4 opzioni di scelta di cui 1 giusta. I docenti delle scuole paritarie, IeFP e docenti di ruolo svolgono una specifica prova scritta, identica nelle modalità e nei contenuti a quella prevista per le immissioni in ruolo.

Come si svolgerà la prova scritta

Secondo le utlime indicazione, la prova scritta conterrà 80 quesiti da svolgere in un tempo massimo di 80 minuti. I quesiti sono ripartiti nel seguente modo:

  • competenze disciplinari relative alla classe di concorso: 45 quesiti;
  • competenze didattico-metodologiche: 30 quesiti;
  • capacità di lettura e comprensione del testo in lingua inglese: 5 quesiti

La risposta corretta è valutata 1 punto, mentre la risposta errata o non data vale 0 punti. Il punteggio minimo per il superamento è fissato a 56/80.

Come si svolgerà la prova scritta per i posti di sostegno

La prova per posto di sostegno è articolata diversamente in base al tipo di posto per cui si concorre, ossia per un posto nel primo o secondo grado di scuola. Anche qui, la prova è costituita da 80 quesiti a risposta chiusa con quattro opzioni di risposta, di cui una sola corretta, così ripartiti:

  • ambito normativo: 15 quesiti;
  • ambito psicopedagogico e didattico: 30 quesiti;
  • ambito della conoscenza delle disabilità e degli altri bisogni educativi speciali in una logica bio-psico-sociale: 30 quesiti;
  • capacità di lettura e comprensione del testo in lingua inglese: 5 quesiti.

Anche in questo caso, la risposta corretta è valutata 1 punto, mentre la risposta errata o non data vale 0 punti. Il punteggio minimo per il superamento è fissato a 56/80.

CONCORSO STRAORDINARIO SECONDARIA: COSA STUDIARE

Come prepararsi per affrontare la prova scritta del concorso? Per ottenere una buona preparazione vi consigliamo di studiare sui libri appositamente dedicati che contengono, oltre al materiale didattiche, anche dei quiz utili per esercitavi in vista della prova scritta. In ogni caso, è sicuramente utile prendere visione del precedente programma del concorso ordinario del 2016, il quale contiene gli argomenti che troverete nella prova scritta del concorso straordinario. A tal proposito, nel link sottostante è possibili scaricare sul vostro pc il programma e le materie del concorso del 2016

Programma Prove di Esame e Materie 2016

Graduatoria, immissione e abilitazione

I vincitori del concorso verranno inseriti in una graduatoria di merito che verrà formata tenendo conto del:

  • punteggio della prova;
  • titoli in possesso del candidato (avranno un punteggio massimo di 20 punti).

I vincitori verranno immessi in ruolo e inizieranno il loro percorso da docenti con l'anno di prova, che si concluderà con un esame orale che dovrà essere superato con il punteggio minimo di 7/10.

I vincitori conseguiranno anche l'abilitazione all'insegnamento, che avverrà al momento della conferma del ruolo.

Le immissioni in ruolo dei vincitori sono previste già a partire dall'anno scolastico 2020/2021, ma le nomine saranno disposte fino all'esaurimento della graduatoria anche negli anni successivi.

Gli idonei non vincitori

I docenti idonei che hanno superato la prova scritta ma che non rientrano nei 24mila posti a disposizione potranno conseguire l'abilitazione all'insegnamento alle seguenti condizioni:

  • abbiano una supplenza in corso con scadenza al 30 giugno o al 31 agosto;
  • conseguano i 24 CFU per l'insegnamento;
  • superino una prova orale (punteggio minimo 7/10).

Lascia un commento

Torna su