16 Giugno 2020 Docenti Commenti

Piano di Apprendimento Individualizzato e Piano di Integrazione degli Apprendimenti: cosa sono, quali differenze

Nell'Ordinanza Ministeriale n. 11 del 16 maggio 2020 si introducono due nuovi documenti obbligatori da predisporre per la valutazione scolastica finale , fin ad oggi mai usate. Si tratta dei cosidetti PAI e del PIA, i cui acronimi stanno per Piano di Apprendimento Individualizzato e Piano di Integrazione degli Apprendimenti.

PIANO DI APPRENDIMENTO INDIVIDUALIZZATO

Il PAI è un documento predisposto dal Consiglio di classe o dai docenti contitolari di classe per gli alunni ammessi alla classe successiva con una o più insufficienze o con livelli di apprendimento non adeguatamente consolidati. La predisposizione del Piano non è prevista nel caso di passaggio alla prima classe della scuola secondaria di primo grado e di secondo grado.

Nel Piano, che va allegato al documento di valutazione finale, sono indicati, per ciascuna disciplina, gli obiettivi di apprendimento da conseguire e le specifiche strategie per il miglioramento dei livelli di apprendimento.

PIANO DI INTEGRAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI

Il PIA è predisposto in caso di mancato svolgimento delle attività didattiche programmate all'inizio dell'anno scolastico. I docenti del consiglio di classe o contitolari di classe individuano le attività didattiche eventualmente non svolte rispetto alle progettazioni di inizio anno scolastico e i relativi obiettivi di apprendimento e li inseriscono in una nuova progettazione, finalizzata alla definizione del piano di integrazione degli apprendimenti.

Il Piano, in definitiva, comprende le diverse attività didattiche non svolte nell'ambito delle varie discipline e i correlati obiettivi di apprendimento.

differenze

Si tratta di due adempimenti importanti di fine anno scolastico. Il PAI si concentra sugli obiettivi di apprendimento non conseguiti, mentre il PIA sugli obiettivi di apprendimento non svolti. Con riferimento al primo, il Consiglio di classe attiva specifiche strategie per il migliorare i livelli di apprendimento; in riferimento al secondo integra, attraverso precise attività, le conoscenze e le abilità non trattate durante il periodo della DAD.

Mentre il PAI si concentra sul singolo alunno, il PIA è approntato per la classe e ha come finalità il completamento della progettazione di inizio anno.

PAI E PIA: quando e come farli

Le attività relative al piano di integrazione degli apprendimenti e al piano di apprendimento individualizzato costituiscono attività didattica ordinaria e hanno inizio a decorrere dal 1° settembre 2020. Le attività integrano, ove necessario, il primo periodo didattico (trimestre o quadrimestre) e comunque proseguono, se necessarie, per l'intera durata dell'anno scolastico 2020/2021.

Le attività didattiche sono realizzate attraverso l'organico dell'autonomia, adottando ogni forma di flessibilità didattica e organizzativa e facendo convergere sul prioritario sostegno agli apprendimenti le iniziative progettuali.

Lascia un commento

Torna su