12 Maggio 2022 Docenti Commenti

Aggiornamento GPS 2022: le risposte del Ministero ai dubbi su domanda con riserva, servizio svolto e titoli

Dopo aver subito ritardi su ritardi, anche a causa dei pareri del CSPI e del Consiglio di Stato, alla fine l'ordinanza ministeriale sull'aggiornamento GPS 2022 è stata pubblicata. Sono diverse le novità previste, che abbiamo trattato in un approfondimento dedicato, ma anche le FAQ pubblicate dal Ministero per rispondere ai dubbi dei candidati.

Vediamo quali sono le risposte ai principali argomenti riguardanti:

  • le date di presentazione della domanda e quelle per sciogliere la riserva;
  • la valutazione del servizio in corso;
  • il peso delle graduatorie già in atto;
  • la valutazione dei titoli per l'iscrizione alle GPS.

Abilitazione o specializzazione entro il 20 luglio 2022: cosa succede se non si consegue il titolo?

Come confermato dall'ordinanza, si prevede la possibilità di presentare una domanda di inserimento in GPS con riserva, nel caso si consegua l'abilitazione o la specializzazione entro il 20 luglio 2022.

I candidati che rispettano questo requisito possono quindi procedere alla compilazione e iscriversi con riserva. Dovranno però presentare un'ulteriore istanza entro il 20 luglio 2022 in cui forniscono i dettagli del titolo conseguito.

Diverso è il caso in cui si presenta la domanda con riserva, nella finestra che va dal 12 maggio al 31 maggio, e poi però non si consegue l'abilitazione o specializzazione entro il 20 luglio 2022.

In una situazione come questa, il Ministero ha chiarito che la domanda rimarrà all'interno del sistema, ma non avrà efficacia per l'anno 2022/2023. Una volta conseguito il titolo, il candidato potrà presentare un'apposita istanza e quindi iscriversi negli elenchi aggiuntivi GPS per l'anno 2023/2024.

Supplenza fino al 30 giugno: il servizio vale per intero?

Andiamo adesso ai candidati che hanno un contratto di supplenza per l'anno scolastico in corso. Secondo l'ordinanza ministeriale e le relative FAQ, i candidati che hanno un contratto di supplenza fino al 30 giugno possono indicare il servizio prestato per intero.

Perché ottengano il punteggio massimo, tuttavia, alla fine del servizio dovranno presentare un'istanza apposita in cui confermano la data dichiarata per il termine della supplenza. In assenza, il servizio valido ai fini dell'inserimento in GPS avrà valore soltanto fino alla data della presentazione della domanda.

Se però il servizio in corso è necessario per raggiungere le tre annualità previste per partecipare alle GPS sostegno seconda fascia, il mancato scioglimento della riserva preclude la possibilità di partecipare alla graduatoria.

Diverso è il caso in cui, con una supplenza fino al 30 giugno o al 31 agosto, al momento di presentazione dell'istanza si abbiano già i 180 giorni necessari per considerare il massimo punteggio. Qui, il Ministero consiglia di indicare come fine del servizio la data di presentazione della domanda oppure quella di chiusura. In questo modo, dal momento che il candidato ha già diritto al massimo punteggio, si evita di dover inviare un'ulteriore istanza per sciogliere la riserva.

Inserimento in GPS e graduatorie: iscrizione con riserva in GaE e concorso ordinario

Se il candidato è iscritto con riserva nelle GaE di una determinata classe di concorso, può succedere che non riesca a iscriversi nelle GPS per la medesima provincia. Il consiglio, in questo caso, è di verificare con l'USP che l'inserimento in GaE non sia a pieno titolo. Se il controllo ha esito negativo, allora sarà necessario aggiornare il sistema così da procedere all'inserimento in GPS.

Continuando sul filone delle graduatorie, una situazione particolare può riguardare il candidato che ha partecipato al concorso ordinario scuola secondaria superando la prova scritta e la prova orale.

Se l'Ufficio Scolastico Regionale non ha ancora prodotto la graduatoria, l'abilitazione conseguita non potrà essere spesa nella relativa classe di concorso. L'aspirante potrà quindi iscriversi in seconda fascia e, con riserva, in prima fascia. La riserva potrà essere sciolta entro il 20 luglio 2022, se l'USR ha già prodotto la graduatoria. In caso contrario, il sistema terrà soltanto la domanda di inserimento in GPS seconda fascia, escludendo la prima.

Abilitazione e specializzazione entro il 20 luglio: possono essere inserite come titoli culturali?

I chiarimenti del Ministero riguardano anche i titoli che si possono inserire all'atto di presentazione della domanda GPS. Nello specifico, i primi due casi presentati sono abbastanza simili fra loro, e vietano di dichiarare come "altro titolo culturale":

  • la specializzazione nel sostegno conseguita oltre il 31 maggio ed entro il 20 luglio;
  • l'abilitazione conseguita oltre il 31 maggio entro il 20 luglio.

In pratica, per i due casi di titoli per i quali si può presentare una domanda con riserva, essi non potranno essere spesi per ottenere il relativo punteggio. Gli altri titoli culturali devono essere posseduti entro la data di presentazione dell'istanza.

Diversa è la situazione in cui si è in possesso di due lauree, ciascuna delle quali permette l'accesso a più classi di concorso. Qui, ciascuna delle due lauree è sia un titolo di accesso per una determinata graduatoria sia un altro titolo culturale per le altre graduatorie. Si possono quindi inserire come "altro titolo culturale" con riferimento alla tabella di valutazione.

Per approfondimenti, consigliamo la pagina ufficiale del Ministero con le indicazioni utili ai fini della compilazione della domanda.

Lascia un commento

Torna su