12 Dicembre 2018 Docenti Commenti

Conversazione In Lingua Straniera: Cos'è, quali sono le lingue e ruolo dell'insegnante madrelingua

A seguito di richieste da parte dei nostri lettori, sfrutteremo il nostro articolo odierno per parlare di una disciplina di insegnamento molto interessante e utile nelle nostre scuola: La conversazione in lingua straniera.
Scopriremo quali sono le sue caratteristiche, i titoli di accesso e il ruolo di chi si occupa di svolgere il ruolo a essa connesso, ovvero il docente di conversazione in lingua straniera.

Cos'è l'insegnamento di Conversazione in lingua straniera?

Questa disciplina è tipica dei licei linguistici, all'interno dei quali per l'insegnamento delle lingue straniere si fa ricorso al supporto di un docente conversatore madrelingua che affianca il docente di lingua e letteratura per un'ora a settimana.
Lo scopo dell'insegnamento di questa disciplina è offrire, tramite il docente di conversazione, testimonianze di realtà socio-culturale proprie del paese di cui si studia la lingua, fornendo agli studenti un confronto comunicativo più reale e naturale del semplice colloquio teorico.

Quali sono le lingue previste per la conversazione?

Le lingue previste per questo tipo di insegnamento sono:

  • Francese;
  • Inglese;
  • Spagnolo;
  • Tedesco;
  • Russo;
  • Cinese;
  • Giapponese;
  • Arabo;

Il ruolo del docente conversatore madrelingua

Partiamo col precisare che il docente di conversazione in lingua straniera rientra nella categoria degli Insegnanti Tecnico Pratici o ITP.
Le mansioni e i compiti di questo particolare insegnante sono:

  • lavorare in compresenza con il docente di lingua/letteratura della classe;
  • fornire corretti modelli di comunicazione verbale in lingua;
  • favorire l'educazione interculturale mettendo lo studente in contatto con realtà quotidiane tipiche del paese di cui studia la lingua;
  • fornire spunti di comunicazione meno teorica volti al raggiungimento di autonomia comunicativa;
  • favorire l'integrazione e l'accoglienza di eventuali alunni stranieri;

Per quanto riguarda il lato meno specifico e più generale delle mansioni di docente (mettere i voti agli alunni, partecipare ad attività collegiali ecc), l'insegnante madrelingua ha gli stessi diritti e doveri di tutti gli altri docenti.

Chi può fare il docente di conversazione: Requisiti

Ricoprire questo ruolo è riservato a chi:

  • è nato nel paese straniero di cui si vuole insegnare la lingua;
  • è cresciuto in quel paese;
  • ha portato a termine il percorso di studi in quel paese conseguendo il diploma;

Da ciò si deduce che, come per tutti gli altri ITP, l'unico requisito per diventare docente di conversazione è il diploma di istruzione secondaria di secondo grado (maturità) conseguito nel paese in cui la lingua oggetto di insegnamento è lingua madre o un titolo corrispondente.
Tutto ciò trova riscontro normativo nel D.M. n. 39 del 30 gennaio 1998.

I concorsi per l'abilitazione

L'abilitazione per questo insegnamento è possibile tramite specifiche procedure concorsuali che sono stati introdotti dalle riforme della Legge 107 o Buona Scuola.
Prima infatti era possibile effettuare solo concorsi per l'idoneità ma da qualche anno è possibile effettuare i cosiddetti PAS, Percorsi Abilitanti Speciali che in pratica sono corsi universitari con lezioni ed esami per ottenere l'abilitazione. Per sapere se nella propria regione o provincia c'è o meno qualche corso PAS attivo bisogna controllare nei siti degli Ufficio Scolastici Regionali o rivolgersi direttamente a loro.
Precisiamo che l'abilitazione all'attività di conversazione in lingua straniera è un titolo conseguibile solo tramite procedura concorsuale riservata come previsto dalla normativa Italiana, dunque non è possibile acquisirla nel paese di provenienza in quanto non esiste un titolo estero corrispondente. Tuttavia il nostro paese consente il libero esercizio anche al docente di conversazione non abilitato.

Ci sono delle Graduatorie?

Esistono delle graduatorie in cui questa categoria di ITP può essere inclusa e sono:

  • GAE o Graduatoria ad Esaurimento;
  • GI o Graduatoria d'istituto;

Nelle GAE sono iscritti i docenti in possesso di abilitazione, per quanto riguarda le GI, come ben saprete, sono divise in 3 fasce:

  • Nella prima fascia ci sono i docenti abilitati e bloccati in attesa di apertura delle GAE;
  • Nella seconda fascia quelli appena abilitati o inclusi a seguito di decreti o aggiornamenti normativi in materia;
  • Nella terza fascia c'è chi ha i titoli ma non l'abilitazione;

Ricordiamo che nel caso in cui l'interessato non riuscisse a farsi includere in nessuna graduatoria potrebbe sempre fare domanda direttamente alla scuola.
Queste domande formeranno delle graduatorie all'interno della scuola singola da cui il Dirigente Scolastico potrà attingere in caso di bisogno.

Stipendio

Per quanto riguarda l'inquadramento stipendiale, il docente conversatroe rientra nel Livello 6 bis per i docenti con diploma o ITP.
Lo stipendio iniziale di un docente di ruolo per 18 ore di lezioni e circa 80 ore di attività funzionali all'insegnamento annue è di € 1.321 netti.

Commenti

  • Thomas 07/09/2020 - 12:06

    Salve. sono nato in italia, ma mio padre è britannico e ho parlato inglese con lui sin dalla nascita, sono madrelingua bilingue. le scuole le ho fatte in italia, ma ho fatto quattro anni di università in regno unito. fra i requisiti, non ho la nascita e il diploma scolastico britannici, ma si è ripetuto più volte che basta avere un diploma di istruzione secondaria o titolo corrispondente da quel paese. dunque la mia laurea conseguita in regno unito vale come titolo corrispondente, e quindi posso considerare questa opportunità di lavoro? grazie

    Rispondi
  • Valeria 10/05/2020 - 06:56

    Salve. sono madrelingua spagnola e sono già in gi terza fascia. come si fa per diventare insegnante di conversazione di ruolo? grazie.

    Rispondi
    Verónica 02/08/2020 - 18:23

    Buongiorno valeria, come stai? anch'io sono spagnola e abito a milano da cinque anni. sto cercando delle informazioni su come diventare insegnante di spagnolo a milano. mi piacerebbe iniziare come docente conversatore madrelingua inserendomi in gi terza fascia. posso chiederti gentilmente come hai proceduto per arrivare fino a qui? leggo che bisogna innanzitutto fare domanda per il riconoscimento delle lauree/master conseguite in spagna, sbaglio? grazie mille e buona domenica. verónica

  • Tina Onnis 05/09/2019 - 08:56

    Posso anche ricordarvi che il diploma conseguito nel paese in cui la lingua è parlata non dev'essere frutto di un anno di esperienza in quel paese ma dev'essere stato raggiunto con il percorso scolastico intero sia degli studi elementari e quindi aver avuto anche lo sviluppo cognitivo in quel paese, che gli studi medi superiori che servono a completare il diploma in modo adeguato. negli ultimi anni di studio nei paesi anglo sassaoni, per esempio, il programma scolastico è basato sulla conoscenza di poche materie e quindi non può essere sufficiente aver vissuto e conseguito il diploma in poco tempo.

    Rispondi
  • Kate 27/05/2019 - 16:36

    Salve, sono madre lingua inglese, con una laurea triennale conseguita in inghilterra, più tre' titoli (inglesi) di abilitazione all'insegnamento della lingua inglese come seconda lingua, circa 16 anni di esperienza di insegnamento in italia con ragazzi di età scolare. vorrei fare la domanda per entrare nelle scuole pubbliche come itp. vorrei chiarire se ho i titoli e i requisiti necessari, e come posso mettermi in graduatoria? devo fare un'ulteriore abilitazione?

    Rispondi
    Redazione Universo Scuola 10/06/2019 - 17:04

    Si, come per tutti gli altri itp, l'unico requisito per diventare docente di conversazione è il diploma di istruzione secondaria di secondo grado (maturità) conseguito nel paese in cui la lingua oggetto di insegnamento è lingua madre o un titolo corrispondente.

Lascia un commento

Torna su