11 Gennaio 2019 Normative Commenti

Quali sono organi collegiali della scuola e le loro funzioni?

La scuola è per eccellenza il luogo in cui individui di età e professionalità diversa si riuniscono, creando un tessuto umano variegato e ricco che per funzionare nel migliore dei modi ha bisogno di un elemento cardine: collaborazione.
Per tale motivo nelle scuole sono presenti, a vari livelli, organismi a carattere collegiale che raccolgono in sé i rappresentanti di categorie diverse.
Sono famosi con il nome di organi collegiali ognuno di essi ha funzioni, compiti e caratteristiche diverse, scopriamo insieme cosa sono e quali sono.

Cosa sono gli organi collegiali?

Si tratta di organi che si occupano della gestione della realtà scolastica e, a seconda del loro livello, hanno competenze e funzioni diverse che vanno dalla semplice funzione propositiva a quella deliberativa.
Essi si dividono in:

  • Organi collegiali centrali,
    come il Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione istituito dal DPR nº 416 del 31 maggio 1974 che ha sede a Roma, presso il MIUR e svolge la funzione di garante dell'unitarietà e degli standard del sistema nazionale dell'istruzione, gestendo, deliberando sulle politiche scolastiche, legiferando in materia di pubblica istruzione o commissionando indagini conoscitive.
  • Organi collegiali regionali,
    come il Consiglio Regionale dell'Istruzione, istituito presso ogni USR, che ha competenze consultive e di supporto all'Amministrazione a livello regionale e delibera sull'autonomia delle istituzioni scolastiche, sulle attuazioni di innovazioni ordinamentali, sull'offerta formativa, sul reclutamento e la mobilità del personale e l'attuazione di provvedimenti a livello regionale.
  • Organi collegiali locali,
    che sono organismi rappresentativi delle diverse componenti interne ed esterne alla scuola (docenti, studenti, genitori…) e che a loro volta si dividono in livelli e hanno funzioni diverse accentuate dal regime di autonomia scolastica.

L'ultima voce dell'elenco, gli organi collegiali locali, sono quelli con cui professori, genitori e allievi si confrontano quotidianamente e quelli che li rappresentano di più, visto che in generale i membri sono eletti da componenti della categoria di appartenenza, ciò vuol dire che gli studenti, i docenti, e i genitori eleggono i loro rispettivi rappresentanti.
Vediamo ora nel dettaglio quali sono gli organi collegiali locali e le funzioni che svolgono.

Assemblea dei Genitori

Si tratta di un organo nato per fornire ai genitori il diritto di riunirsi e discutere tra di loro riguardo a tematiche e problemi di carattere generale relative alla scuola o alla classe frequentata dai loro figli.
Possono essere composte dai genitori degli alunni delle singole classi o dell'istituto, e possono essere convocate:

  • dai rappresentanti di classe tramite informazione preventiva al dirigente in cui si indicano gli argomenti da trattare e si chiede il permesso di usare i locali scolastici;
  • dai docenti della classe secondo quanto disposto dall'articolo 15 del D.Lgs 297 del 16 aprile 1994 e successive modifiche;

Alle assemblee dei genitori possono partecipare con diritto di parola anche il dirigente e i docenti della classe.

Consigli di Classe, Interclasse e Intersezione

Essi costituiscono il luogo in cui le diverse componenti scolastiche si riuniscono con lo scopo di pianificare e valutare l'azione educativa e didattica, nello specifico:

  • Consiglio di Intersezione,
    che opera nella Scuola dell'Infanzia ed è composto da docenti di tutte le sezioni presenti nella scuola, e da 1 rappresentante dei genitori per ogni sezione.
  • Consiglio di Interclasse,
    che opera nella Scuola Primaria ed è composto dai docenti di gruppi di classi parallele, dello stesso ciclo o dello stesso plesso e da 1 rappresentante dei genitori per ciascuna classe.
  • Consiglio di Classe,
    che opera nella Scuola Secondaria ed è composto dai docenti di ogni singola classe e da 4 rappresentanti dei genitori.

Ciascuno di questi organi è presieduto dal Dirigente Scolastico o in alternativa da un docente da lui delegato per farne le veci.
I rappresentanti dei genitori vengono eletti annualmente, tramite elezioni indette dal Preside entro il 31 ottobre di ogni anno.
Gli eletti rimarranno in carica fino alle elezioni successive, a meno che non perdano i requisiti di eleggibilità (in quel caso resterebbero in carica solo fino al 31 agosto).
Quando un rappresentante perde quei requisiti, o da le dimissioni il Dirigente deve nominare come sostituto il primo dei non eletti.
Questi organi collegiali si riuniscono di norma con cadenza bimestrale e le riunioni avvengono in orari che:

  • non devono coincidere con l'orario delle lezioni;
  • devono rientrare nell'orario di servizio dei docenti;
  • devono essere compatibili con gli impegni di lavoro dei genitori;

Consiglio di Circolo Didattico

Secondo la normativa il Consiglio di Circolo è un organismo che assolve la funzione deliberativa nella scuola primaria.
Viene eletto ogni 3 anni ed è composto anch'esso da una rappresentanza di tutte le rappresentanze della scuola.
Il numero totale dei componenti varia da 14 a 19 a seconda del numero degli alunni iscritti alla scuola.
Al suo interno è presente una giunta esecutiva e il Presidente e Vice Presidente sono eletti all'interno della rappresentanza genitori.
La funzione deliberativa di quest'organo è relativa:

  • al regolamento interno della scuola;
  • all'acquisto, al funzionamento e all'uso di attrezzature culturali, didattiche e sportive;
  • alla vigilanza degli alunni prima, durante e dopo le lezioni;
  • alla promozione delle attività extrascolastiche e dei contatti e confronti con altre scuole;
  • all'adattamento dell'orario delle lezioni alle attività extrascolastiche;
  • all'adattamento del calendario scolastico;
  • alla partecipazione ad attività culturali, ricreative e sportive di interesse educativo

Consiglio di Istituto

Il consiglio di istituto è un organo che si occupa della gestione del lato economico ed organizzativo della scuola.
Si compone di tutte le rappresentanze delle categorie scolastiche interne ed esterne in numero variabile a seconda degli iscritti alla scuola.
Tutti i genitori hanno diritto di votare per eleggere il loro rappresentante in questo organismo e, al tempo stesso, il diritto di proporsi come candidato eleggibile.
Anche qui le elezioni si svolgono ogni triennio.
VEDI ANCHE: Il Consiglio di Istituto nella Scuola: Cosa dice la Normativa

Collegio dei Docenti

Questo organismo è formato dal personale docente di ruolo e non di ruolo che presta servizio all'interno dell'istituzione scolastica e viene presieduto dal Preside.
Ricopre un potere deliberante in materia di funzionamento didattico e nello specifico si occupa di elaborare il piano dell'offerta formativa ed adeguare il programma sia alle esigenze specifiche del territorio sia alle esigenze particolari di eventuali alunni svantaggiati.
Altri compiti riguardano la valutazione dell'andamento complessivo degli studenti, la valutazione dei docenti e la sospensione degli stessi qualora risultino inadempienti in qualche modo, e altre importanti mansioni di tipo amministrativo e gestionale.
Le riunioni avvengono in orari non coincidenti con le lezioni, su convocazione del Dirigente scolastico o su richiesta di almeno un terzo dei suoi componenti.
VEDI ANCHE: Cos'è il Collegio dei Docenti, da chi è composto, cosa fa e quando si riunisce

Lascia un commento

Torna su