05 Maggio 2020 Docenti Commenti

Procedura straordinaria per l'abilitazione dei docenti: requisiti, domanda, prova, abilitazione

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando per la procedura straordinaria abilitante per la scuola secondaria di primo e secondo grado. In quest'articolo vi mostreremo come funziona la procedura abilitante, quali requisiti occorrono, come si svolge la prova scritta e come avviene il percorso per ottenere l'abilitazione in caso di superamento della procedura.

PROCEDURA STRAORDINARIA ABILITANTE: COS'è

La procedura straordinaria abilitante per la scuola secondaria ha l'obiettivo di creare una procedura ad hoc finalizzata al conseguimento dell'abilitazione a favore di tutti quei docenti che hanno già maturato anni servizio nelle scuole. Inoltre, la procedura permette di conseguire l'abilitazione all'insegnamento. anche ad alcune particolari categorie di docenti.

requisiti

I requisiti richiesti sono praticamente identici a quelli del concorso straordinario per il ruolo. Vediamoli nel dettaglio:

  • 3 anni di servizio (anche non consecutivi) su posti comuni o di sostegno, svolti tra l'anno scolastico 2008/2009 e quello 2019/2020, in qualunque grado d'istruzione;
  • almeno un anno di servizio, tra le tre annualità suddette, svolto nella classe di concorso per cui si intende partecipare;
  • titolo di studio idoneo per la classe di concorso (laurea o diploma per gli ITP).

Il possesso di tali requisiti si intende tale alla data di presentazione della domanda.

Chiarimenti sui requisiti

Il bando specifica che, con riferimento alle 3 annualità di servizio:

  • è valido anche il servizio prestato su posti di sostegno senza specializzazione;
  • La possibilità di completare la terza annualità nell'anno scolastico ancora in corso (2019/2020) comporta l'ammissione con riserva di coloro che hanno solo 2 annualità e che sono attualmente impiegati con contratto a tempo determinato.

Per quanto riguarda invece l'annualità di servizio specifico su classe di concorso occorre chiarire:

  • Il servizio prestato sulla classe di concorso A-29 e' ritenuto valido ai fini della partecipazione per la classe di concorso A-30 e il servizio prestato sulla classe di concorso A-66 e' ritenuto valido ai fini della partecipazione alla classe di concorso A-41, purche' congiunto al possesso del titolo di studio.

Casi particolari ammessi al concorso

Di seguito, alcuni casi specifici che potranno partecipare alla procedura:

  • docenti di ruolo delle scuole statali: possono partecipare anche senza l'anno di servizio svolto nella classe di concorso;
  • docenti con servizio nei percorsi di IeFP.

Ammessi con riserva

Sono ammessi con riserva coloro che, avendo conseguito all'estero il titolo di accesso alla classe di concorso, abbiano comunque presentato la relativa domanda di riconoscimento entro il termine per la presentazione delle istanze per la partecipazione alla procedura. La riserva si scioglie positivamente a far data dall'adozione del provvedimento di riconoscimento adottato dalla competente struttura ovvero, in caso di diniego, con l'esclusione dalla procedura.

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

La domanda di partecipazione può essere presentata in una sola regione e per un'unica classe di concorso. Le istanze di partecipazione alla procedura vanno inoltrate unicamente in modalità telematica. La domanda dovrà essere presentata attraverso l'applicazione dei sito MIUR Piattaforma Concorsi e Procedure selettive, previo possesso delle credenziali SPID o, alternativa, di un'utenza valida per l'accesso ai servizi presenti nell'area riservata del Ministero con l'abilitazione specifica al servizio Istanze on Line (POLIS).

Le domande presentate con modalità diverse non saranno prese in considerazione
VEDI ANCHE: Istanze On line Miur: cos'è, come iscriversi e codice personale

QUANDO PRESENTARE DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

La domanda di partecipazione alla procedura straordinario abilitante potrà essere inoltrata a partire alle ore 9,00 del 28 maggio 2020 fino alle ore 23,59 del 3 luglio 2020.

prova scritta

La procedura abilitante prevede una sola prova scritta, computer based, della durata di 60 minuti. Per le classi di concorso in lingua straniera la prova dovrà essere svolta nella relativa lingua.
Si tratta di una prova articolata in 60 quesiti a risposta multipla divisi in:

  • 40 quesiti sulle competenze disciplinari relative alla specifica classe di concorso;
  • 20 quesiti sulle competenze didattico/metodologiche.

Per ogni risposta esatta viene assegnato 1 punto, ad ogni risposta errata o non data 0 punti. Per il superamento della prova è richiesto il punteggio minimo di 42 punti su 60 . Il programma concorsuale oggetto della prova è contenuto nell'Allegato A.

pubblicazione elenchi

Tutti coloro che hanno superato la prova scritta con il punteggio minimo richiesto, vengono inseriti in un elenco non graduato (non è una graduatoria di merito) distinto per classe di concorso. Tali elenchi vengono pubblicati dagli USR nei loro rispettivo albi e siti internet.

Per acquisire l'abilitazione, tuttavia, i candidati devono ottemperare a quando disposto dal Decreto Legge n.126/2019 all'articolo 1, comma 13, lettera b). In particolare, per ottenere l'abilitazione i candidati devono:

  • essere in possesso di un contratto di docenza a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata annuale o fino al termine delle attività didattiche presso una istituzione scolastica o educativa del sistema nazionale di istruzione, ferma restando la regolarità della relativa posizione contributiva;
  • conseguire i 24 crediti formativi universitari o accademici previsti dal decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, ove non ne siano già in possesso;
  • superare la prova orale di abilitazione

Sarà un decreto ministeriale a definire le modalità di acquisizione dei 24 CFU ai fini dell'abilitazione senza oneri a carico della finanza pubblica, le modalità e i contenuti della prova orale di abilitazione e la composizione della relativa commissione.

Lascia un commento

Torna su