25 Maggio 2020 Docenti Commenti

Crediti formativi per l'accesso alla classe di concorso: cosa sono e come conseguirli

Spesso i nostri lettori ci chiedono: a quale classe di concorso posso accedere con la mia laurea? Ebbene, in quest'articolo provvediamo a rispondere a tale domanda specificando innanzitutto che il semplice titolo di studio può non essere sufficiente. È necessario infatti controllare anche il possesso di determinati crediti formativi in specifiche materie e in specifici settori disciplinari.

CLASSI DI CONCORSO: cosa sono e a cosa servono

Con il termine Classi di Concorso si intende le discipline a cui può accedere il docente in base al titolo di studio posseduto. In relazione al percorso di studi intrapreso e ai crediti formativi maturati esistono diverse Classi di Concorso. L'accesso alla classe di concorso è requisito necessario per:

Le classi di concorso vengono anche utilizzate per l'invio e la classificazione della messa a disposizione dalle scuole che ricevono la candidatura.

come ACCEDERE ALLA CLASSE DI CONCORSO

Per accedere a una delle Classi di Concorso è necessario:

  • il possesso di un titolo di studio idoneo per la classe di concorso scelta (Laurea o Diploma);
  • aver conseguito un certo numero di CFU in determinati settori scientifico disciplinari (SSD).

Il conseguimento dei CFU mancanti non sempre è necessario. Alcuni titoli di studio permettono l'accesso alla classe di concorso direttamente con il solo titolo di studio. Come suddetto, in generale, non basta il solo possesso del titolo di studio idoneo alla classe di concorso. Occorre infatti colmare determinati crediti necessari.

COSA SONO I CFU MANCANTI

Per permettere l'accesso ad una delle classi di concorso, e quindi all'insegnamento, il titolo di studio deve comprendere un determinato numero di crediti formativi in determinate discipline (SSD) anche se, come detto, non sempre vale questa regola.
Ad esempio, per la classe di concorso Scienze giuridico-economiche (A46) la laurea in giurisprudenza non basta. Bisogna accertarsi di avere almeno 96 crediti nei settori scientifico-disciplinari SECS P, SECS S, IUS, di cui: 12 SECS - P/01, 12SECS - P/02, 12 SECS - P/07, 12SECS - S/03, 12 IUS - 01, 12 IUS - 04, 12 IUS -09, 12 IUS - 10

come calcolare i cfu necessari per l'accesso alla classe di concorso

Come capire quali sono i crediti che occorre sostenere per accedere alla classe di concorso? La risposta ci viene data dal DPR n.19/2016, così come modificato dal D.M 259/17, il quale ha fornito l'importantissima Tabella A (sotto trovate il link). Tale tabella specifica, per ogni classe di concorso, quali sono i CFU che occorre colmare per essere idonei con la classe di concorso scelta. Attraverso una semplice classificazione in colonne, si può associare il titolo di laurea o diploma ad una classe di concorso e verificare quali CFU servono.

TABELLA A

come integrare i CFU maNCANTI

I crediti formativi mancanti possono essere conseguiti frequentando singoli corsi universitari in qualsiasi ateneo pubblico o privato oppure attraverso corsi post-lauream (scuole di specializzazione, master universitari etc.). In questo modo si andrà così ad integrare i crediti mancanti e si potrà accedere alla classe di concorso.

Differenza 24 CFU e CFU per l'accesso alla classe di concorso

I CFU in questione non vanno confusi con i 24 crediti formativi nelle "discipline antropo-psico-pedagogiche e metodologie e tecnologie didattiche". Questi rappresentano un ulteriore requisito, che tutti gli insegnanti devono avere a prescindere dalla classe di concorso.

Lascia un commento

Torna su