24 Marzo 2022 Docenti Commenti

Graduatorie docenti: una guida sulle differenze fra GaE e GPS

Nel mare magnum delle diverse procedure per il reclutamento dei docenti, si fa spesso confusione fra le GaE, o Graduatorie ad Esaurimento, e le GPS, le Graduatorie Provinciali per le Supplenze.
In questo articolo, vedremo nello specifico le differenze tra GaE e GPS.

Cosa sono le Graduatorie ad Esaurimento o GaE?

Le Graduatorie ad Esaurimento sono state istituite nell'anno scolastico 2007/2008 dalla Legge n. 296/2006, la legge di bilancio per il 2007.

Si tratta di graduatorie che hanno sostituito in tutto le precedenti Graduatorie Permanenti. In esse, rientravano i docenti che:

  • avevano superato un concorso precedente, anche soltanto abilitante;
  • erano rimasti fuori dal posti degli immessi in ruolo;
  • avevano fatto richiesta per l'ammissione alle graduatorie per soli titoli.

Le graduatorie permanenti contribuivano per il 50% dei posti da assegnare alle immissioni in ruolo dei docenti.

A oggi, possono fare parte delle GaE tutti i docenti che abbiano superato un concorso ma che non sono rientrati nelle nomine in ruolo. Gli insegnanti vengono inseriti in GaE in ordine di punteggio, cioè l'ordine che verrà seguito per le assunzioni.

Come abbiamo visto nell'approfondimento sulle prossime immissioni in ruolo dei docenti, dalle GaE verrà coperto il 50% dei posti disponibili nella procedura ordinaria.

Aggiornamento delle GaE fino a 4 aprile

Il Decreto Ministeriale n. 60/2022 ha sancito la possibilità di aggiornamento e reinserimento nelle GaE, nonché di trasferimento da una provincia all'altra. Ciò vuol dire che il personale docente ed educativo che sia inserito a pieno titolo o con riserva nelle GaE potrà richiedere:

  • permanenza e/o aggiornamento del punteggio in graduatoria;
  • reinserimento in graduatoria, con eventuale recupero del punteggio maturato all'atto della cancellazione;
  • conferma o scioglimento dell'iscrizione con riserva;
  • trasferimento da una provincia all'altra, in cui verrà collocato anche con riserva.

Sarà possibile presentare la domanda tramite il portale Istanze On Line, al quale si può accedere mediante credenziali, SPID o CIE. La finestra di presentazione delle richieste è aperta dal 21 marzo 2022 al 4 aprile 2022.

Per un approfondimento della questione, consigliamo gli articoli:

Cosa sono le Graduatorie Provinciali per le Supplenze o GPS?
Rispetto alle GaE, le Graduatorie Provinciali per le Supplenze o GPS sono state introdotte nel 2020 dalla Ministra dell'Istruzione Azzolina con il Decreto Dipartimentale n. 858/2020. L'obiettivo del decreto era quello di disciplinare:

  • le supplenze annuali, cioè fino al 31 agosto;
  • le supplenze fino al termine delle attività didattiche, cioè fino al 30 giugno.

Le GPS sono costituite a livello provinciale, e servono quindi a coprire i posti vacanti e disponibili entro il 31 dicembre di ogni anno. Tuttavia, come già abbiamo visto nel caso delle nomine in ruolo, anche per l'attribuzione delle supplenze i docenti inseriti nelle GaE hanno la precedenza sulle GPS.

Come sono composte le fasce GPS

Le Graduatorie Provinciali per le Supplenze sono composte da due fasce, con criteri diversi a seconda che si tratti di:

  • Scuola dell'infanzia e scuola primaria, posto comune;
  • Scuola secondaria di primo grado e secondo grado, posto comune;
  • Posti di sostegno, per le scuole di ogni ordine e grado.

Vediamo nello specifico la suddivisione e composizione.

GPS: scuola infanzia e primaria

Fascia Requisiti
Prima Fascia soggetti in possesso di abilitazione (esempio diploma magistrale, laurea in SFP)
Seconda Fascia studenti del terzo, quarto e quinto anno del corso di laurea in SFP rispettivamente in possesso di 150, 200 e 250 CFU.

GPS: scuola secondaria - posti comuni

Fascia Chi può accedere
Prima Fascia soggetti in possesso di abilitazione
Seconda Fascia soggetti in possesso del titolo di accesso per la classe di concorso (Tabella A) + 24 CFU o Abilitazione su altra classe di concorso o altro grado

GPS: scuola secondaria - ITP

Fascia Chi può accedere
Prima Fascia soggetti in possesso di abilitazione
Seconda Fascia soggetti in possesso del titolo di accesso per la classe di concorso ITP (Tabella B) + 24 CFU o Abilitazione su altra classe di concorso o altro grado;

GPS: docenti di sostegno

Fascia Chi può accedere
Prima Fascia docenti specializzati su sostegno nel relativo grado
Seconda Fascia soggetti privi della specializzazione che entro l'a.s. 2019/2020 hanno maturato tre anni di servizio su posto di sostegno nel relativo grado e che abbiano o l'abilitazione o il titolo di accesso alla GPS di seconda fascia su quel grado di istruzione

Come funzionerà l'aggiornamento delle GPS?

Al momento attuale, ancora si attende la pubblicazione del nuovo regolamento che dovrebbe gestire l'aggiornamento delle Graduatorie Provinciali per le Supplenze.

Ciò vuol dire che, per ora, l'aggiornamento avverrà con le vecchie regole e dovrà essere regolato da apposite ordinanze ministeriali.

Per uno sguardo nello specifico, rimandiamo all'approfondimento su aggiornamento delle GPS e regolamento.

Differenze fra GaE e GPS

Per riassumere, sia le GaE che le GPS sono graduatorie che riguardano in entrambi i casi docenti non ancora immessi in ruolo:

  • nel primo caso, rientrano nelle GaE i vincitori dei concorsi che non sono ancora stati nominati;
  • nel secondo caso, si tratta di graduatorie su base provinciale utilizzate per le supplenze annuali, in base a posti comuni e posti di sostegno.

Oltre alle modalità per essere inseriti nelle diverse graduatorie, a differenziare GaE e GPS è il fatto che queste ultime vengono considerate quando le prime sono esaurite per mancanza di docenti. Alle Graduatorie ad Esaurimento è quindi riconosciuta una certa priorità, almeno fino al momento del loro esaurimento.

Commenti

  • Federico 30/03/2022 - 08:53

    Chi supera il concorso ordinario attualmente in corso, ma non rientra tra i primi posti che garantiscono un'occupazione, viene iscritto alle gae? speriamo che si faccia in tempo a concludere le prove prima dell'inizio dell'anno scolastico 2022/23, altrimenti l'eventuale presenza in graduatoria potrà essere considerata solo dall'anno scolastico 2023/24, o sbaglio? grazie

    Rispondi

Lascia un commento

Torna su