11 Settembre 2020 Docenti Commenti

Mad e supplenze da gps e graduatoria d'istituto: cosa c'è da sapere

Con la Circolare del 5 settembre 2020, il Ministero dell'Istruzione ha chiarito diversi aspetti riguardo l'utilizzo della Messa a disposizione. Come già sappiamo, il ricordo alla MAD è ormai diventata una prassi per i numerosi supplenti che annualmente vogliono ottenere un incarico. Con la nuove regole vengono introdotte alcune novità che potrebbero portare ad un minore utilizzo delle MAD. Vediamo quali sono.

MAD e supplenze 2020: cosa dice la circolare

La circolare pubblicata dal Ministero modifica il sistema delle MAD. In particolare viene dichiarato:


"All'atto dell'esaurimento della graduatoria di istituto, ivi comprese le graduatorie delle istituzioni scolastiche viciniori, il dirigente scolastico si avvale di aspiranti docenti che abbiano presentato istanza di MAD"
"Le domande di messa a disposizione devono essere presentate esclusivamente dai docenti che non risultino iscritti in alcuna graduatoria provinciale e di istituto e possono essere presentate per una provincia da dichiarare espressamente nell'istanza.Qualora pervengano più istanze, i dirigenti scolastici daranno precedenza ai docenti abilitati e ai docenti specializzati".

In base a quanto disposto dalla circolare possiamo dunque affermare:

  • Il Dirigente Scolastico può convocare gli aspiranti supplenti che hanno presentato la MAD solo quando sono esaurite le graduatorie d'istituto;
  • Possono presentare la MAD solo i docenti non iscritti in nessuna graduatoria provinciale e d'istituto;
  • Il Dirigente scolastico darà priorità ai docenti abilitati e specializzati (es. su sostegno).

Altri chiarimenti sulla Mad

In aggiunta, la circolare del Ministero prevede che:

  • Le domande di messa disposizione rese in autocertificazione ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, eventualmente integrate se già presentate, devono contenere tutte le dichiarazioni necessarie per consentire la verifica puntuale dei suddetti requisiti da parte dei dirigenti scolastici, ivi compresi gli estremi del conseguimento del titolo di abilitazione e/o del titolo di specializzazione.
  • Gli eventuali contratti a tempo determinato stipulati con aspiranti non inseriti in graduatoria e tramite le cd. MAD sono soggette agli stessi vincoli e criteri previsti dall'ordinanza, ivi incluse le sanzioni previste dall'articolo 14.

Cosa fare se sono inserito in graduatoria e ho inviato la Mad prima della circolare?

È probabile che nel momento dell'individuazione della supplenza tramite ricorso alla Messa a disposizione, il Dirigente Scolastico dovrà accertare che l'aspirante supplente non risulti inserito negli elenchi riguardanti le GPS e le graudatorie d'istituto.

Commenti

  • Marilena Franzese 14/09/2020 - 15:04

    Salve, sono laureata in scienze dell'educazione(l-19) attualmente iscritta in consulenza pedagogica (lm57) in possesso dei 24 cfu. mi avevano detto che non era possibile effettuare la domanda ma dai commenti che ho letto potevo farla per la terza fascia. posso ancora fare qualcosa?

    Rispondi
    Redazione Universo Scuola 14/09/2020 - 15:45

    Salve. non esiste più la terza fascia delle graduatorie d'istituto. questa è stata sostituita dalle graduatorie provinciali di seconda fascia. in ogni caso, per accedere alla seconda fascia gps (i termini per l'iscrizione sono scaduti ad agosto) la laurea triennale non è considerata titolo idoneo.

Lascia un commento

Torna su