09 Giugno 2021 Docenti Commenti

Cosa posso insegnare con la mia laurea in scienze agrarie?

Quali sono le opzioni per un Laureato in scienze agrarie che cerca lavoro? Tra gli sbocchi lavorativi più gettonati ci sono sicuramente profili come consulente di imprese agricole e zootecniche, esperto di cooperazione agricola, vivaista, esperto di tecniche di allevamento o di coltura, tutti lavori legati a doppio filo alla natura e ai prodotti che da essa derivano. Tuttavia c'è un'altra possibilità per mettere a frutto quanto appreso dopo anni e anni di percorso universitario in scienze agrarie ed è la possibilità di diventare insegnante e lavorare nelle scuole secondarie. In questo articolo spiegheremo come diventare docente con la laurea in scienze agrarie e cosa insegnare.

Laurea in Scienze Agrarie: Classi di Concorso

La Laurea in Scienze Agrarie è una delle cosiddette lauree di Vecchio Ordinamento ed è tra quelle che, per la natura delle discipline trattate e delle nozioni apprese durante il percorso di studi, rende idonei all'insegnamento e consente di avere accesso a delle classi di concorso specifiche. Le classi di concorso per la laurea in scienze agrarie sono diverse e sono le seguenti:

  1. A-28 - Matematica e scienze;
  2. A-31 - Scienze degli alimenti;
  3. A-34 - Scienze e tecnologie chimiche;
  4. A-50 - Scienze naturali, chimiche e biologiche;
  5. A-51 - Scienze, tecnologie e tecniche agrarie;
  6. A-52 - Scienze, tecnologie e tecniche di produzioni animali;
  7. A-60 - Tecnologia nella scuola secondaria di I grado.

Per accedere ad una qualsiasi di queste classi di concorso con la laurea in agraria non è necessario avere altri crediti integrativi, l'unica clausola riguarda la classe "A-28 - Matematica e scienze", per cui la laurea è considerata titolo di ammissione al concorso solo conseguita entro l'anno accademico 1986/1987.

Laurea in Scienze Agrarie e 24 CFU

Nonostante ci sia bisogno integrare crediti per avere alle classi di concorso, resta la necessità di acquisire i 24 CFU nei seguenti settori scientifico disciplinari:

  • pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell'inclusione;
  • psicologia;
  • antropologia;
  • metodologie e tecnologie didattiche generali.

Per conseguirli basterà rivolgersi ad un'università e sostenere gli esami specifici. Una volta conseguiti, questi crediti formativi universitari uniti alla laurea consentiranno l'accesso alle diverse modalità previste dal Ministero dell'Istruzione per diventare insegnanti.

Diventare insegnante con Laurea in Scienze Agrarie

Per diventare insegnante con la Laurea in scienze agrarie le opzioni sono 3:

1. Concorsi di selezione docenti

La prima opzione è partecipare ai concorsi per la selezione dei Docenti banditi dal Ministero dell'Istruzione con una cadenza che, di norma, dovrebbe essere biennale. Questi concorsi consentono ai vincitori di essere inseriti in una graduatoria di merito che permetterà loro ottenere un contratto a tempo indeterminato con la scuola scelta ed essere immesso in ruolo. Per avere accesso a queste procedure per una delle classi di concorso di cui sopra, servirà il requisito della Laurea in Scienze Agrarie unita ai 24 CFU. Inoltre, con questi stessi requisiti sarà possibile partecipare al TFA e ottenere la specializzazione su sostegno.

2. Graduatorie Provinciali per le Supplenze o GPS

La seconda opzione non prevede il superamento di nessuna prova e permette di mettersi in lista per il conferimento di supplenze, nello specifico:

  1. supplenze annuali con scadenza al 31 agosto;
  2. supplenze fino al termine delle attività didattiche con scadenza al 30 giugno.

Stiamo parlando dell'inserimento in GPS, ovvero nelle graduatorie provinciali per le supplenze, gli inserimenti possono essere effettuati in fase di aggiornamento che avviene con cadenza biennale.

3. Domanda di Messa a Disposizione o MAD

In fine, la terza strada è la messa a disposizione, un metodo di candidatura autonoma che si effettua direttamente presso le scuole. Di norma l'unico requisito per effettuare questa candidatura è il diploma, ma essere in possesso della laurea è in scienze agrarie sarà un requisito preferenziale per le classi di concorso di riferimento.

Laurea in Scienze Agrarie: le materie di insegnamento

Le materie che si potranno insegnare con la laurea in scienze agrarie dipendono dalla classe di concorso scelta, nello specifico:

Classe di Concorso Materie
A-28 - Matematica e scienze Matematica e scienze nelle scuole secondarie di primo grado
A-31 - Scienze degli alimenti Scienze e tecnologie applicate, Igiene, Anatomia, Fisiologia, Patologia, Chimica, Scienza e cultura dell'alimentazione , analisi e controlli microbiologici dei prodotti alimentari
A-34 - Scienze e tecnologie chimiche Chimica, Scienze naturali, Scienze e tecnologie applicate, Scienze dei materiali, Trasformazione del prodotto, Gestione e conduzione di macchine e impianti ecc..
A-50 - Scienze naturali, chimiche e biologiche Scienze naturali, biologia, chimica, Biotecnologie agrarie, scienze applicate, tecniche di produzione e organizzazione.
A-51 - Scienze, tecnologie e tecniche agrarie Scienze e tecnologie applicate, Genio rurale, biotecnologie agrarie, trasformazione dei prodotti, produzioni vegetali, enologia, biotecnologie vitivinicole ecc..
A-52 - Scienze, tecnologie e tecniche di produzioni animali Produzioni Animali, Biotecnologie Agrarie, Tecniche di allevamento vegetale e animale
A-60 - Tecnologia nella scuola secondaria di I grado Tecnologia

Lascia un commento

Torna su