11 Maggio 2021 Docenti Commenti

Cosa posso insegnare con la mia laurea in fisica?

La fisica è una disciplina con un forte carattere interdisciplinare che abbraccia diverse branche della scienza e fornisce diversi sbocchi lavorativi a coloro che scelgono di intraprendere un percorso di studi finalizzato al conseguimento di una laurea, sia essa magistrale, specialistica o di vecchio ordinamento. Se vi state chiedendo cosa fare dopo aver conseguito una laurea in fisica vi consigliamo di prendere in considerazione la strada dell'insegnamento e, nel seguente articolo, vi spiegheremo nel dettaglio cosa si può insegnare con la vostra laurea.

Laurea in Fisica: Classi di Concorso

Le lauree in fisica che danno accesso all'insegnamento sono nello specifico 3, ovvero:

  • LS 20-Fisica;
  • LM 17-Fisica;
  • Laurea in Fisica (V.O.).

Ciascuna di queste lauree da accesso a delle classi di concorso, ovvero alla possibilità di inserirsi in graduatoria o partecipare ad un concorso per una determinata tipologia di insegnamento. Le classi di concorso comuni alle 3 lauree sono:

  1. A-20 - Fisica;
  2. A-26 - Matematica;
  3. A-27 - Matematica e Fisica;
  4. A-28 - Matematica e scienze;
  5. A-33 - Scienze e tecnologie aeronautiche;
  6. A-40 - Scienze e tecnologie elettriche ed elettroniche;
  7. A-41 - Scienze e tecnologie informatiche;
  8. A-43 - Scienze e tecnologie nautiche;
  9. A-47 - Scienze matematiche applicate.

Inoltre, la laurea in fisica di vecchio ordinamento da accesso alla CdC A-61- Tecnologie e tecniche delle comunicazioni multimediali.

Laurea in Fisica e 24 CFU

Per avere l'accesso ad una delle classi di concorso indicate sopra, oltre al titolo di studio e ad eventuali crediti ulteriori previsti come requisito per le classi di concorso, è necessario aver conseguito i 24 CFU nei seguenti settori scientifico disciplinari:

  • pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell'inclusione;
  • psicologia;
  • antropologia;
  • metodologie e tecnologie didattiche generali.

Con questo titolo sarà possibile partecipare alle procedure concorsuali per la selezione di docenti della scuola secondaria e inserirsi nelle rispettive graduatorie per conseguire supplenze.

Diventare insegnante con La LAurea in Fisica

Per diventare insegnante con la laurea in fisica è possibile percorrere 3 strade:

1. Concorsi di selezione docenti

Si può partecipare ai concorsi di selezione docenti puntando su laurea e 24 CFU e ambire all'ottenimento di una cattedra e di un contratto a tempo indeterminato nella scuola. Inoltre, sarà possibile partecipare al TFA per ottenere la specializzazione su sostegno e candidarsi anche per quella tipologia di posto.

2. Graduatorie Provinciali per le Supplenze o GPS

Avere una Laurea e i 24 CFU è un ottimo requisito per inserirsi in GPS, ovvero nelle graduatorie provinciali per le supplenze, con le quali si potranno conseguire.

  1. supplenze annuali con scadenza al 31 agosto;
  2. supplenze fino al termine delle attività didattiche con scadenza al 30 giugno.

Non è possibile, tuttavia, inserirsi in graduatoria arbitrariamente, bisognerà attendere che vengano bandite le procedure di aggiornamento che si svolgono con cadenza triennale.

3. Domanda di Messa a Disposizione o MAD

In ultimo, vi è la possibilità di presentare la domanda di messa a disposizione o MAD, che permette di candidarsi autonomamente presso le scuole rendendosi disponibili allo svolgimento di supplenze brevi assegnate in subordine alle GPS. In verità, l'unico requisito richiesto per effettuare la MAD è il diploma, le lauree vengono considerate un requisito preferenziale, di conseguenza, anche chi ha una laurea triennale in fisica può approfittare di quest'opportunità per insegnare.

LAurea in Fisica: le materie di insegnamento

Le materie che chi diventa insegnante con la laurea in fisica può insegnare sono strettamente correlate alle classi di concorso. Si tratta di discipline scientifiche insegnabili nella scuola secondaria di primo e secondo grado, ovvero:

  1. Matematica e scienze;
  2. Matematica e fisica;
  3. Scienze e tecnologia aeronautiche;
  4. Scienze e tecnologie elettrice ed elettroniche;
  5. Scienze e tecnologie informatiche;
  6. Scienze e tecnologie nautiche;
  7. Scienze matematiche applicate;
  8. Tecnologie e tecniche delle comunicazioni multimediali.

Lascia un commento

Torna su